Ettore Messina: Fenerbahce in forma ma noi giocheremo con attenzione

Foto Ciamillo
Foto Ciamillo

Con otto gare da giocare e il mercato chiuso, la volata verso i playoff dell’EuroLeague più equilibrata che si ricordi è decisamente in pieno svolgimento

Con otto gare da giocare e il mercato chiuso, la volata verso i playoff dell’EuroLeague più equilibrata che si ricordi è decisamente in pieno svolgimento. La gara di mercoledì 3 marzo (ore 20.45, diretta su Eurosport 2 ed Eurosport Player) al Mediolanum Forum contro il Fenerbahce è uno scontro diretto, ammesso che qualcuno non lo sia. L’Olimpia è terza in classifica con 17 vittorie, il Fenerbahce ne ha 15 ed è attualmente l’ultima squadra in zona playoff, con una vittoria di margine sulle prime inseguitrici. La gara è naturalmente fondamentale per ambedue le squadre, che successivamente avranno due trasferte consecutive. L’Olimpia andrà a Kaunas e poi a Mosca. Milano ha anche vinto la gara di andata 79-71, quindi ha la possibilità di mettere un mattone importantissimo nella costruzione della stagione. Ma il Fenerbahce, che ad un certo punto ha perso sette gare su otto, successivamente ne ha vinte 10 di fila, la seconda miglior striscia della stagione dopo le 12 del CSKA Mosca, una serie interrotta dall’Efes nel turno scorso. Oltre ai progressi di squadra e al recupero di alcuni infortunati, il Fenerbahce ha anche aggiunto via mercato Marko Guduric dopo due anni di NBA a Memphis, un altro ex NBA, il centro Kyle O’Quinn, e il playmaker Alex Perez.

COACH ETTORE MESSINA – “Affrontiamo una delle squadre più in forma della competizione, perché il Fenerbahce prima di perdere con l’Efes aveva collezionato una lunghissima serie di successi. E’ una squadra fisica e profonda, che rispetto alla prima parte di stagione ha recuperato gli infortunati, ha aggiunto un giocatore come Marko Guduric e ha elementi di grande esperienza quali De Colo e Vesely. Noi facciamo ancora i conti con infortuni importanti, ma siamo preparati e sono sicuro che i ragazzi come hanno fatto finora giocheranno una partita di grande attenzione”.

KYLE HINES – “E’ una sfida complicata, contro una squadra che negli ultimi due mesi di stagione ha giocato ad alto livello ed è stata una delle migliori dell’intera EuroLeague. Per noi è una partita fondamentale: in questa ultima parte di stagione europea è importante vincere il maggior numero di gare possibili, soprattutto in casa, per cercare di assicurarsi una posizione di prestigio”.

GLI ARBITRI – Sasa Pukl (Slovenia), Carlos Cortes (Spagna), Joseph Bissang (Francia).

NOTE – Gigi Datome è terzo dietro Kyle Kuric (Barcellona) e William Howard (Asvel) nel tiro da tre con il 56.9%. Zach LeDay è quinto con il 50.0%. Shavon Shields è sesto nel tiro da tre con il 48.3%. Ha una serie di 15 gare con almeno una tripla a segno. Kyle Hines entra in questa gara ad una stoppata dalle 249 di Fran Vazquez, secondo di sempre. Vlado Micov è diventato il secondo giocatore nella storia dell’Olimpia a giocare 100 partite di EuroLeague dopo Kaleb Tarczewski. Sergio Rodriguez ha superato i 3.000 punti in carriera nella partita di Milano contro il Maccabi. E’ stato l’ottavo di sempre a superare questa soglia, ma in classifica adesso è settimo avendo scavalcato Felipe Reyes. L’Olimpia ha conquistato contro il Khimki la 17° vittoria stagionale in EuroLeague, nuovo record di club. Il precedente risaliva alla stagione 2013/14 con un’altra formula quando l’Olimpia vinse 5 partite nella regular season, 10 nelle Top 16 e una nei playoff arrivando a 16. L’Olimpia è prima nel tiro da tre con il 42.08% di squadra e prima per minor numero di palle perse con 10.8 di media. L’Olimpia come squadra è anche terza nei punti segnati, con 81.6 di media.

 

IL DOPPIO TURNO – Tra quelli previsti dal calendario e quelli “creati” dai recuperi, l’Olimpia si appresta a giocare due gare settimanali di EuroLeague per la nona volta. Nelle otto settimane doppie precedenti ha confezionato un record totale di 11-5, con 6-2 in casa, 5-3 in trasferta, 5-3 in gara 1 e 6-2 in gara 2.

IL FENERBAHCE – E’ una delle squadre dominanti degli ultimi 10 anni o quasi di basket europeo, con un titolo vinto e cinque Final Four consecutive. Quest’anno ha sostituito l’allenatore di quei successi, Zeljko Obradovic, con Igor Kokoskov, serbo che ha vinto l’europeo con la Slovenia ed è stato il primo coach europeo a dirigere una squadra NBA da capo allenatore (Phoenix). Anche se in estate sono andati via alcuni giocatori storici, come Kostas Sloukas e Gigi Datome, sono rimasti elementi cardine come Nando De Colo (14.9 punti e 4.1 assist a partita) e Jan Vesely (13.2 punti, 5.3 rimbalzi di media). Marko Guduric (11.5 punti, 43.1% da tre) è un altro membro della squadra Campione d’Europa, come Melih Mahmutoglu (che però dovrebbe essere assente), il centro Ahmet Duverioglu (4.0 punti, 75.0% da due) e naturalmente il veterano Ali Muhammed (6.2 punti, 46.0% da tre). Tanti i giocatori nuovi tra cui il playmaker Lorenzo Brown (10.0 punti, 3.9 assist di media), le ali piccole Edgaras Ulanovas (4.8 punti, 42.1% da tre), l’unico sempre partito in quintetto, e Dyshawn Pierre (8.7 punti, 42.3% da tre), il centro tedesco Danilo Barthel (7.4 punti, 41.7% da tre), il bomber Jarell Eddie (46.6% da tre) e Kyle O’Quinn, uomo da 472 presenze nella NBA. Il Fenerbahce è una delle cinque squadre che tirano meglio del 40% da tre.

I PRECEDENTI VS. FENERBAHCE– Nei 19 precedenti, il Fenerbahce guida 12-7. Le due squadre si sono affrontate nel 1996/97, primo turno di EuroLeague con doppia vittoria dell’Olimpia. Nel 2011/12 si sono ritrovate, ancora nelle Top 16, e il Fenerbahce ha vinto a Istanbul 65-63 ma perso a Milano 85-72 (27 punti di Malik Hairston). Nel 2013/14, l’Olimpia ha vinto a Milano 90-85 (17 di Daniel Hackett) e poi si è ripetuta a Istanbul 82-73 con 16 punti di David Moss e 13 di Alessandro Gentile. Il Fenerbahce ha poi vinto dieci partite consecutive tra le due squadre, quattro nella stagione 2014/15, prima di perdere la partita di andata della passata stagione a Milano 87-74. In quella partita ci sono stati 22 punti di Sergio Rodriguez. Quest’anno, l’Olimpia ha vinto di nuovo a Istanbul 79-71 con 15 punti di Zach LeDay e 13 di Kevin Punter.

LA FENERBAHCE CONNECTION  Gigi Datome ha giocato al Fenerbahce per cinque stagioni con quattro apparizioni alle Final Four di EuroLeague e il titolo europeo vinto nel 2017. Datome ha giocato 149 partite di EuroLeague in gialloblù, segnando 1.538 punti. Ha anche vinto tre volte il titolo turco e tre volte la Coppa di Turchia. Nel 2016 è stato MVP della finale del campionato turco. Sergio Rodriguez, Kyle Hines e Nando De Colo hanno assieme al CSKA Mosca, vincendo l’EuroLeague nel 2019. Kyle Hines ha giocato con Kostas Sloukas all’Olympiacos vincendo due volte l’EuroLeague: il general manager di quella squadra era Christos Stavropoulos. Lorenzo Brown e Kevin Punter hanno giocato assieme alla Stella Rossa. Edgaras Ulanovas ha giocato assieme a Zach LeDay allo Zalgiris Kaunas. Il general manager del Fenerbahce, Maurizio Gherardini ha lavorato con Ettore Messina a Treviso.

IL PROGRAMMA – L’Olimpia, dopo il Fenerbahce, affronterà lo Zalgiris a Kaunas, il CSKA a Mosca, il Barcellona in casa, poi avrà le trasferte di Vitoria, Belgrado, Atene-Panathinaikos, prima di finire in casa con l’Efes.

LA SITUAZIONE – Negli scontri diretti già definiti, l’Olimpia è 2-0 Vs Real Madrid; 2-0 Vs Bayern Monaco; 1-1 (-3) Vs Zenit San Pietroburgo; 1-1 (=) Vs Valencia.

Fonte: Ufficio Stampa Olimpia Milano.

Commenta