Basket rumors

Scegli una data

Alessandro Fantozzi nuovo coach di Cassino

La BPC Virtus Cassino comunica di aver affidato l’incarico di capo allenatore della prima squadra a coach Alessandro Fantozzi, lo scorso anno head coach della Janus Basket Fabriano.
Il coach classe ’61 nativo di Livorno, ha iniziato la sua carriera da allenatore al Basket Cecina nella stagione 2007-2008. Nel 2009-2010 diventa capo allenatore in serie C dilettanti alla Cestistica Gioiese per poi passare nel biennio 2010-2012 alla Viola Reggio Calabria.
Nel 2013-2014 si trasferisce in serie B a Martina Franca, per poi passare ad anno in corso a Monsummano.
Nel 2015-2016 è all’Ambrosia Bisceglie, con il centro cassinate Alessandro Cecchetti, che ritroverà in questa sua nuova avventura.
Nel 2017-18 è invece a Fabriano in serie B, subentrando a tre giornate dal termine della regular season, all’esonerato coach Daniele Aniello, ed ottiene la permanenza nel campionato cadetto passando dai play-out.
Nel 2018-19 viene confermato come capo allenatore della società cartaia, e guida la formazione marchigiana al terzo posto in regular season e ai playoff promozione, cosa che non accadeva nell’ambiente cestistico fabrianese da circa 15 anni. Termina la stagione con la sconfitta nei quarti di finale contro Napoli ed il suo rapporto con i bianco-blu, quindi, giunge al capolinea.
Nel 2019-20, dunque, l’approdo nella compagine del patron Manzari, subentrando questa volta allo storico coach cassinate, Luca Vettese, con l’obiettivo di sovvertire uno score negativo di 1 vittoria e 10 sconfitte.
Arriva all’ombra dell’abbazia una figura sicuramente rilevante della pallacanestro italiana, un allenatore dal grande carisma e dalla eccellente preparazione, ma certamente un ex giocatore dall’invidiabile carriera, potendo vantare nel suo palmarès una Coppa Korać con la maglia della Virtus Roma, 2 campionati di Lega Due vinti con la maglia della Libertas Livorno e una medaglia d’argento agli europei FIBA EuroBasket Italia ’91.
La società intende augurare al neo coach cassinate un buon lavoro, con l’obiettivo di rinvigorire l’ambiente rossoblù.
Benvenuto Alessandro e… Viva il lupo.

Fonte: Ufficio Stampa Virtus Cassino.

Pesaro: ufficiale l’esonero di Perego e l’arrivo di Sacco

Con rammarico, la Carpegna Prosciutto Basket Pesaro comunica la fine del rapporto di collaborazione con Federico Perego.

Venute meno le prospettive del progetto ipotizzato la scorsa estate, la società, con dispiacere, ha assunto la decisione di separarsi dal Coach, al quale riconosce grande professionalità e dedizione al lavoro.

La Vuelle augura a Perego le migliori fortune personali e professionali per il futuro.

Perego sarà sostituito da Giancarlo Sacco, che nel pomeriggio di oggi dirigerà il primo allenamento.

Pesarese, classe 1957, Sacco, oltre a numerose altre squadre, ha già allenato Pesaro negli anni 80 e 90.

Nel 1985, con la Scavolini, ha conquistato la Coppa Italia. Nella stessa stagione è stato nominato allenatore dell’anno. Ha inoltre raggiunto 2 finali scudetto, ulteriori due finali di Coppa Italia e 2 finali in competizioni europee.

E’ stato allenatore della selezione europea nel 1991 e coach in due All Star Game. A livello giovanile ha vinto 4 delle 10 finali conquistate.

Sacco sarà presentato sabato prossimo, 7 dicembre, alle ore 10.00, presso la sala stampa della Vitrifrigo Arena.

Fonte: Ufficio stampa VL Pesaro.

Zenit San Pietroburgo: Plaza rigetta le voci di addio e arriva Popovic come ds

Nessun cambio in panchina, ma solo dirigenziale in casa Zenit San Pietroburgo. Secondo Izvestia, il club russo dovrebbe confermare in panchina Joan Plaza, affiancandogli Marko Popovic nel ruolo di direttore sportivo.

Il 37enne ex giocatore croato giocò agli ordini di Plaza nel 2012-2013 allo Zalgiris Kaunas.

Nella giornata di ieri erano circolate voci su un contatto tra lo Zenit e Simone Pianigiani per la successione di Joan Plaza. Il coach ha poi scherzato sulla vicenda su Twitter.

Casarin: Haynes? Siamo sempre attenti. Goudelock? Serve pazienza

Il presidente di LBA Federico Casarin analizza il momento di Umana Reyer Venezia su La Nuova Venezia e due situazioni in particolare.

SU MARQUEZ HAYNES

«MarQuez è stato un giocatore importante per Venezia, insieme abbiamo vissuto tanti giorni belli, ma la scorsa estate ha fatto la scelta di non giocare. Più sentito? Da presidente, non chiamo i giocatori, sappiamo quello che sta facendo, anche perché il suo agente è lo stesso di Goudelock, e come società siamo da sempre attenti a tutto quanto avviene in giro per il mondo»

SU ANDREW GOUDELOCK

«Continua a lavorare, ha accusato qualche fastidio a causa del sovraccarico, sapevamo di dover avere pazienza e che i tempi non sarebbero stati brevi»

Galatasaray sulle tracce di Alex Perez

Il Galatasaray firma Alex Perez.

Alex Perez ha giocato sette gare in questa stagione di EuroLeague con lo Zalgiris Kaunas producendo 3.1 punti e 1.9 assist.

L’ex Banvit è stato poi rilasciato dalla società lituana. 

Il Baskonia firma l’ex Valencia Sergi Garcia

Il Baskonia ha firmato l’ex Valencia Sergi Garcia .

Il play ha iniziato la stagione in prestito al Rasta Vechta in Germania. Poi lo svincolo dalla società taronja.

Ciribeni lascia Roseto

Il Roseto Sharks comunicato di aver raggiunto l’accordo con il proprio
tesserato Leonardo Ciribeni per la risoluzione del contratto che lo
legava alla società biancazzurra per il campionato di A2 2019/20. Da ora
il giocatore potrà continuare la propria stagione sportiva in un altro
club. Il Roseto Sharks ringrazia Ciribeni , augurandogli di raggiungere
i migliori risultati dopo aver dimostrato a Roseto di essere un serio e
corretto professionista.

Il Baskonia tenta il ritorno di Arturs Kurucs

Il Baskonia, alle prese con alcuni infortuni, sogna il ritorno, già questa stagione di Arturs Kurucs.
Il giovane lettone classe 2000 è stato mandato in prestito al VEF Riga dove è letteralmente esploso e dove segna 11.8 punti di media in BCL ed oltre 14 nella lega Lettone-Estone.
Baskonia e VEF Riga hanno iniziato a parlare di un possibile buyout per Kurucs, fratellino del giocatore dei Nets, Rodions.

Udine, colpo Gazzotti

Apu Oww comunica di avere raggiunto nella giornata odierna un accordo con l’atleta Giulio Gazzotti , ala forte proveniente dalla Vanoli Cremona. L’accordo sottoscritto vale fino al termine della stagione 2019-2020 con opzione per la stagione successiva. La società bianconera ha deciso di cercare sul mercato la soluzione per restituire un assetto il più possibile equilibrato a coach Ramagli e, non appena si è prospettata la possibilità di raggiungere un accordo con un atleta in uscita dalla Serie A come Gazzotti, si è attivata con grande tempestività. Da sempre è nel dna della società intervenire alla ricerca di correttivi quando si rendono necessari aggiustamenti finalizzati a dare una mano alla squadra nel momento del bisogno. La trattativa si è sviluppata e conclusa in tempi rapidissimi: l’ex giocatore di Cremona ha manifestato fin da subito grande entusiasmo nell’accettare la piazza udinese, sebbene di categoria inferiore. Gazzotti ha scelto Udine per trovare spazio, rimettersi in gioco e sfruttare la grande opportunità offerta dall’APU come trampolino di rilancio. Non è un mistero che per i giocatori italiani, soprattutto quelli che ricoprono i ruoli di 4 e 5, trovare uno spazio adeguato in Serie A sia sempre più complicato considerata la massiccia presenza degli atleti stranieri. Anche Giulio in serie A si trovava nella situazione di doversi confrontare con una concorrenza agguerritissima. Il matrimonio si è concluso in maniera quasi “naturale”: l’APU cercava un giocatore solido, polivalente, fresco, pronto da subito, che fornisse un’ulteriore opzione nel reparto lunghi e spinto da grande motivazione. Il giocatore da parte sua cercava una squadra che gli permettesse di esprimere a pieno il suo potenziale. Alla società friulana, soprattutto, è piaciuta molto la disponibilità e l’entusiasmo nello sposare la causa bianconera. Nel corso della sua carriera, dopo essere uscito dal vivaio della Virtus Bologna con cui ha vinto gli scudetti under 17 nel 2008 e under 19 nel 2010, Gazzotti ha indossato le maglie di Ozzano, Latina, Lucca, Ferrara, Pesaro e Cremona in due avventure separate. A Cremona ha vinto la Coppa Italia 2019 e disputato i play-off. Gazzotti, che gioca nel doppio ruolo di ala, arriverà a Udine nella giornata di domani e si metterà immediatamente a disposizione di coach Ramagli per poi esordire in maglia Oww domenica a San Severo.

LE PAROLE DEL PRESIDENTE ALESSANDRO PEDONE
«Come ci piace fare, nel momento della difficoltà, ci siamo attivati in tempi rapidissimi per provare a sistemare la squadra secondo le indicazioni dell’allenatore. Rinunciando al capitano a cui va un abbraccio da parte di tutti noi e successivamente inserendo un atleta come Gazzotti, ci siamo presi le nostre responsabilità per fare in modo di dare una svolta a una stagione che finora è stata al di sotto delle nostre aspettative e di quelle della nostra magnifica tifoseria. Voltiamo pagina e guardiamo al futuro con rinnovato entusiasmo. In bocca al lupo a Cortese e benvenuto a Gazzotti che, da come ci viene presentato, non avrà alcuna difficoltà ad integrarsi nel gruppo a disposizione di coach Ramagli. Diamogli il giusto tempo per ambientarsi, ma sono certo che saprà darci una grande mano già a partire da domenica a San Severo dove, ne sono sicuro, partirà la nostra riscossa».   ­­­

LA SCHEDA
Nome: Giulio
Cognome: Gazzotti
Data di nascita: 23/09/1991
Luogo di nascita: Bologna
Ruolo: ala
Altezza: 202 cm

Fonte: Ufficio stampa Apu Gsa Udine.

Eurobasket e Anthony Miles si separano

Eurobasket comunica che, a seguito della richiesta del giocatore Anthony Miles di rientrare negli Stati Uniti per motivi personali, la società, visti gli ottimi rapporti e la stima reciproca con l’atleta, ha concesso allo stesso di lasciare la squadra.

Nell’augurare ad Anthony le migliori fortune, personali e professionali, la società è già al lavoro per la sostituzione con un giocatore di pari livello.

Fonte: Ufficio Stampa Eurobasket Roma.

Cassino accetta le dimissioni di coach Vettese

La BPC Virtus Cassino rende nota la decisione della società di interrompere il rapporto di collaborazione con lo storico tecnico rossoblù, Luca Vettese, che durava dal settembre del 2012, accogliendo la volontà dell’allenatore di dimettersi dall’incarico di coach della prima squadra.
Un periodo di tempo costellato da grandi emozioni dentro e fuori dal campo, con una programmazione ed una continuità di successi unici, che ha visto venir meno i risultati solo in quest’ultimo anno e mezzo.
Non potranno mai essere dimenticate le tappe fondamentali della storia cassinate con Luca Vettese capo allenatore: la vittoria dei campionati di serie D regionale, di serie C nazionale ed, in particolare, di quello di Serie B, culminato con la grande gioia del 10 Giugno 2018 a Montecatini.
Successivamente, la stagione appena trascorsa di Serie A2, particolarmente complicata per tutto l’ambiente cassinate, non solo per l’allenatore esordiente nella categoria, e la retrocessione lontana dalla città di Cassino.
Nella stagione agonistica 2019/20 il ritorno a casa, non decisamente felice per le ‘V’ cassinati, protagonisti in negativo di una sola vittoria in 11 giornate di campionato sin qui disputate.
Da qui, la decisione del coach rossoblù di fare un passo indietro, già tentato più volte dall’allenatore molisano, ma sempre respinto dalla società cassinate. Davanti, però, ad una scelta questa volta irremovibile da parte di Vettese, la società non poteva far altro che accettare questa conclusione del rapporto da parte del coach con la squadra di punta della città martire.
A volte, nello sport, come nella vita, vanno prese delle scelte non semplici, ma oggi la società desidera più che mai ringraziare Luca per la vicinanza, l’affetto, il bene e l’abnegazione nel lavoro svolto a 360°.
È giusto per questo celebrare un grande uomo, una persona leale, onesta, buona, gentile, un allenatore preparato e perbene che ha messo davanti a tutto sempre il bene della società che per 7 lunghi anni ha rappresentato in maniera esemplare sui campi di tutta Italia.
Coach Vettese ha deciso comunque di non interrompere in maniera definitiva il rapporto con la società della città martire, in quanto lo stesso continuerà a ricoprire il ruolo di responsabile del settore giovanile cassinate, carica che già aveva assunto a seguito delle dimissioni dei mesi scorsi di coach Peraro, e che tanto bene sta facendo sui campi di tutta la regione.
Il rapporto tra Vettese e la BPC Virtus Cassino, dunque, continuerà anche se con modalità diverse.
La società intende ringraziare Luca per tutto ciò che ha fatto sino ad oggi, confidando in una collaborazione che sicuramente continuerà, e sarà senza dubbio ancora proficua e soddisfacente come dimostrano questi anni.
L’affetto ed il ‘matrimonio’ tra il coach e la Virtus andrà dunque avanti.
Tra poche ore, la società rossoblù comunicherà il suo sostituto.

Fonte: Ufficio Stampa Virtus Cassino.

Vicenza esonera coach Marco Venezia

Dopo la sconfitta registrata nell’ultima giornata di campionato, a Soresina, la Pallacanestro Vicenza ha maturato la decisione di sollevare dall’incarico l’allenatore Marco Venezia. In conseguenza, il prof. Marco Sinicato, componente lo staff tecnico, come assistente e preparatore atletico, ha rassegnato le proprie dimissioni. La Pallacanestro Vicenza 2012 ringrazia vivamente entrambi per l’impegno e dedizione nel processo di crescita societario e per la grande passione e professionalità sempre dimostrate nello svolgimento dei propri ruoli. La guida tecnica della squadra viene temporaneamente affidata al coach Andrea Bortoli, allenatore già presente nello staff della Pallacanestro Vicenza ed al quale viene rivolto un caldo augurio di buon lavoro e positivi risultati.

Marco Portannese torna a Scafati

La Givova Scafati è lieta di annunciare il gradito ritorno in casacca gialloblù dell’atleta Marco Portannese, che ha firmato un contratto biennale ed è già a disposizione di coach Giovanni Perdichizzi e del suo staff, anche se potrà essere utilizzato in una gara ufficiale solo dopo la fine del turno di andata del campionato di serie A2, ovvero dal 16 dicembre innanzi.
Guardia trentenne di 192 cm, originario di Agrigento, mosse i suoi primi passi nel mondo della pallacanestro nella sua città natale, prima di approdare alla Don Bosco Livorno. Nel 2007 fu ingaggiato dalla Mens Sana Siena, dove vinse il campionato under 19, guadagnandosi il posto nel miglior quintetto dell’intero torneo, e dove debuttò pure in serie A (il 30/12/2007 contro l’Orlandina). La stagione seguente fu mandato in prestito alla Sutor Montegranaro (serie A), dove però non ebbe molto spazio, mentre nel 2009/2010 andò a giocare per la Virtus Siena in serie A dilettanti (16 punti di media in 28 gare disputate), dove vinse la classifica del maggior numero di palle recuperate (2,93 di media). La sua prima volta con la maglia scafatese risale invece alla stagione 2010/2011 (Legadue), ma dopo pochi mesi rescisse il contratto consensualmente per ritornare alla Virtus Siena in serie A dilettanti, dove vinse la Coppa Italia di categoria e divenne il miglior realizzatore del girone A (15,4 punti di media in 19 gare disputate). Nel 2011/2012 si legò alla PMS Torino in Divisione Nazionale A, dove chiuse il campionato con 16,4 punti di media in 35 incontri totali. Il suo ritorno in Sicilia è datato invece giugno 2012, in virtù dell’interessamento dell’Orlandina (Legadue), con cui chiuse un contratto triennale, ma di fatto vi restò solo due anni (9,6 punti di media in 21 gare il primo anno; 10,2 punti di media in 41 incontri il secondo). Rescisso consensualmente il contratto con il sodalizio messinese, nella stagione 2014/2015 passò alla Virtus Bologna in serie A, ma l’esperienza fu fugace, perché a gennaio 2015 vestì poi la casacca di Latina (serie A2 Silver), dove fece registrare 13,8 punti di media in 15 partite. Il ritorno a Scafati risale invece al 2015/2016, anno in cui (cproprio con coach Giovanni Perdichizzi in panchina) vinse la Coppa Italia di seria A2 ed il titolo di m. v. p. della finale, mentre la stagione agonistica si chiuse complessivamente con 12,1 punti di media in 39 incontri. A luglio 2016 firmò per la Scaligera Verona (serie A2), dove collezionò 11,6 punti in 38 gare, per poi guadagnarsi la convocazione in nazionale svizzera (2017), grazie alle origini elvetiche della madre, ed un contratto dalla Vanoli Cremona in massima serie e, nella medesima categoria, l’anno seguente all’Auxilium Torino. Nella stagione in corso, ha militato nelle fila del Lugano Tigers nel massimo campionato svizzero, facendo registrare 14,2 punti di media in 8 gare disputate.
L’atleta, superate positivamente le visite mediche di rito, ha subito iniziato ad allenarsi con i nuovi compagni e si sta preparando al meglio per poter essere d’aiuto alla squadra con l’avvio del turno di ritorno per risalire quanto prima la china nella classifica del girone ovest.
Dichiarazione del responsabile scouting Enrico Longobardi: «Sono molto felice di ritrovare Marco nella nostra squadra. E’ un giocatore di livello superiore e sarà sicuramente un valore aggiunto in un organico che è già di base competitivo e completo. Spero possa rappresentare la scintilla che ci serviva per portare a casa quanti più risultati utili possibili. Ne approfitto per fare un enorme in bocca al lupo a Marco Contento, un ragazzo che ho avuto il piacere di conoscere in questi due anni e che non merita assolutamente tutta questa sfortuna».
Dichiarazione del neo tesserato gialloblù Marco Portannese: «Il mio primo pensiero arrivando a Scafati é stato verso Mimì, penso che mi mancherà tantissimo. Sono venuto a Scafati perché credo nella squadra, é forte e si può togliere belle soddisfazioni; inoltre, ho un conto in sospeso verso la mia ex stagione qui. I rapporti con il patron Longobardi e con il coach Perdichizzi hanno poi inciso fortemente nel mio convincimento di fare ritorno qui. Faccio un caro saluto ai tifosi che mi sono stati vicini anche negli anni passati, durante i quali ho ricevuto tanti messaggi da parte loro, riempiendomi il cuore di gioia. Ora toccherà a noi far vedere che non meritiamo questa classifica e far di tutto per cambiare le cose, perché la presidenza, i tifosi e la città di Scafati meritano di più».

Fonte: Ufficio stampa Scafati Basket.

Malaga vicina all’accordo con l’Estudiantes per Dario Brizuela?

Secondo Encestando, l’Unicaja Malaga sarebbe vicina a chiudere un accordo con l’Estudiantes per firmare la guardia Dario Brizuela.

Il giocatore in estate si era accordato con Valencia, ma l’Estudiantes aveva rifiutato di cederlo nonostante un’offerta da 180.000 euro.

Dopo 10 partite in ACB Brizuela viaggia con medie di 14.1 punti e 2.5 assist.

Fonte: Encestando.

Il Lovcen 1947 ingaggia il rookie KeVaughn Allen

Il Lovcen 1947 ha annunciato l’arrivo della guardia KeVaughn Allen.
Il rookie viene da una stagione da senior a Florida con medie di 11.8 punti, 2 assist e 1.4 recuperi.

Nuova pedina per la Germani, ufficiale l’arrivo di Ojars Silins

Germani Basket Brescia è lieta di comunicare di aver raggiunto un accordo con Ojars Silins, ala lettone di 26 anni, che sarà dunque una nuova pedina a disposizione di coach Vincenzo Esposito. Silins, già visto in Serie A con le maglie di Reggio Emilia, Trento, Trieste e Avellino, ha firmato un contratto a gettone che sarà valido per i prossimi due mesi e che contiene un’opzione fino al termine della stagione. L’atleta, che sarà a Brescia nelle prossime ore, sarà presentato nel corso di una conferenza stampa, che si svolgerà presso la sala stampa del PalaLeonessa A2A venerdì 6 dicembre alle ore 14.00.
LA SCHEDA | Nato a Riga il 20 luglio 1993, Ojars Silins (204 cm per 96 kg) cresce nelle giovanili del DSN Riga, poi si sposta in Italia, dove vive una breve parentesi prima nella Stella Azzurra Roma, poi nelle giovanili della Pallacanestro Reggiana. Dopo aver disputato una stagione nella squadra lituana del Keizarmezs, nel 2012 torna in Italia, sempre a Reggio Emilia, e diventa una pedina importante della squadra biancorossa, con cui vince l’EuroChallenge nel 2014 e la Supercoppa Italiana nel 2015, raggiungendo due volte la finale scudetto, nel 2015 e nel 2016.

Lasciata l’Emilia, nella stagione 2016-2017 si sposta in Germania nelle fila del Telekom Baskets Bonn. L’esperienza tedesca dura una stagione: l’anno seguente, infatti, l’ala lettone si trasferisce alla Dolomiti Energia Trentino, con la quale arriva a disputare nuovamente la finale scudetto (persa 2-4 con l’Olimpia Milano) dopo una stagione lunga 43 partite, nelle quali colleziona una media di 8.1 punti e 2.2 rimbalzi a partita e il 37.4% nel tiro da 3.

Acquistato a gettone da Trieste a causa dell’infortunio di Peric, tra ottobre e dicembre del 2018 colleziona in maglia biancorossa 8 presenze e 7.4 punti di media a gara, con 9 punti all’attivo contro la Germani nella gara del 21 ottobre. Terminata l’esperienza in terra giuliana, si trasferisce alla Sidigas Avellino, con cui disputa la gara dei quarti di finale della Final Eight 2019 (5 punti nel match perso con l’Happy Casa Brindisi) e 15 partite in campionato (6.1 punti e 2.4 rimbalzi di media a partita e 9 punti a segno nella sfida con la Leonessa del 10 febbraio scorso), uscendo sconfitto nella serie dei quarti di finale dei playoff scudetto per mano dell’A|X Armani Exchange Milano.

Fonte: Ufficio stampa Brescia.

Cantù prova a convincere Joe Ragland?

Secondo La Provincia, a Cantù starebbero pensando a un’aggiunta nel backcourt, visto il rendimento non soddisfacente del trio Clark-Collins-Young, tutti sotto il 30% da tre in stagione.
Il giornale rivela che ci sarebbe qualcuno all’interno del club pronto a garantire un extra-budget per migliorare la situazione, e una delle idee sarebbe quella del clamoroso ritorno di Joe Ragland. Il playmaker aveva firmato con il Darussafaka a inizio anno ma aveva dovuto rinunciare a causa di problemi fisici, ora risolti.

Santoro: Ci siamo orientati verso un giocatore ‘pronto all’uso’ con esperienza pluriennale in A

Sandro Santoro, GM della Leonessa Brescia, parla con QS della scelta del club per sostituire l’infortunato Ken Horton, che a questo punto sembra proprio essere Ojars Silins. L’identikit è quello: “Ci siamo orientati verso un giocatore ‘pronto all’uso’, con esperienza pluriennale in Serie A. E’ elemento duttile, la figura più adatta al nostro modo di giocare”
Il lettone dovrebbe firmare un accordo bimestrale, con opzione di rinnovo sino a fine stagione.

Santoro dice la sua anche sui risultati del team guidato da Esposito: “Siamo soddisfatti ma non dobbiamo accontentarci. Anche in EuroCup lavoriamo ogni giorno con la volontà di passare il turno”.

Euroleague e Amazon in trattativa per la creazione di uno store online

Euroleague e Amazon sono in trattativa per la creazione di uno store online di Euroleague, dove i fan potrebbero trovare prodotti di merchandising legati alla competizione e ai suoi club, secondo quanto riferito a Sportando.

Nel corso di un incontro oggi ad Atene, le due parti hanno discusso approfonditamente di come espandere tecnologicamente la visibilità globale di Euroleague per attrarre nuovi fans.

Trieste sul mercato per un playmaker, senza esito il sondaggio per Marquez Haynes

SuperBasket Daily rivela gli ultimi aggiornamenti sulle idee dell’Allianz Trieste in chiave mercato.
Il team, confortato anche dalla prestazione di Justice contro Treviso, avrebbe deciso di concentrare gli sforzi su un nuovo playmaker.
Sarebbe stato fatto anche un sondaggio con Marquez Haynes, che attualmente non sarebbe disposto a tornare in campo ‘Se non per un clamoroso – ma al momento non di attualità – ritorno alla Reyer Venezia’.

Arnett Moultrie invitato in Cina per un workout

Arnett Moultrie, big man scelto a fine primo giro nel Draft NBA 2012, è stato invitato in Cina per svolgere un workout con lo Zhejiang Chouzhou.
Il giocatore viene da 6 partite con oltre 17 punti e 6 rimbalzi di media per il Parma Basket Perm.