Basket rumors

L’Olympiacos si iscrive alla corsa per Panagiotis Kalaitzakis

L’Olympiacos è tra i team interessati a Panagiotis Kalaitzakis, riporta Donatas Urbonas.

Il 23enne esterno si è fatto notare in Eurocup, dove ha prodotto medie di 13 punti, 2.8 assist e 1.2 rubate per il Lietkabelis.

Rio Breogan, ingaggiato il prospetto tedesco Justus Hollatz

Justus Hollatz è un nuovo giocatore del Rio Breogan, come annunciato dalla squadra spagnola.

La 21enne guardia nell’ultima stagione ha prodotto medie di 7,6 punti, 5,1 assist e 1,3 rubate a partita tra BBL ed Eurocup con l’Hamburg Towers.

Roi Huber torna all’Hapoel Galil Elion

L’Hapoel Galil Elion ha annunciato il ritorno di Roi Huber con un accordo biennale.

Il giocatore in questa stagione ha prodotto 10.5 punti e 4.5 assist a partita con l’Hapoel Eilat.

 

Gazzetta di Reggio | Reggio, Hopkins e l’incognita Eurolega sul rinnovo

In casa Reggio Emilia, chiuso il discorso allenatore, si ragiona sulla conferma di Mikael Hopkins, protagonista di una bella stagione in biancorosso. L’idea è quella, riporta la Gazzetta di Reggio, di un rinnovo annuale, ipotesi che anche il giocatore vedrebbe di buon occhio data la probabile partecipazione di Reggio a una coppa europea. Sul centro di passaporto ungherese, però, pende la possibilità di una sirena Eurolega che complicherebbe i piani: il quotidiano oggi in edicola riporta comunque di come le parti “si riaggiorneranno a breve”

L’Adige | Trento, gli occhi su Andrea Cinciarini?

Ipotesi suggestiva quella rilanciata dall’Adige oggi in edicola, quella di un interesse di Trento per Andrea Cinciarini. Coach Lele Molin sarebbe un estimatore dell’ex capitano di Milano, grande protagonista quest’anno a Reggio Emilia, e l’occasione potrebbe esserci soprattutto in caso di wild card per l’Europa in casa Aquila. Secondo il quotidiano, inoltre, ci sarebbe la speranza – da parte della dirigenza trentina – di confermare Cameron Reynolds

Fenerbahce, offerta per Nick Calathes?

Secondo quanto riportato dalla pagina Home of Glory, il Fenerbahce avrebbe inoltrato un’offerta per la prossima stagione a Nick Calathes

Il play greco è sotto contratto con il Barcellona per il prossimo anno ma le due parti potrebbero risolvere l’accordo

Rudy Gaddo: Flaccadori? Entro fine giugno il Bayern deciderà ufficialmente

Rudy Gaddo, ds di Dolomiti Energia Trento, parla di futuro e di Diego Flaccadori sul Corriere del Trentino: «Entro la fine di giugno il Bayern Monaco deciderà ufficialmente come comportarsi con il ragazzo. I bavaresi detengono il suo cartellino e noi capiamo perfettamente le ambizioni di Diego, allo stesso tempo ci faremo trovare pronti sotto tutti i punti vista qualora non dovesse rientrare nei piani della squadra guidata da Andrea Trinchieri. In tal senso sappiamo quanto Flaccadori è legato a Trento e viceversa, questa è la situazione attuale».

Naz Mitrou-Long: Non ho fatto ancora nessuna scelta. Potrei anche restare

Naz Mitrou-Long, play della Germani Brescia, ha parlato del suo futuro con Bresciaoggi: «Il mio futuro? Nelle prossime due settimane visiterò l’Italia. Milano e Venezia saranno alcune delle tappe di questo mio viaggio. I miei agenti mi faranno sapere nelle prossime settimane: in questo momento ho bisogno di riposare. Non ho ancora fatto nessuna scelta, voglio riflettere bene. Potrei anche restare».

Will Cummings nel mirino di Valencia e altri team spagnoli

Secondo Encestando, sulle tracce di Will Cummings ci sarebbero diverse squadre spagnole, a partire dal Valencia Basket.

Grazie alle sue prestazioni con Boulogne-Levallois l’ex Trento è stato eletto MVP della stagione in Francia, ed ha chiuso l’annata nel miglior quintetto di Eurocup.

Cummings ha prodotto 17,3 punti, 5  assist e 1,4 recuperi a partita tra BetClic Elite ed Eurocup.

 

John Brown III accetta la corte del Monaco, firmerà un triennale

Secondo Donatas Urbonas, John Brown III tornerà in Euroleague con i francesi dell’AS Monaco.

L’ala, vista a Brescia nel finale di stagione, firmerà un contratto di 3 anni.

Il reporter rivela che anche l’Anadolu Efes era interessata all’ex Brindisi, autore di 10.3 punti, 4.8 rimbalzi, 1.2 assists e 2.8 rubate con l’Unics Kazan nella sua stagione da rookie in Euroleague.

La Germani Brescia saluta tutti in Loggia: “Speriamo che la città possa essere orgogliosa di noi”

Dopo il bagno di folla di tifosi e appassionati nella serata di mercoledì al PalaLeonessa, è il saluto del sindaco Emilio Del Bono, in rappresentanza dell’intera città di Brescia, ad accompagnare il rompete le righe della Germani Brescia, che ha portato i propri giocatori, i propri dirigenti e i membri dello staff tecnico presso il Palazzo della Loggia per il saluto di fine anno da parte dell’Amministrazione comunale, desiderosa di porgere un tributo a quanto realizzato durante la stagione dalla squadra bresciana.

Accanto al sindaco Emilio Del Bono, a presenziare all’evento che si è svolto presso la Sala del Consiglio c’erano Mauro Ferrari, Amministratore Delegato di Germani Spa e socio di maggioranza di Pallacanestro Brescia, il presidente Graziella Bragaglio e il direttore generale Marco De Benedetto, accompagnati dalla squadra e dallo staff al grand completo.

“Innanzitutto, voglio ringraziare il sindaco, che ha voluto salutarci alla fine di questa annata – esordisce Mauro Ferrari -. La stagione è finita e vorrei cogliere l’occasione per mettere in risalto quello che abbiamo fatto durante il periodo del nostro lavoro. Voglio fare un elogio all’impegno di squadra e staff, alla luce di un progetto nuovo, avviato la scorsa estate. I risultati ottenuti sono frutto di un’etica del lavoro costante e decisa, che ha mosso l’operato di tutto il gruppo sin dall’inizio del percorso stagionale, avviato con qualche difficoltà ma senza mai perdersi d’animo, approfondendo la conoscenza reciproca tra giocatori e membri dello staff fino a costruire quell’amalgama che ha dato il via alla straordinaria cavalcata di cui siamo stati tutti testimoni”.

“Il lavoro quotidiano è stato condotto con impegno, serietà e caparbietà – prosegue l’AD di Germani -, senza che venisse a mancare la componente entusiasta, appassionata ed emotiva, vera essenza e colore dello spirito di una squadra che ha saputo mostrarsi umana e vicina al proprio pubblico, attirandone l’affetto e la vicinanza con un grado di coinvolgimento che ha raggiunto livelli altissimi. Abbiamo consegnato un bel messaggio alla città, un messaggio totalmente positivo che fa riferimento a tutti quei valori che lo sport dovrebbe trasmettere: perseveranza, sacrificio, fiducia, lealtà, condivisione e volontà di anteporre il bene collettivo prima ancora di quello individuale. Questa squadra ha onorato i colori bresciani incarnando tutti questi valori, dando l’esempio e mostrando cosa significhi davvero essere squadra, ovvero un gruppo in grado di compattarsi nei momenti decisivi e dotato di altrettanta saggezza per risollevarsi da quelli più complessi”.

“Usciamo a testa alta da una stagione nella quale abbiamo lasciato il segno – conclude Ferrari -, condotta da un gruppo di allenatori di grande qualità e talento, accompagnati e coadiuvati nel lavoro quotidiano da uno staff tecnico e da uno staff medico entrambi di massimo livello, che hanno messo i giocatori nelle condizioni di esprimersi al meglio. Siamo solo all’inizio del percorso, un cammino costruito sulle fondamenta di un progetto solido e sano che vuole rappresentare un modello per il resto del panorama cestistico italiano. Pallacanestro Brescia è orgogliosa di quanto è stato fatto nell’arco di una stagione gloriosa: siamo solo all’inizio, abbiamo ancora tanta voglia di regalarci e regalare emozioni a tutta la città di Brescia”.

“Come sindaco e come tifoso, vorrei dire alla società e ai suoi giocatori che è stata una stagione davvero straordinaria – le parole di Emilio Del Bono, sindaco di Brescia -. Questa squadra ha trasmesso grandi emozioni e un grande attaccamento alla maglia, una cosa che fa davvero la differenza nel pensiero della tifoseria. È una squadra con una chimica positiva e un grande legame, con capacità di comunicare il senso di unità, voglia e positività. Lo sport trasmette valori importanti, come disciplina, fatica, gestione delle emozioni. I valori dello sport sono anche i valori della vita. La Germani quest’anno ha trasmesso tutto questo, con un senso di felicità”.

“È un’annata che rimarrà nella storia sportiva della nostra città, una favola, una grande emozione – conclude il sindaco di Brescia -. Come Comune abbiamo cercato di far crescere il movimento del basket mettendo a disposizione le strutture idonee. Voglio ringraziare i giocatori, ma anche la società, perché senza una società strutturata non si può costruire niente di importante. Credo che si possa guardare a questo club come a un vero modello di successo. Noi crediamo che la storia del basket in questa città debba continuare ad alti livelli, perché la città ha voglia di successi e soddisfazioni. Da sindaco, da tifoso, da appassionato, vi dico: grazie!”

“Le parole del nostro sindaco sono sempre preziose – spiega Graziella Bragaglio, presidente di Pallacanestro Brescia -. Una città che ama lo sport è una città viva, che crea sinergia, passione, cultura e salute. Anche in quest’ottica è importante che i nostri cittadini siano tornati a gremire il palasport. Qui c’è la possibilità di costruire qualcosa di veramente importante. Si chiude un campionato meraviglioso, nella quale ognuno ha lasciato qualcosa di importante, un’impronta sulla città”.

“Abbiamo iniziato questo viaggio facendo delle scelte importanti, condividendo una visione – afferma infine coach Alessandro Magro -. Fare le cose in un determinato modo, scegliere di puntare sulle persone prima ancora che sui giocatori: è questa la più grande delle vittorie. Sono state le persone che abbiamo scelto a permetterci di trovare quella chimica che ci ha permesso di stare sulla stessa pagina, ognuno consapevole del proprio ruolo. Il rammarico c’è, volevamo vincere la serie per dare alla città la possibilità di sostenerci anche in una semifinale contro Milano. In ogni caso, è stato un viaggio fantastico, con il sostegno del club la squadra ha trovato la forza di svoltare, battere record su record”.

“Nessuno può fare niente da solo e voglio che tutti i premi e i riconoscimenti siano condivisi con tutto lo staff – conclude l’allenatore della Germani -. Credo che molti quest’anno abbiano fatto il migliore viaggio della loro carriera. Il fatto di essere andati tutti nella direzione giusta non è una questione di magia, ma nasce dalla capacità di capire che tutti noi dovevamo mettere da parte un po’ di noi per il bene della squadra. Ora vogliamo provare a ripartire con il sostegno della società. Ci siamo emozionati, attraverso gli atteggiamenti giusti, dentro e fuori dal campo. Io sono un sognatore: loro mi hanno regalato una stagione incredibile, ora cercheremo un altro sogno e proveremo a lottare per questo. Spero che la città possa essere orgogliosa di noi”.

Zalgiris Kaunas sulle tracce di Arturas Gudaitis e Donatas Motiejunas

Lo Zalgiris Kaunas vuole riportare in Lituania Arturas Gudaitis e Donatas Motiejunas. L’ex Olimpia Milano e Zenit potrebbe richiedere un ingaggio da 600-700k secondo 15min.lt.

Gudaitis viene da una stagione interlocutoria di EuroLeague con lo Zenit, chiusa con 6.7 punti e 4.2 rimbazi in EuroLeague, prima di chiudere l’annata con la GeVi Napoli (7.4 points, 5.3 rebounds).

Motiejunas ha prodotto 9.7 punti e 4.6 rimbalzi in EuroLeague con il Monaco.

Andrea Cinciarini potrebbe uscire dal contratto con la Reggiana. Ma l’addio non è scontato

Andrea Cinciarini potrebbe uscire entro metà giugno dal contratto con la UNAHOTELS Reggio Emilia. Dopo una stagione da record, l’ex capitano di Olimpia Milano intende sondare il mercato della massima serie, dove non mancherebbero offerte.

Secondo quanto appreso da Sportando, la permanenza nel nuovo gruppo affidato a Max Menetti non è esclusa, ma resta anzi una delle ipotesi più calde sul tavolo.

Fortitudo Bologna, spunta anche un’ipotesi Simone Pianigiani

Fortitudo Bologna ancora in divenire, ma intanto arriva una voce clamorosa sul futuro. Secondo bolognabasket.org, tra i papabili per la panchina ci sarebbe anche Simone Pianigiani.

Il coach senese, campione d’Italia per l’ultima volta nel 2018 con Olimpia Milano, è fermo in Europa dal 2020 dopo una fugace esperienza in Cina.

Anadolu Efes, biennale da 7 milioni per blindare Shane Larkin?

Secondo onsport.gr, l’Anadolu Efes avrebbe offerto a Shane Larkin un nuovo contratto biennale da 3.5 milioni di dollari a stagione.

Il team turco vorrebbe porre le basi per un tris in Euroleague che avrebbe dell’incredibile, con le prossime Final Four in programma proprio ad Istanbul.

Larkin nell’ultima Euroleague ha prodotto 14.7 punti (43% FG, 38% 3p, 90% FT) e 5.3 assist a partita.

Jalen Harris in Canada, accordo con gli Scarborough Shooting Stars

Jalen Harris, guardia che ha vestito la maglia della Vanoli Cremona nella stagione appena conclusa, ha firmato con gli Scarborough Shooting Stars, team del campionato canadese.

In LBA Harris ha prodotto 13.8 punti e 2 assist a partita, ma tirando con basse percentuali (39% FG, 28% 3p, 70% FT).

Gli Shooting Stars hanno annunciato anche l’arrivo di Xavier Rathan-Meyes.

 

Ron Curry firma con Le Portel

Il Le Portel ha annunciato l’ingaggio della guardia Ron Curry per la stagione 2022/23.

Il giocatore quest’anno ha vinto il titolo lettone con il VEF Riga (10.7 PPG, 3.9 APG).

Germani Brescia: Mannion tra i tanti obiettivi italiani, sotto i tabelloni il sogno è Alpha Kaba?

Bresciacanestro fa il punto sui piani della Germani Brescia sul mercato.

Per quanto riguarda i giocatori italiani, la società avrebbe messo nel mirino Diego Flaccadori (sotto contratto con il Bayern Monaco, che a sua volta segue Amedeo Della Valle), Raphael Gaspardo e Nico Mannion.

Tra gli stranieri invece il sogno sarebbe il francese Alpha Kaba, protagonista di un’ottima annata con il Gaziantep.

Kaba, 13.6 punti, 10.3 rimbalzi, 1.5 rubate e 1.8 stoppate a partita, è stato eletto MVP del campionato turco.

Tutti obiettivi sulla carta decisamente ambiziosi, che segnalano l’intenzione di costruire una squadra sempre più competitiva.

LBA Serie A, le scadenze contrattuali dei coach della massima serie

Dopo l’annuncio di Max Menetti sulla panchina di Reggio Emilia andiamo a vedere le situazioni contrattuali di tutti gli head coach di Serie A.

Allianz Trieste

A|X Armani Exchange Milano

Ettore Messina

Scadenza: 2022+opzione 2025

Banco di Sardegna Sassari

Piero Bucchi

Scadenza: 2025

Bertram Derthona

Marco Ramondino

Scadenza: 2024

Carpegna Prosciutto Pesaro

Luca Banchi

Scadenza: 2022

Dolomiti Energia Trento

Lele Molin

Scadenza: 2025

Germani Brescia

Alessandro Magro

Scadenza: 2022+2023+2024

GeVi Napoli

Maurizio Buscaglia

Scadenza: 2023

Happy Casa Brindisi

Frank Vitucci

Scadenza: 2024

Nutribullet Treviso

Marcelo Nicola

Scadenza: 2023

Openjobmetis Varese

Umana Reyer Venezia

Walter De Raffaele

Scadenza: 2023

UNAHOTELS Reggio Emilia

Max Menetti

Scadenza: 2025

Virtus Segafredo Bologna

Sergio Scariolo

Scadenza: 2024

Mario Hezonja smentisce l’accordo con il Real Madrid: Non ho parlato con nessuno

Accordo biennale con il Real Madrid? Arriva la smentita di Mario Hezonja, direttamente dal sito dell’Unics, suo club di appartenenza.

«Personalmente non ho parlato con nessuno. So che ci sono state voci del genere dopo la nostra esclusione da EuroLeague, e probabilmente un certo numero di club, compresi i partecipanti alle Final Four, hanno mostrato interesse per me per l’ingaggio per la fine della stagione o per la prossima stagione. Ma non ho parlato con nessuno e sono contento di non essere andato da nessuna parte».

L’Unics sta giocando la finalina per il terzo posto in VTB con Kuban.