La Virtus Bologna risponde presente: vittoria netta su Treviso e primo successo nella serie

Foto Ciamillo
Foto Ciamillo

Gli uomini di Djordjevic battono la De' Longhi 91-72.

La Segafredo Bologna si aggiudica Gara 1 della serie battendo la De’ Longhi per 91-72 . Un risultato netto ma non del tutto indicativo dell’andamento del match, dal momento che Treviso è stata per almeno due quarti e mezzo in partita. Quando le percentuali dall’arco degli ospiti sono scese, però, la Virtus ha allungato e controllato agevolmente un avversario già sconfitto per due volte in campionato, grazie alla straordinaria intensità di Pajola e alle prestazioni incisive di Gamble e Hunter sotto il ferro. Menetti perde ancora contro la corazzata bianconera, ma torna a casa (anzi, in hotel) con qualche nota positiva in più rispetto alle precedenti sfide di regular season, poichè la sua squadra ha dimostrato in vari momenti del match di poter impensierire gli avversari. Bologna si porta sull’1-0 nella serie, in attesa della seconda sfida di domani sera.

PRIMO QUARTO

I primi minuti della sfida sono all’insegna dell’equilibrio. Logan e Sokolowski si sbloccano subito da 3, mentre per Bologna Belinelli Gamble e Abass sanciscono il 7-6 Vnere dopo 4 minuti di gioco. L’energia degli ospiti è superiore nei primi minuti, anche grazie ad un’ottima circolazione di palla, ma la Segafredo rimane a contatto con due triple consecutive di Belinelli (13-13). Alibegovic inizia malissimo la partita: un suo passaggio prevedibile lancia in contropiede Sokolowski per il +2 Treviso (13-15), costringendo Djordjevic a fermare il gioco e chiamare time out. L’ex Roma, però, si fa perdonare con un parziale personale di 5 punti, portando Bologna nuovamente avanti (20-17). Treviso spreca tanto dalla lunetta (solo 1/6 dopo i primi 10′ di gioco) e i bianconeri ne approfittano per tentare il primo allungo significativo del match, chiudendo il primo quarto sul +10 (27-17).

SECONDO QUARTO

Imbrò prova a scuotere i suoi capitalizzando da 3 un pallone recuperato da Lockett. L’ex virtussino si accende e nell’azione successiva replica con la stessa arma, riportando Treviso a -4 (27-23).  Pajola sale in cattedra in difesa, recuperando con aggressività ed intensità un possesso e lanciando il contropiede del 29-23 chiuso da Gamble con una schiacciata. Treviso sembra aver superato il momento di difficoltà di fine primo quarto e Lockett punisce dall’arco una difesa imprecisa della Virtus. I bianconeri provano a riallungare con la tripla di Adams, ma Mekowulu è molto attivo sul pitturato e un suo gioco da 3 riporta la De’ Longhi ad un possesso di distanza (32-29). Gamble sfrutta la cattiva copertura degli avversari realizzando un parziale personale di 4 punti e convincendo coach Menetti a chiamare time out sul +7 Bologna. Logan realizza dall’arco, ma Teodosic prova a prendersi i compagni sulle spalle segnando due bombe consecutive e disegnando l’assist filtrante per l’appoggio da sotto di Belinelli del nuovo +9 (44-35). Treviso rimane in partita sfruttando le eccessive palle perse delle Vnere e rientrando sul -3 a 30” dall’intervallo con la penetrazione di Logan. In chiusura di quarto Hunter viene servito da Ricci per il canestro del 48-43.

TERZO QUARTO

Ricci e Gamble portano si prendono molte responsabilità in attacco sancendo il 58-49, ma Sokolowki dall’arco tiene Treviso a contatto. Pajola è presente anche in attacco e dopo le tre palle recuperate realizza il suo primo canestro dal campo con la bomba centrale del 61-52. Le percentuali dall’arco di Treviso calano a seguito di numerose forzature e la Segafredo raggiunge con l’appoggio di Belinelli il +13, massimo vantaggio nel match (65-52). Lockett accorcia ma uno straordinario Pajola segna ancora un break personale di 5 punti, portando la Virtus sul 70-54. Trevisio riesce a rosicchiare qualche punto, chiudendo il terzo quarto sul -11 (72-61), anche se i padroni di casa sembrano in totale controllo.

QUARTO QUARTO

Treviso trova ancora speranza dai canestri di Logan, che dopo un arresto e tiro di Alibegovic riporta dall’arco i compagni sul – 8. Teodosic perde un altro possesso e sul contropiede in velocità Pajola è costretto a commettere un fallo considerato non antisportivo dalla terna arbitrale. La Virtus abbassa l’intensità  e Djordjevic concede minuti importanti alle seconde linee: Alibegovic e Adams danno certezze e l’atletismo di Hunter garantisce ai bianconeri un sicuro vantaggio di 12 punti (80-68).  La De’ Longhi trova un po’ di continuità a tre minuti dalla fine e Djordjevic chiama time out per evitare sorprese indesiderate. I suoi ragazzi, però, non si fermano e Belinelli ristabilisce il vantaggio di 16 punti. La Virtus chiude sul 91-72 la prima gara di questi playoff, indirizzando la serie in vista della seconda sfida di domani.

TABELLINI

Virtus Segafredo Bologna

Teodosic 11, Markovic, Ricci 9, Belinelli 16, Hunter 14, Alibegovic 7, Nikolic, Pajola 8, Abass 6, Gamble 17, Adams 3, Deri

De’ Longhi Treviso

Russell 8, Mekowulu 12, Logan 17, Lockett 9, Imbrò 8, Akele 5, Chillo, Piccin, Vildera, Bartoli, Sokolowki 13, Faggian

Commenta