Basket rumors

Scegli una data

Stephon Marbury è il nuovo coach dei Beijing Royal Fighters

L’ex giocatore NBA e due volte All-Star Stephon Marbury ha annunciato che sarà il nuovo coach dei Beijinf Royal Fighters, club della CBA.

Dopo 13 anni in NBA, Marbury ha disputato diverse stagioni in Cina dove è considerato una vera e propria leggenda. Ritiratosi da giocatore nel 2018, ora “Starbury” inizierà la sua carriera da allenatore.

Fonte: Stephon Marbury.

Lukas Wank firma con il Löwen Braunschweig

L’esterno 22enne Lukas Wank ha ufficialmente firmato un contratto con il Löwen Braunschweig, club della BBL tedesca. L’accordo è biennale ma include un’opzione per prolungarlo per una terza stagione.

Wank ha disputato la scorsa stagione in Pro A, la seconda serie tedesca, dove ha registrato una media di 9.1 punti, 3.2 rimbalzi e 2.7 assist a partita vestendo la maglia del BV Chemnitz 99.

Fonte: Limelight Hoops.

Adelaide 36ers: ingaggiato Eric Griffin

Il lungo americano Eric Griffin ha ufficialmente firmato un contratto con gli Adelaide 36ers della NBL australiana.

Griffin ha disputato la passata stagione vestendo ben tre maglie diverse, tra cui quella della Grissin Bon Reggio Emilia con cui ha registrato una media di 10 punti e 5 rimbalzi a partita in sole sei presenze. Dopo aver lasciato la Reggiana, Griffin ha giocato brevemente in Polonia per poi chiudere la stagione in Israele.

Fonte: Adelaide 36ers.

La Costa d’Orlando ufficializza l’acquisto di Patrick Avanzini

La Irritec Costa d’Orlando comunica di aver ingaggiato il giovane Partrick Avanzini, classe 1996, lo scorso anno a Domodossola in serie B (Girone A) dove ha totalizzato 248 punti in 28 gare giocate tirando con il 45% da due ed il 33% da tre punti.
Già seguito da coach Condello lo scorso anno è un ragazzo di grandi potenzialità. Un lungo atipico con piedi velocissimi ed un discreto tiro da tre punti.

“Ci può dare una grossa mano sia da quattro che da cinque, ha dichiarato coach Peppe Condello. In entrambi i lati del campo potrebbe essere per noi un importante aiuto. E’ chiaro che bisogna lavorarci e la ritengo una vera e propria scommessa ma la sua voglia di emergere è tanta e quale posto migliore della Costa d’Orlando per raggiungere questo genere di obiettivi”. Sono incoraggianti le prime parole del neoacquisto biancorosso.

“La scelta è stata facile perché so che è una società seria e ha ambizioni importanti ha dichiarato di Avanzini. Farò di tutto per onorare questa maglia e ripagare la fiducia. Sarà anche la mia prima esperienza al Sud, dopo anni passati in Lombardia, sono davvero curioso di vedere che tipo di basket mi aspetterà. Forza Costa!” conclude il nuovo arrivato alla Costa d’Orlando Basket.

Fonte: Ufficio Stampa Costa d'Orlando.

Cento rinnova Yankiel Moreno

La Benedetto XIV comunica che Yankiel Moreno, play italo-cubano già in casacca centese durante la stagione appena trascorsa, continuerà ad essere un giocatore biancorosso anche per il prossimo campionato.

La dichiarazioni del giocatore dopo l’accordo: «veniamo da una stagione non semplice, dove io in primis avrei voluto essere più incisivo per la squadra. Dopo aver parlato con Coach Mecacci e il Ds Belletti ho deciso di rimanere a Cento, qui mi trovo molto bene ma prima di tutto ho tanta voglia di dimostrare realmente il mio valore. Sono determinato nel fare bene e pronto a mettermi al servizio di allenatore e squadra per raggiungere gli obiettivi che fisseremo».

La Benedetto XIV è felice che si siano create le condizioni per la permanenza a Cento di Moreno ed è certa che il giocatore saprà corrispondere alle aspettative della società e degli appassionati.

#WeAreCento

Fonte: Ufficio Stampa Baltur Cento.

Germani Brescia: ufficiale la firma di Ken Horton

Germani Basket Brescia è lieta di comunicare che Ken Horton, atleta statunitense di 29 anni, farà parte del proprio roster per la stagione 2019-2020. Horton, ala grande di 201 cm, ha firmato un contratto valido per una stagione.

“Il nuovo progetto tecnico di Basket Brescia Leonessa si arricchisce di un’altra pedina importante – spiega Graziella Bragaglio, presidente della Leonessa -. Arriva a Brescia un giocatore di grande affidamento, con caratteristiche che si sposano bene con chi fa già parte del nostro roster. Sappiamo che Horton è un’ottima persona, pronto ad affrontare la sua prima esperienza in Italia con entusiasmo e a portare alla causa l’esperienza maturata nei tanti anni trascorsi in Europa”.

“Cercavamo un giocatore che avesse caratteristiche atletiche e tecniche che potessero incastrarsi bene con i componenti del nostro reparto lunghi, Zerini, Sacchetti e Cain – spiega Vincenzo Esposito, coach della Germani Basket Brescia -. Ken Horton è questo tipo di giocatore. Ha una buona mano, sia dalla media che dalla lunga distanza, e un’ottima predisposizione a rimbalzo. Ama giocare a tutto campo e predilige ritmi abbastanza sostenuti”.

“L’altra cosa che ci ha fatto propendere per il suo acquisto è che si tratta di un giocatore esperto ma non usurato fisicamente – conclude coach Esposito -. Ha giocato in vari campionati, vanta una grande esperienza ed è un’ottima persona. Tutto ciò dovrebbe facilitare il suo inserimento all’interno di un gruppo ben rodato, i cui componenti hanno già disputato campionati italiani ed europei”.

“Sono molto contento di raggiungere un grande club come Brescia in un grande Paese come l’Italia – le prime parole di Horton da giocatore della Leonessa -. La mia famiglia e io siamo molto entusiasti per il viaggio che stiamo per compiere e pronti a sperimentare una nuova cultura. Ho già ricevuto grandi sensazioni da parte dei tifosi bresciani, è una bella emozione. Voglio che i nostri fans sappiano che lavorerò duro per assicurarmi che si divertano e che possano farlo per tutta la stagione! Andiamo Brescia!”

LA SCHEDA – Nato il 25 luglio 1989 a Ossining, una città della Contea di Westchester nello Stato di New York, Kenneth Horton è un prodotto della Central Connecticut State University, dove ha giocato dal 2007 al 2012.

Dopo essere stato invitato a partecipare nel 2012 al Portsmouth Invitational Tournament, l’evento dedicato ai 64 migliori giocatori in odore di laurea, si dichiara eleggibile al Draft NBA del 2012, dove però non viene scelto. Da lì, inizia la sua carriera europea, vestendo la maglia dello Stade Olympique Maritime Boulonnais nella Pro A francese e chiudendo la stagione a Cipro con i colori dell’Apollon Limassol.

Dopo una parentesi agli Huracanes de Tampico (Messico), nel 2014 approda in Finlandia, vestendo la casacca del Kataja Basket Club, società della città di Joensuu, con la quale conquista il successo nel campionato finlandese. Trasferitosi in Germania, dal 2015 al 2017 indossa le maglia del Medi Bayreuth e di Telekom Bonn, con cui raggiunge le semifinali della FIBA Europe Cup (14.7 punti e 6.0 rimbalzi di media a gara), perse contro i francesi di Nanterre.

Nell’estate del 2017 viene chiamato dal Pau-Lacq-Orthez, squadra della Pro A francese, con cui disputa 33 partite e mette a referto 12.2 punti e 5.2 rimbalzi di media a partita. Nell’estate del 2018, infine, si trasferisce in Kazakistan al BK Astana, con cui vince il campionato nazionale e raggiunge i quarti di finale della VTB League, sconfitto senza appello (3-0) dal Khimki di Alexey Shved.

Fonte: Ufficio Stampa Leonessa Brescia.

Amadori Tigers Cesena: arriva il centro Tarik Hajrovic

Amadori Tigers Cesena comunica l’inserimento del pivot Tarik Hajrovic. Under classe 2000 di 203 cm, di origine serba e di formazione italiana, Hajrovic proviene dal Latina Basket, squadra inserita nel Girone Ovest della Serie A2, con la quale ha partecipato all’ultimo campionato raggiungendo le Final Eight di Coppa Italia ed i playoff. Importante poi il contributo del neo acquisto bianconero ad Anzio, nella Serie C Gold laziale, dove ha totalizzato 16 presenze viaggiando a 9,6 punti di media con un high stagionale di 30 punti. Fiore all’occhiello del settore giovanile di Latina, Hajrovic arriva a Cesena con la formula del prestito e va a completare il reparto lunghi a disposizione di coach Di Lorenzo.

Fonte: Ufficio Stampa Tigers Cesena.

Luca Cesana resta a Casale

Nel segno della continuità. La Novipiù Junior Casale Monferrato comunica l’estensione del contratto con il giocatore Luca Cesana: nato il 17 luglio 1997, 196 cm di altezza ed in grado di ricoprire diversi ruoli sul perimetro, nella passata stagione ha chiuso la regular season con 6.0 punti, 1.7 assist e 1.6 rimbalzi in 17.5 minuti di media a partita, con un eccellente 44% nel tiro da tre punti (miglior gara stagionale la vittoria esterna su Legnano, chiusa con 19 punti in 23 minuti con 6/8 al tiro).

Un giocatore con grandi margini di miglioramento, forte fisicamente, completo tecnicamente con una ottima capacità nel portare palla e qualità di passaggio, Luca ed il Club hanno deciso di proseguire insieme per consolidare un gruppo di esterni che avrà un nucleo italiano importante insieme a Davide Denegri, Fabio Valentini e Simone Tomasini, in attesa dello straniero che andrà a completare il backcourt.

Luca Cesana (Novipiù Casale Monferrato): «Sono davvero entusiasta per la proposta ricevuta dalla Junior di continuare insieme il percorso iniziato nella passata stagione. Farlo in un ambiente come quello di Casale, dove tutti sono messi nelle migliori condizioni per crescere e fare bene, è quel valore aggiunto che mi ha spinto ad accettare immediatamente. Non vedo l’ora di giocare nuovamente di fronte al nostro fantastico pubblico».

Giacomo Carrera (General Manager Novipiù Casale Monferrato): «La scelta di rinnovare Luca è per dare un senso di continuità alla squadra dell’anno scorso. Grazie alle sue caratteristiche fisiche e tecniche si sposa perfettamente con gli altri esterni del roster, crediamo inoltre che abbia ancora ampi margini di miglioramento per diventare un giocatore ancora più importante all’interno della nostra squadra».

Fonte: Ufficio Stampa Junior Casale.

Napoli parte con Brandon Sherrod?

Potrebbe essere Brandon Sherrod il primo straniero della Generazione Vincente Napoli, che disputerà il prossimo campionato di Serie A2, secondo quanto riferito a Sportando.

Sherrod ha disputato le ultime tre stagioni in Serie A2 tra Roseto, Scafati e poi ancora Sharks.

Nell’ultima annata Sherrod ha segnato 15.1 punti di media con 8.3 rimbalzi e 2.6 assist.

Barcellona, quale futuro per Thomas Heurtel?

Josè Ignacio Huguet di mundodeportivo.com fa il punto sulla situazione contrattuale di Thomas Heurtel .

Il play francese, in scadenza di contratto al 30 giugno, non ha ricevuto offerte di rinnovo dal club e non sarebbe nelle grazie di coach Pesic. Tuttavia il giocatore vorrebbe proseguire la sua avventura in blaugrana: è appena diventato padre e ha affari in città.

Ovviamente molto dipenderà dalla trattativa con Kostas Sloukas .

Kostas Sloukas, oggi il giorno della decisione?

Il play del Fenerbahce Kostas Sloukas è il grande accentratore del mercato europeo in queste prime settimane. Secondo mundodeportivo.com il giocatore potrebbe annunciare oggi la sua scelta tra l’offerta di rinnovo dei turchi e l’assalto del Barcellona.

Sempre secondo Mundo Deportivo la permanenza alla corte di Zeljko Obradovic sarebbe l’opzione più probabile, a meno di rilanci dell’ultima ora dei catalani.

Situazione in divenire in casa Urania Milano: Anna Cremascoli arriva in società?

Situazione in divenire in casa Urania Milano dopo la promozione in Serie A2. La posizione di coach Davide Villa non è salda, anche se è possibile l’affiancamento con Fabrizio Frates.

Secondo La Prealpina, un arrivo in società di Anna Cremascoli al fianco del cugino Ettore, attuale presidente del club, porterebbe però alla rivoluzione.

Il nome per la panchina, in quel caso, sarebbe Fabio Corbani.

Goran Bjelic resta a Nardò

Goran Bjelic è la terza pedina che la Frata “Andrea Pasca” Nardò piazza nel roster 2019/20. Classe ’83, ala/pivot di origine montenegrina, il gigante di Pogdorica (204 cm) continuerà a vestire granata dopo la seconda parte della passata stagione e sette anni dopo la sua prima volta a Nardò, nel 2012. Con il Toro ha vinto due campionati: Serie C2 e Serie C Silver (che regalò al club il primo storico approdo in B).

Nel 2019, agli ordini di coach Quarta, Bjelic ha offerto il suo contributo con 12 punti di media a partita, offrendo centimetri sotto canestro (più di 5 rimbalzi per match) ma anche buone mani da oltre l’arco (34% di realizzazione da tre punti). Con la sua esperienza e il suo forte senso di appartenenza alla causa neretina, è stato e sarà fondamentale anche all’interno dello spogliatoio.

“Sono veramente felice di legarmi ancora a Nardò, che considero casa mia. Nella stagione 2019/20 tutti ci guarderanno con occhio diverso dopo la chiusura in crescendo dell’annata da poco in archivio, noi dovremo farci trovare pronti. Non vedo l’ora di tornare in Salento e iniziare la preparazione, sono legato alla piazza, ai tifosi e a tutti i componenti del club. Mi metterò a disposizione di coach Quarta e offrirò la mia esperienza a supporto dei più giovani per aiutarli nel loro percorso di crescita”, le parole di Bjelic.

Fonte: Ufficio Stampa Frata Nardò.

Devonte Upson firma all’Asseco Arka Gdynia

Asseco Arka Gdynia ha annunciato la firma di Devonte Upson.

Upson proviene dallo Start Lublin dove ha realizzato 14 punti di media con 6.4 rimbalzi.

 

Fonte: Arka Gdyia.

Empoli conferma Daniele Sesoldi

E’ ormai da anni un punto fisso della prima squadra oltre che capitano ed anche la prossima stagione sarà così. Andrà infatti avanti il rapporto fra l’empolese Daniele Sesoldi e l’Use Computer Gross che ha rinnovato l’accordo in vista della prossima stagione col pivot classe ’92. A parte una parentesi di un anno alla Laurenziana che gli servì per fare esperienza, Daniele ha poi sempre militato nell’Use e nel Biancorosso ed anche il prossimo anno sarà così per la soddisfazione di entrambe le parti, oltre che del pubblico, che vedrà in campo un empolese prodotto e cresciuto in casa

Fonte: Ufficio Stampa Empoli.

Scafati annuncia il ritorno di Nicholas Crow

La Givova Scafati è lieta di comunicare a tuttu i tifosi ed appassionati il gradito ritorno in casa gialloblù di un altro importante atleta, 2019/2020: Nicholas Crow. Ala piccola, classe ’89, ’ , Nicholas è cresciuto sui campi di Rimini, dove suo padre Mark aveva giocato, facendo la sua prima apparizione con i Crabs in Legadue nel 2007/2008, per poi essere ceduto in prestito a Fossombrone e l’ anno successivo a Brescia ,in terza serie , anni in cui l’atleta ha  registrato medie punti in doppia cifra.

Sempre negli anni 2007/2008 ha debuttato nella Nazionale Italiana Under 18 prima – con la quale ha disputato gli Europei di Madrid – e Under 20 poi.  Nel 2011, dopo il fallimento del club riminese, Crow è stato ingaggiato da Upea Capo D’Orlando, sempre in terza serie, ed in quella stagione ha messo a referto 12 punti e 6 rimbalzi di media a partita. Nicholas ha poi fatto il suo esordio in serie A in maglia Scandone Avellino dove, nel 2012/2013, ha giocato solo 9 partite per un serio infortunio al polso destro. La stagione successiva (2013/2014) è stato ingaggiato dalla Fulgor Libertas Forli , per la quale ha segnato 256 punti stagionali in 21 presenze 21 . Quell’anno i suoi tabellini dicono :  12.1 p , 4.1 rimbalzi e 1.6 assist in media a partita. Il suo ultimo campionato, prima del precedente arrivo a Scafati ,è in serie A con la Consultinvest Pesaro. Poi, come detto, ha disputato ben tre campionati di fila in serie A2 sulle sponde del fiume Sarno, con un crescendo di rendimento, che gli hanno permesso di accedere ai play-off due volte su tre, di guadagnarsi il ruolo di capitano e di chiudere la sua precedente esperienza campana con 11.2 punti di media. La stagione appena conclusa lo ha visto infine protagonista con 10.4 punti e 4.1 rimbalzi per gara di media, con la casacca dell ’Andrea Costa Imola.

Dichiarazione di  Nicholas Crow: «Sono felice di ritornare a Scafati, che per me e la mia famiglia è praticamente una seconda casa. Ritrovo tante persone care ed un ambiente carico, con grandi ambizioni. Conosco la squadra, ho già parlato con l’allenatore e ritengo che i presupposti per una grande stagione ci siano tutti.  Al di là dell’aspetto sportivo, a Scafati ritrovo un ambiente e tanti amici che porto nel cuore e che, con il loro amore, rendono speciale anche la permanenza della mia famiglia».

Fonte: Ufficio Stampa Scafati Basket.

Rieti ingaggia Andrea Pastore

La Zeus Energy Group mette a segno il primo colpo della stagione con l’ingaggio di Andrea Pastore.

Andrea Pastore, arriva a Rieti dopo l’esperienza alla Bakery Piacenza con cui ha chiuso la regular season ad 8 punti di media ed il 44% da tre punti, medie aumentate nel play-out con 12.6 ppg ed il 45% dalla lunga distanza.

Vecchia conoscenza di Rieti ed avversario di tante battaglie con la maglia della Benacquista Assicurazioni Latina, tra le sue esperienze passate anche una stagione con la maglia di Giulianova in serie B.

Guardia del ’94, alto 190 cm, Pastore fa dell’agonismo e della precisione dall’arco un suo marchio di fabbrica.

Queste le prime dichiarazioni di Pastore da neo giocatore amarantoceleste :” Sono contento di poter tornare a Rieti, una piazza che conosco e che apprezzo. La scelta di tornare è sicuramente dovuta a due fattori, la fiducia che mi è stata data da coach Rossi e tutto lo staff, ed il tifo reatino. Da avversari abbiamo avuto contrasti che spero di sanare quanto prima. Sono sicuro che sul campo saprò dimostrare il mio valore e riconquistare la fiducia ti tutta la tifoseria”.

“Diamo il benvenuto ad Andrea nella famiglia della NPC Rieti. Il ragazzo ha dimostrato grandissima voglia di venire qui da noi, compiendo anche delle rinunce importanti e questo è stato un segnale chiaro che abbiamo raccolto immediatamente. Riteniamo che Andrea sia un giocatore da Rieti, fatto apposta per noi e per il nostro pubblico. Abbiamo il dovere di guardare al futuro e di formare il team più forte e combattivo possibile. In questo riteniamo che Pastore possa darci una grande mano. Come detto, ha voluto fortissimamente Rieti e come già detto anche dal presidente Cattani, noi abbiamo bisogno in primis di ragazzi che dimostrino la voglia di voler venire qui, di giocare per noi e combattere per i nostri colori” queste le parole del Direttore Sportivo Gianluca Martini.

Si inizia quindi a comporre il team della stagione 2019/2020 con i prossimi innesti già in dirittura d’arrivo.

Fonte: Ufficio Stampa NPC Rieti.

Zenit: triennale per Andrey Zubkov

Lo Zenit San Pietroburgo ha annunciato la firma di Andrey Zubkov.
L’ala ha firmato un contratto di tre anni con il team russo.
Zubkov proviene dal Khimki Moscow Region.

Devecchi continuerà a giocare: Voglio scrivere un lieto fine diverso alla mia storia con Sassari

Giacomo Devecchi non ha intenzione di smettere di giocare.
Dopo la delusione per la sconfitta in finale scudetto contro l’Umana Reyer Venezia il capitano del Banco di Sardegna Sassari continuerà ancora a giocare con la Dinamo.

“Non vedo l’ora di riprendere a giocare per scrivere un lieto fine diverso alla mia storia con Sassari” ha detto Devecchi a Il Cittadino.

Kawhi Leonard sta seriamente pensando di rimanere ai Raptors

Secondo Yahoo Sports, Kawhi Leonard starebbe seriamente pensando di rimanere ai Toronto Raptors per difendere il titolo vinto pochi giorni fa.
Leonard uscirà dal suo contratto da $21.3 milioni per il prossimo anno.
I Raptors potranno offrirgli un quinquennale da 190 milioni di dollari.

L’altra squadra in corsa per Leonard sembrerebbero essere i Los Angeles Clippers .

Fonte: Yahoo Sports.

Il Fenerbahce annuncerà nei prossimi giorni l’ingaggio di Furkan Korkmaz?

Il Fenerbahce annuncerà nei prossimi giorni l’ingaggio di Furkan Korkmaz . Secondo Ajansspor il club turco avrebbe raggiunto l’accordo con il giocatore che verrà liberato dai Philadelphia 76ers il primo luglio.

Prodotto dell’Anadolu Efes, Furkan Korkmaz è un classe 1997 reduce da una stagione non semplice in Nba, con 48 gare giocate a 13.6’ di media. Già a novembre il giocatore aveva chiesto ai 76ers di essere scambiato visto lo scarso utilizzo.

Regista di lusso: la Teate Basket ingaggia il play Alexander Simoncelli

La Teate Basket Chieti è lieta di comunicare l’ingaggio del playmaker classe 1986 di 188 cm Alexander Simoncelli che si lega alla società teatina con un contratto biennale.

Fresco vincitore nelle Final Four di Montecatini dove con l’Urania Milano ha staccato il pass per la Serie A2, l’esperto esterno di Bussolengo (VR) è stato scelto dal General Manager Michele Paoletti e da coach Piero Coen non solo per le sue indubbie capacità tecniche ma anche per il prezioso supporto che potrà offrire agli atleti più giovani in ottica futura. Senza ombra di dubbio Simoncelli rappresenta un vero lusso per la categoria ed, insieme agli altri innesti che verranno resi ufficiali nelle prossime ore, s’inserisce in una squadra che vuole ambire a grandi traguardi nell’immediato futuro.

Capace di alternare le soluzioni personali e di mettere in ritmo i compagni in virtù di un’ottima visione di gioco, Alex incarna perfettamente il ruolo del metronomo del gruppo. Il suo bagaglio tecnico sconfinato gli permette di trovare con regolarità il fondo della retina tanto dall’arco quanto in area sia penetrando al ferro sia con il classico arresto e tiro dalla media. Ma, dato assolutamente rilevante, nella stagione appena conclusa ha fatto registrare oltre cinque assist a partita a dimostrazione di quanto possa giovare l’intero quintetto della sua presenza sul parquet. Ma la sua propensione offensiva non può oscurare di certo lo spirito di sacrificio e l’intensità con i quali si spende in difesa sul portatore di palla.

Cresciuto nel settore giovanile di Casalpusterlengo, Simoncelli fa il suo esordio in prima squadra in Serie B nella stagione 2006/07: al termine dell’esperienza di otto anni con la compagine lombarda, il suo palmares viene impreziosito dalla vittoria per due volte della Coppa Italia (2007 e 2009), competizione nella quale troverà altre gioie anche nel futuro. Con la canotta dell’Assigeco Casalpusterlengo disputa anche due stagioni in LegaDue prima di trasferirsi in terra pugliese all’Enel Brindisi (11/12) sempre nella medesima categoria. Nel corso della stagione però farà ritorno al nord accasandosi a Piacenza dove fa registrare statistiche di tutto rispetto:22.3 minuti di media per 5.8 punti con il 34,9% da tre e l’80% ai liberi. Nel 2012/13 arriva la chiamata di Castelletto Ticino in DNA giocando da protagonista una stagione importante impreziosita dal trionfo ancora in Coppa Italia. Dopo la breve esperienza di Firenze (2013/14), l’Orsi Derthona Basket lo sceglie in cabina di regia in Serie A2 affidandosi alle sue competenze per un biennio (2014/16), del quale il secondo anno viene festeggiato anche con dei buoni playoff. Nel 2016/17 scende di categoria per sposare il progetto della Paffoni Fulgor Omegna con la quale centra per due anni consecutivi la finale playoff senza, però, riuscire a staccare il pass per Montecatini. Tuttavia nel 2017/18 a Jesi si toglie la soddisfazione di alzare nuovamente la Coppa Italia LNP. La scorsa estate passa a Milano con la quale, come abbiamo detto prima, sbaraglia tutte le avversarie durante i playoff (compresa la stessa Omegna in finale) fino al successo sull’Amatori Basket Pescara di poco più di una settimana fa.

“Ho finito da poco la stagione ma la Teate Basket ha dimostrato un interesse così forte nei miei riguardi che sono rimasto sorpreso– dice Alexander Simoncelli- Una volta appurato il fatto che Chieti sta portando avanti un progetto ambizioso, mi sono subito convinto ad accettare l’offerta per cui non posso che essere felice per la mia scelta. Ho appena festeggiato la promozione in A2 con Milano ed ho provato emozioni talmente intense che sono concentrato affinchè a giugno del prossimo anno possa riviverle con i miei compagni. Senza giri di parole sono venuto a Chieti perché voglio vincere il campionato, ovviamente dovremo affrontare sfide difficili perché le nostre avversarie non staranno a guardare ma, sentendo anche i nomi dei miei prossimi compagni che si stanno accordando per venire qui, sono certo che avremo un roster forte. Al PalaTricalle sono venuto diverse volte da avversario e me lo ricordo per il calore del suo pubblico: pertanto spero che i tifosi teatini possano emozionarsi e festeggiare tanto con noi!”

Il Direttore Generale Michele Paoletti commenta così l’arrivo di Simoncelli: “La pedina del playmaker in una squadra è la più importante, essendo il cervello del gruppo. Ritengo che con Simoncelli abbiamo portato a casa il meglio che ci fosse sul mercato. Tecnica, esperienza, stazza, forza di volontà, il top insomma. Insieme all’estro e l’esplosività di Meluzzi ritengo formeranno la coppia meglio assortita della categoria. L’unica garanzia che Alex ci ha chiesto tramite il suo agente Riccardo Artoni, è stata la garanzia che il nostro fosse un progetto che mirasse a vincere senza riserve e che lui potesse essere al centro dello stesso anche l’anno dopo nella categoria superiore. Di fronte a queste premesse, diventa facilissimo trovare un accordo, per raggiungere il quale abbiamo impiegato 12 ore. Il presidente Marchesani voleva un vincente e mi ha dato via libera immediata per Alex: lo ringrazio per questo”.

Fonte: Ufficio Stampa Teate Basket Chieti.