Trump: La NBA? E’ diventata un’organizzazione politica…

Ieri i giocatori hanno deciso di non scendere in campo per protestare contro l'ennesimo episodio di brutalità della polizia

Donald Trump, presidente degli Stati Uniti, durante un briefing sull’Uragano Laura ha trovato il tempo per dire ai giornalisti presenti il suo pensiero sulla NBA.
“Sono diventati come un’organizzazione politica, e questa non è una buona cosa, non credo sia positivo per lo sport o per il Paese”.

Marc Short, capo del personale del vicepresidente, ha definito le proteste ‘assurde e sciocche’, accusando la Lega di essere ipocrita per non aver tenuto lo stesso comportamento contro la Cina.

Ieri i giocatori hanno deciso di non scendere in campo per protestare contro l’ennesimo episodio di brutalità della polizia, i 7 colpi alla schiena esplosi contro Jacob Blake davanti ai suoi figli.

Questo pomeriggio, dopo un meeting, gli atleti hanno deciso di tornare in campo e concludere la stagione.

Fonte: Thehill.

Commenta