Basket rumors

Scegli una data

Anthony Miles rifirma con Orzinuovi

La Pallacanestro Orzinuovi è lieta di annunciare l’accordo con Anthony Miles, play-guardia statunitense di 185 cm, per la stagione 2020/2021.

Classe 1989 e nativo di New Orleans (Louisiana), Anthony Miles muove i primi passi nella pallacanestro presso la Clear Brook High School di Friendswood (Texas), viatico per approdare in NCAA vestendo la canotta dei Lamar Cardinals a Beaumont (Texas) per un quadriennio (2008-2012). Una volta concluso il percorso collegiale, viene scelto, nella stagione 2012/2013, dal Rotterdam Basketball (Olanda) facendo registrare 19 punti di media a partita e vincendo il titolo di miglior marcatore del campionato. L’annata successiva (2014), lo vedrà ai nastri di partenza con l’Halychyna (Ucraina), scegliendo, poi, di trasferirsi, per la stagione 2014/2015, allo Starogard Gdanski (Polonia), dove diviene il principale terminale offensivo scrivendo 20 punti di media ad ogni allacciata di scarpe. Seguono le fugaci apparizioni in quel di Targu Jiu (Romania) e sulle rive del Baltico, difendendo i colori del VEF Riga (Lettonia). L’anno sportivo 2017/2018 coincide con la firma a Scafati in Serie A2, dove mette a referto 19.4 punti. Queste cifre gli valgono la chiamata della Dinamo Cagliari, militante nella medesima categoria. In Sardegna sceglie di caricarsi la formazione isolana sulle spalle, portando in dote 20.9 punti, conditi da 4.8 rimbalzi catturati e 4 assist. Viene ingaggiato dall’EuroBasket Roma durante la scorsa estate, ma, per motivi famigliari, risolve il contratto con il sodalizio capitolino ad inizio dicembre. Nello stesso mese approda presso la corte di coach Fabio Corbani, scelto per sostituire Tarin Antonio Smith e debutta contro Ferrara durante la prima giornata di ritorno, mostrando da subito la sua grande vena realizzativa grazie ad un bottino personale di 32 punti. Il suo arrivo ad Orzinuovi coincide con una sensibile crescita dell’intero collettivo sotto ogni punto di vista, soprattutto per quanto riguarda la pericolosità offensiva della squadra che trova in lui la principale bocca da fuoco. Chiude la sua stagione sotto i colori orceani, prima della sospensione dei campionati e del contestuale rientro in patria, a causa della situazione sanitaria, collezionando 11 presenze con un bilancio di 5 vittorie e 6 sconfitte e maturando 26.1 punti di media a partita, con un highscore di 43 punti nella trasferta di Montegranaro, addizionati a 4.5 rimbalzi catturati e 4.3 assist.
La società è inoltre profondamente orgogliosa e soddisfatta di poter avere ancora tra le proprie fila un giocatore esperto, talentuoso e carismatico come Anthony.
Il Presidente Francesco Zanotti commenta così la conclusione dell’affare: “Sono contentissimo che Anthony abbia firmato ancora con noi. Miles è un giocatore dalle qualità indiscutibili ed abbiamo imparato ad apprezzarlo anche come persona, è un ragazzo molto umano che si impegna sempre al meglio. La scelta sul primo americano in vista della prossima stagione, quindi, non poteva che ricadere su di lui. Mi auguro che questo possa essere un biglietto da visita positivo per ridare slancio ed entusiasmo all’ambiente e ad Orzinuovi, dopo il difficile periodo che abbiamo trascorso”.
Queste le parole di Anthony Miles, attualmente negli Stati Uniti, dopo la firma con Orzinuovi: “Sono davvero carico di poter prendere parte al nuovo progetto e non vedo l’ora di vestire ancora i colori biancoblu il prossimo anno. Voglio fare tutto quanto è nelle mie possibilità per aiutare la squadra a raggiungere gli obiettivi che ci porremo. Insieme possiamo fare grandi cose. Sono molto grato al Presidente Zanotti e a tutta la società per avermi concesso questa opportunità”.

Fonte: Ufficio Stampa Agribertocchi Orzinuovi.

Il Promitheas in chiusura con Jehyve Floyd

Il Promitheas Patrasso sarebbe in dirittura d’arrivo con Jehyve Floyd per la prossima stagione, secondo quanto riportato dal sito greco SDNA.

Il prodotto di Holy Cross ha disputato la sua stagione da rookie sempre in Grecia con l’Ermis Agias Larissa, con medie di 5.1 punti, 5 rimbalzi e ben 2.2 stoppate in soli 18.8 minuti a partita.

Fonte: SDNA.

Milano, accordo con Shavon Shields

L’AX Armani Exchange Milano ha raggiunto un accordo con Shavon Shields, secondo quanto riferito a Sportando e Chema de Lucas. Shields si unirà all’Olimpia quando sarà conclusa la stagione della Liga ACB.

Shields, ex Trento, viene da due stagioni con il Baskonia. Nella stagione di EuroLeague appena conclusa, il giocatore con passaporto danese ha registrato una media di 9.5 punti e 3.4 rimbalzi in 25.4 minuti a partita, tirando con il 35% da tre.

Olimpia Milano, offerta triennale per Gigi Datome?

Secondo Sky Sport l’Olimpia Milano avrebbe già recapitato a Gigi Datome un’offerta per i prossimi 3 anni, con un ruolo centrale nel progetto.
L’ala però è sotto contratto con il Fenerbahce e avrebbe legato la sua permanenza in Turchia a quella di coach Obradovic.
Il coach dal canto suo resterà con il team turco solo se riceverà determinate garanzie sulla competitività del roster.
In questo senso, per Sky Sport la data chiave dovrebbe essere il 15 Giugno.

Fonte: Sky Sport.

L’agente di Campazzo tranquillizza i tifosi: Ad oggi nessuna offerta dalla NBA

Claudio Villanueva, agente di Facundo Campazzo, è intervenuto in una trasmissione radiofonica per raffreddare i tanti rumors sull’approdo in NBA del suo assistito.
“In Argentina ci sono enormi aspettative sulla questione, tutti vogliono vederlo in NBA. Anche io lo vorrei, ma ad oggi non c’è assolutamente nulla. Non sono sorpreso nemmeno dai rumors sull’interesse del Real per Sloukas, il club giustamente punta sempre ai migliori. E Campazzo è il miglior playmaker in Europa. L’ho detto anni fa e per molti sbagliavo. Ora posso ripeterlo senza nessun dubbio….”

Isaac Fotu saluta Treviso: Vi ho dato tutto, voi avete fatto altrettanto con me

Isaac Fotu saluta la De’Longhi Treviso tramite il suo profilo Instagram:
“Voglio ringraziare il club, l’organizzazione e i fan di questo grande club per una stagione così piacevole e memorabile. Dal primo giorno nella vostra bellissima città avete fatto sentire i benvenuti sia me che la mia partner . Vi ho dato tutto quello che avevo in campo e voi avete fatto altrettanto con me,  per questo vi ringrazio”.

Fotu ha disputato 20 partite in LBA, segnando 14.1 punti e prendendo 5.2 rimbalzi ad uscita.

Ottime anche le sue percentuali al tiro, il 57% dal campo, il 40% da tre ed il 75% ai liberi.

 

KK Mega Bemax: Vlada Jovanovic è il nuovo allenatore

Il KK Mega Bemax ha annunciato l’accordo biennale siglato con Vlada Jovanovic, che diventerà quindi il nuovo allenatore del team.
Dopo 8 anni termina il rapporto con Dejan Milojević, che potrebbe volare oltreoceano per lavorare con un team NBA.

CSKA Mosca, Mikhail Kulagin non sarà confermato

Il CSKA Mosca ha annunciato che il contratto di Mikahil Kulagin non sarà rinnovato.
La guardia lascia il club moscovita dopo 5 stagioni, l’ultima con appena 9 presenze in VTB League.

Maccabi Tel Aviv, obiettivo Lorenzo Brown?

Secondo Roi Cohen, Lorenzo Brown sarebbe il principale obiettivo del Maccabi Tel Aviv per sostituire Nate Wolters.
Brown si è fatto notare con la maglia della Stella Rossa, mettendo insieme medie di di 12.3 punti e 4.6 assist in Euroleague.
Grazie a centimetri ed atletismo, potrebbe tranquillamente giocare insieme a Scottie Wilbekin.

Kostas Sloukas, si tratta con l’Olympiacos, la richiesta è di 6 milioni in tre stagioni

SportGR24 fa il punto della situazione su Kostas Sloukas, la guardia greca al centro dei pensieri delle big europee.
Il giocatore starebbe negoziando con l’Olympiacos, a cui avrebbe chiesto un triennale da 6 milioni totali.
Per ora il team greco non sarebbe andato oltre i 5.4 milioni, sempre spalmati in tre anni.
Sullo sfondo il Real Madrid, che per ora non avrebbe formulato offerte, in attesa di sapere cosa deciderà Facundo Campazzo.

Fonte: Sport24gr.

Milan Macvan annuncia il ritiro: Decisione sofferta ma è basata sul mio stato fisico

Milan Macvan ha annunciato il suo ritiro in una intervista a Nova.

Il lungo 31enne lascia il basket dopo 13 anni di cui l’ultimo in Giappone.

“La mia carriera è terminata. Dopo 13 anni è una decisione complicata per me ma è basata su un pensiero razionale ed a causa, principalmente, del mio stato fisico” ha detto Macvan. “Dopo due infortuni seri ci avevo già pensato ma non volevo lasciare il basket. Volevo chiudere da campione. Son andato in Giappone dove ho vinto due trofei e sono in pace con me stesso” ha aggiunto il serbo.

Fonte: Nova.

Scafati ingaggia Luigi Sergio con un biennale

La Givova Scafati rende noto di aver raggiunto l’accordo per le prossime due stagioni sportive con l’atleta Luigi Sergio.

Nato e cresciuto cestisticamente a Maddaloni (Ce), dove muoveva i suoi primi passi in una competizione seniores (campionato di serie B2, stagioni 2006/2007 e 2007/2008), l’ala piccola del 1988 vedeva aumentare il proprio minutaggio in campo e, con esso, anche il proprio rendimento quando vestiva invece la casacca di Campobasso, dove partecipava a due categorie: serie C (2008/2009 e 2009/2010) e serie B (2010/2011). Nel 2011/2012, in Div. Naz. B, giocava per l’Ambrosia Bisceglie, con numeri tali (9,03 punti, 4,79 rimbalzi in circa 29’ di media) da guadagnarsi l’ingaggio, nella successiva stagione, della JuveCaserta in massima serie. Era poi la volta della Libertas Forlì in Div. Naz. A (2013/2014) e quindi, in serie A2, della Proger Chieti, dove restava dal 2014 al 2017, disputando tre competizioni dal rendimento costante. Caratteristica questa che lo distingueva anche nel successivo biennio a Bergamo, con cui prendeva parte (al secondo anno) anche alla Coppa Italia L. N. P. ed ai play-off, ricoprendo tra l’altro il ruolo di capitano. Nell’ultima stagione recentemente sospesa per la pandemia, ha indossato infine la canotta dell’Orasì Ravenna, con cui ha disputato un campionato di vertice nel girone ovest del campionato di serie A2.

Dichiarazioni dell’ala piccola Luigi Sergio: «Sin dai primi contatti con la società ho percepito una grande ambizione e questo ha sicuramente giocato un ruolo decisivo nel formare il mio convincimento a firmare per Scafati. Ho parlato già con il coach, che nella sua recente esperienza a Mantova ha messo in mostra una tipologia di pallacanestro che apprezzo molto e che mi ha dato l’ulteriore conferma che questa è stata la scelta migliore che potessi fare. Vengo infatti da due stagioni positive, nelle quali ho disputato campionati di vertice in serie A2 e sono certo che con la casacca scafatese potrò dare continuità a questo buon periodo. Sono pronto a dare il mio contributo, affinché la società possa raggiungere gli obiettivi prefissati, mettendomi a completa disposizione dello staff tecnico e del gruppo»

Dichiarazioni del general manager Gino Guastaferro: «Con l’ingaggio di Sergio abbiamo voluto incasellare un prezioso tassello nel roster a disposizione di coach Finelli, che parteciperà al prossimo campionato di serie A2. Riteniamo di avere individuato un giocatore eclettico, dotato non solo di numeri e doti tecniche ed atletiche importanti per il campionato di serie A2, ma anche di qualità umane e professionali sopra le righe, che lo rendono, per esperienza e carattere, un vero e proprio uomo spogliatoio, un collante tra società e squadra».

Fonte: Ufficio Stampa Scafati Basket.

Pallacanestro Varese: c’è la firma di Arturs Strautins su un triennale garantito

Arturs Strautins si è legato alla Pallacanestro Varese per i prossimi tre anni con un contratto interamente garantito, secondo quanto appreso da Sportando.

L’ala lettone di formazione italiana partirà titolare nello spot di tre il prossimo anno.

Strautins proviene da una stagione iniziata a Trieste e conclusa a Udine in Serie A2.

Si attende l’annuncio ufficiale.

CSKA Mosca: ufficiale il rinnovo di Mike James per i prossimi tre anni

Il CSKA Mosca ha annunciato il rinnovo di Mike James per i prossimi tre anni.
Il nuovo contratto tra l’ex Olimpia Milano e la squadra russa sarà valido sino al 2023.

Enes Kanter: Se un giorno dovessi tornare in Turchia, indosserei solo la maglia del Fenerbahce

Enes Kanter non può tornare in Turchia pena l’arresto visti i dissidi con Erdogan.
Ma pochi minuti fa il centro dei Boston Celtics ha postato una sua foto in maglia Fenerbahce prima del suo sbarco in America.

 

“Il Fenerbahce è il mio unico amore. Ho indossato per anni questa maglia con orgoglio. Quando un giorno tornerò in Turchia, sarà l’unica maglia che indosserò nuovamente”.

Tanjevic: Serie A con due stranieri. Quando ce n’erano solo due le italiane vincevano le coppe

Questa la ricetta di Bogdan Tanjevic per il basket italiano post-covid.

Tanjevic ne ha parlato a Raffaele Baldini de Il Piccolo.

“Penso che si vada verso una serie A a 16 squadre, perché 18 erano troppe, con palazzetti riempiti a metà per buona parte della stagione, se non tutta. Con Milano e Bologna presenti, ancora per poco…” ha detto Tanjevic. “Se l’Eurolega vuole allargare a 20 club la competizione, le partite saranno talmente tante, con viaggio lunghi annessi, per cui sarà necessario per Milano e Bologna fare una scelta fra campionato italiano e quello europeo. È assurdo, ma potrebbe capitare” ha continuato il campione d’europa del 1999 alla guida dell’Italbasket. “Equilibro nel mercato? Ridurre a due gli stranieri nel nostro campionato, predisponendo quindi i procuratori a dover agire secondo regime di libera concorrenza con molti meno posti per impegnare i propri assistiti. Gli italiani costano troppo? Balle, o se anche così fosse, basta porre un “salary cap” per loro, così anche in questo caso i procuratori non giocherebbero a rialzo per i pezzi pregiati. In linea generale bisogna tornare all’essenza del gioco, più poveri ma con più voglia di praticare lo sport. Serve quindi una rivoluzione globale, una “sa­nazione” del movimento. Io sono per la logica delle cose: quando c’era il regime dei due stranieri i club italiani vincevano in tutte le coppe, la Nazionale si faceva valere e c’erano realtà che producevano talenti in casa, come Riva e Marzorati a Cantù”.

Alessandro Voltolini: Vorrei crescere in una categoria inferiore per poi tornare in A

Alessandro Voltolini, giovane guardia classe 2001, in una lunga intervista a Il Trentino ha detto che il suo obiettivo è ora crescere in una serie inferiore rispetto alla massima serie per poi fare ritorno in Serie A.

Voltolini ha disputato la stagione come aggregato alla Dolomiti Energia Trento.

“Vorrei fare esperienza in una categoria inferiore e ho già avuto dei contatti con qualche società, ma le offerte formali devono ancora arrivare, anche perché le squadre al momento devono ancora risolvere altre questioni. A me piacerebbe trovare spazio in un’altra categoria per crescere e poi magari andare in A, però ovviamente conta tanto anche la volontà della Dolomiti Energia” ha detto Voltolini. “Vorrei trovare una squadra ben organizzata, che segua con attenzione i propri giocatori e che mi consenta di avere lo spazio per crescere. Del resto mi importa relativamente, qualsiasi luogo mi andrebbe bene. Nomi di società è ancora un po’ presto per farne.”

Gherardo Sabatini dice no a Varese e si accasa alla Fortitudo Bologna?

Gherardo Sabatini, che aveva una proposta in mano da parte della Openjobmetis Varese, avrebbe scelto la Fortitudo Bologna, secondo quanto riportato da La Prealpina.
Sabatini ha deciso di tornare a Bologna dove avrà la chance anche di giocare in Basketball Champions League agli ordini di Meo Sacchetti.

Marco Belinelli: Sto pensando solo alla NBA. È e resta la mia prima scelta

Marco Belinelli, in una lunga intervista a Walter Fuochi di La Repubblica, ha confermato che il suo desiderio è quello di rimanere in NBA anche il prossimo anno.
La guardia sarà free agent quando la stagione NBA terminerà.

“Sarò free agent in questa maledetta estate del virus, la meno adatta a trovare un contratto. Mi sto guardando in giro, conto di avere opportunità. Oggi sto pensando solo alla Nba, è e resta la mia prima scelta, visto che non s’è ancora spento il fuoco che mi spinse a venire qui. L’Europa, l’Italia non sono oggi scelte in subordine, anche per un fatto di calendario. Qui si giocherà fino ad agosto, ci sarà il draft a settembre, si ripartirà più avanti. È una stagione sfasata rispetto a quella europea. Da voi le squadre si fanno adesso, io credo che starò qui ad aspettare” ha detto Belinelli che ha confermato la sua presenza al preolimpico del prossimo anno. “Ci sono sempre, con entusiasmo intatto. Ci sarei stato quest’estate, sarò a disposizione la prossima per il preolimpico, un traguardo che attendo con ansia”.

San Giobbe Chiusi: il nuovo GM sarà Giulio Iozzelli

La San Giobbe Chiusi punta in grande e si affida a Giulio Iozzelli per il ruolo di general manager, scrive La Nazione.

Iozzelli sarà il responsabile per la società satellite di Venezia che punta alla promozione in Serie A2 in breve tempo.

Il primo compito di Iozzelli sarà quello di trovare il coach che prenderà il posto di Andrea Monciatti che potrebbe rimanere con altro incarico.