Tessitori: “La difesa deve diventare la nostra migliore arma, perché in attacco abbiamo talento”

Tessitori: “La difesa deve diventare la nostra migliore arma, perché in attacco abbiamo talento”

Nel round 10 di EuroCup arriva l'ennesima bella prova di Amedeo Tessitori: Tex contro Ulm segna 15 punti in 19 minuti, cattura 9 rimbalzi con 22 di valutazione

Dopo la vittoria di Venezia su Ulm, nella sala stampa del Taliercio abbiamo sentito Amedeo Tessitori ancora una volta tra i migliori degli orogranatra: per Tex 15 punti, 9 rimbalzi in 19 minuti con 22 di valutazione.

“Abbiamo giocato una partita solida e di squadra siamo stati bravi a mantenere alto il livello di concentrazione anche nei momenti in cui magari ci si poteva rilassare di più. Siamo sempre stati lì, tutti hanno fatto un ottimo lavoro soprattutto difensivamente”. Ottima la partita del centro della nostra Nazionale: Tessitori chiude sfiorando la doppia-doppia con 15 punti e 9 rimbalzi.  “Sono molto contento della mia prestazione, più che altro ho dato una mano alla squadra e quindi quando ci riesco sono sempre felice al di là dei punti segnati o i rimbalzi catturati”. Sono stati i lunghi della squadra di De Raffaele i grandi protagonisti nel successo con Ulm: Watt raccoglie 19 punti, mentre Willis termina con 17 e 6 rimbalzi: “ La forza dei lunghi non si è vista solo in queste ultime due partite (con Verona e appunto Ulm n.d.r.); il fatto che internamente siamo competitivi lo sappiamo, basta pensare a Mitchell Watt che è un giocatore incredibile ed è un punto fondamentale del nostro attacco, io poi vengo dopo e cerco sempre di fare sempre il mio meglio”. La solidità difensiva di Venezia è stata un’altra delle chiavi del successo nel round 10 di EuroCup: “Dobbiamo continuare a dare segni di concretezza ed essere più solidi possibile. Stiamo lavorando bene in allenamento, coach De Raffaele ci sta spronando a fare del nostro meglio. La difesa deve diventare la nostra migliore arma, perché in attacco siamo tutti giocatori talentuosi con possibilità di segnare e se riusciamo a trasformare la difesa come punto forte allora diventiamo….” Un gruppo A di EuroCup caratterizzato dal grande equilibrio che poi si deciderà in sfide secche: “Vincerà chi riesce a fare meno alti e bassi, nel momento in cui arriva alla partita da dentro o fuori non ti puoi permettere di abbassare assolutamente l’asticella. L’abilità sta nel settare bene il livello e mantenerlo sempre allo standard giusto, lavorando tanto senza avere mai alti e bassi.”

 

 

 

Commenta