Ultimo DPCM, il Coni attacca: decisioni prese senza averci prima interpellato

Foto Ciamillo
Foto Ciamillo

Al presidente Malagò ed alla Giunta viene dato mandato di interloquire col presidente del Consiglio. E non con il Ministro dello Sport

Il Coni dopo il Consiglio Nazionale ha duramente attaccato il governo chiedendo raddoppio dei fondi allo sport nel prossimo triennio e un ristoro immediato per i danni provocati dalla chiusura di palestre e piscine aggiungendo che le “le decisioni sono state assunte senza interpellare il Coni”.

Al presidente Malagò ed alla Giunta viene dato mandato di interloquire col presidente del Consiglio. E non con il Ministro dello Sport, confermando il gelo tra le due parti.

A riportarlo La Gazzetta dello Sport.

Commenta