Warriors, Damion Lee: “Vaccinato a marzo, ad aprile ho avuto il COVID-19”

Lee è fuori dal 19 aprile e solo negli ultimi giorni è tornato in gruppo

L’esterno dei Golden State Warriors Damion Lee ha annunciato di essere risultato positivo, lo scorso 21 aprile, al COVID-19 nonostante fosse stato vaccinato lo scorso 22 marzo con il vaccino monodose Johnson&Johnson. Lee è uno dei circa 6000 casi verificati (su oltre 100 milioni di americani “completamente” vaccinati) di infezione da COVID-19 dopo aver completato la vaccinazione negli Stati Uniti.

Lee è fuori dal 19 aprile e solo negli ultimi giorni è tornato in gruppo, anche se non è chiaro quando potrà riprendere gli allenamenti: “Sono risultato positivo circa due settimane fa, sono un caso raro. Ho avuto sintomi come mal di testa, brividi, raffreddore e congestione nasale. Per un paio di giorni ho sentito come un peso sul petto, in cui ho fatto fatica a respirare”, ha detto. Lee ha ancora qualche sintomo lieve, ma la sua situazione è in miglioramento.

Commenta