Rasizza (Varese): Obiettivo minimo i playoff. Se lo mettano bene in testa, soprattutto l’allenatore

Foto Ciamillo
Foto Ciamillo

Il main sponsor di Varese: Voglio vedere il sangue scorrere sul parquet e non giocatori che camminano. I nostri ragazzi devono uscire dal parquet morti, solo allora potrei eventualmente accettare una sconfitta.

Rosario Rasizza, main sponsor della Pallacanestro Varese, ha detto che quest’anno si aspetta i playoff.

Queste le sue parole riportate da Malpensa24.it.

“L’obiettivo minimo sono i playoff, questo se lo mettano bene in testa, soprattutto l’allenatore. Lo dico come Bud Spencer e Terence Hill: altrimenti… ci arrabbiamo” ha detto Rasizza che qualche tempo fa aveva parlato di progetto triennale.

Rasizza: Basta volere tutto e subito. A Varese servono pazienza ed un progetto triennale

“La squadra è da scoprire e dobbiamo capire bene il valore dei nuovi arrivati. Però si mettano ben in testa che per me il minimo è l’ingresso ai playoff, altrimenti… ci arrabbiamo, come dicevano Bud Spencer e Terence Hill. Questo se lo mettano bene in testa, soprattutto l’allenatore. Adriano Vertemati è nuovo, ma gli consiglio di non partire con il piede sbagliato. Voglio vedere il sangue scorrere sul parquet e non giocatori che camminano. I nostri ragazzi devono uscire dal parquet morti, solo allora potrei eventualmente accettare una sconfitta. Non mi è piaciuta la risposta del coach alla sua domanda durante la conferenza stampa di inizio preparazione . Senz’altro era emozionato, perché al suo primo giorno di scuola. Ma se io rispondessi ai miei azionisti con un generico “farò meglio dell’anno scorso” mi manderebbero a casa immediatamente. Dobbiamo entrare nei playoff quest’anno e l’allenatore deve saperlo”

Fonte: Malpensa24.

Commenta