Virtus Basket Civitanova, firmato Andrea Pedicone

Virtus Basket Civitanova, firmato Andrea Pedicone

L'esterno classe 2001 arriva dalla Pallacanestro Roseto

La Virtus Basket Civitanova è lieta di annunciare l’ingaggio per la stagione 2021/2022 di Andrea
Pedicone, guardia-ala di 198 centimetri classe 2001 proveniente dalla Pallacanestro Roseto (Serie
B).
Nato a Giulianova (TE), figlio e nipote d’arte (papà Mauro e soprattutto zio Orazio sono stati
entrambi giocatori conosciutissimi tra Marche e Abruzzo), la sua giovanissima carriera si snodata in
gran parte a Roseto, dove ha mosso i primi passi a livello giovanile. Resta in Abruzzo fino all’estate
del 2016, quando lascia il Lido delle Rose per trasferirsi a Treviso, dove in una stagione si divide
tra Under 16 e Under 18. Nel 2017 torna alla base per completare il suo percorso a Roseto,
disputando il campionato Under 18 con la squadra guidata dall’ex coach virtussino Raffaele Rossi.
Nel 2019/2020 il primo assaggio di basket senior: nella stagione poi interrotta dal covid-19, infatti,
si divide in doppio tesseramento tra l’Under 18 rosetana e la C Gold di San Benedetto,
confezionando una solida stagione da 6,9 punti a partita. Nella passata stagione Roseto gli offre la
chance di essere aggregato in pianta stabile alla squadra che affronta con grandi ambizioni il
campionato di Serie B, ma non trova grande spazio: scende in campo in 15 partite per una media di
4,9 minuti giocati e 1,4 punti a bersaglio, con un high di 7 nella rotonda vittoria sul campo di
Senigallia. Nelle tre sfide stagionali contro la Virtus (una in Supercoppa e due in campionato) non è
mai sceso sul parquet.
Esterno dotato di grande talento e taglia fisica importante, a Civitanova avrà spazio e minuti per
dimostrare di poter essere un giocatore di categoria.
Queste le sue prime parole da neo biancoblu: «Arrivo a Civitanova in primis ringraziando la
società per la grande opportunità che mi dà. Siamo una squadra molto giovane e per me è qualcosa
di molto stimolante, nonostante il girone sia molto tosto e pieno di squadre attrezzate per salire in
A2. Sono sicuro che lavorando duro potremo toglierci delle soddisfazioni. Spero che avremo a
sostenerci i nostri tifosi, sarebbe molto importante e non vedo l’ora di conoscere loro, lo staff e tutti
i compagni di squadra».
Così coach Marco Schiavi: «Andrea è un ragazzo tutto da testare avendo giocato pochissimi
minuti importanti in Serie B. Ma ha grandi potenzialità, proveremo ad aiutarlo a tirarle fuori per
continuare il suo percorso di crescita».
Le parole del general manager Marco Pallotti: «E’ un giovane di belle speranze, tiratore molto
affidabile ma che deve migliorare nelle letture del gioco. Mi fa piacere ritrovare il figlio e nipote di
due persone, Mauro e Orazio Pedicone, delle quali sono stato compagno di squadra tanti anni fa.
La speranza è che anche Andrea possa ricalcare le loro orme».

Commenta