Presentata la Virtus Roma 1960: Questo è un progetto che parte dal basso

Foto Gennaro Masi
Foto Gennaro Masi

Sono intervenuti all’interno della conferenza stampa i due co-fondatori del progetto Virtus Roma 1960, Maurizio Zoffoli e Alessandro Tonolli.

La Virtus Roma 1960 si è presenta oggi ai propri tifosi e alla stampa nella prestigiosa cornice del “Teatro dei Cavalieri” all’interno del Centro Sportivo Pio XI, in Via Santa Maria Mediatrice 22, all’ombra della Cupola di San Pietro. 

Sono intervenuti all’interno della conferenza stampa i due co-fondatori del progetto Virtus Roma 1960, Maurizio Zoffoli e Alessandro Tonolli. 

Queste le parole di Alessandro Tonolli, co-fondatore, direttore tecnico e allenatore della prima squadra che militerà nel campionato di CGold della Regione Lazio: “Prima di tutto ci scusiamo per il ritardo e il mistero di questi ultimi mesi, capiamo che i tifosi siano ansiosi di sapere, di conoscere, di vedere il nostro progetto. Noi però abbiamo cercato di fare prima di dire, di raccontare. Ora siamo pronti a svelarvi i dettagli di questo progetto e la Virtus Roma 1960 vuole essere protagonista ma senza fare proclami e dobbiamo prima strutturarci bene ed essere una realtà importante nel panorama romano e non solo. Daremo importanza al settore giovanile che deve essere la nostra forza, partendo dal minibasket e vogliamo creare una squadra femminile, è una delle nostre priorità”. 

Queste le parole di Maurizio Zoffoli: “Questo è un progetto che parte dal basso, da zero. Il nostro obiettivo è creare una realtà sostenibile, sana, che promuova i valori dello sport e sia legata indissolubilmente alla Capitale, nella quale il basket è in crisi da troppo tempo. Questo è il nostro obiettivo, ma mi preme dire che il nostro punto di riferimento sono e saranno i tifosi: a loro dobbiamo un rispetto enorme e la loro attenzione, già così alta, è per noi una grossa responsabilità. Sentiamo il dovere di assumerci questa responsabilità, vogliamo creare un punto di riferimento per tutte quelle persone che si sono sentite private di qualcosa lo scorso dicembre. In questo momento stiamo trattando con diversi interlocutori a livello commerciale, sarà un’estate di lavoro per tutti, ma siamo pieni di entusiasmo e voglia di fare. Sappiamo che i tifosi si aspettano molto da noi e gli possiamo dire che, se mai ci sarà la possibilità di poter riacquisire un patrimonio che non va né disperso né dimenticato, faremo tutto il possibile. Il nostro progetto si rivolge anche alle altre realtà di questa Città: facciamo squadra insieme per far crescere il movimento a Roma!”. 

All’evento, a cui sono stati invitati tutti i principali candidati alle prossime elezioni al Comune di Roma, è intervenuto il candidato sindaco Carlo Calenda che ha manifestato il suo supporto al progetto Virtus Roma 1960: “Mi fa piacere essere qua, seguivo il Banco Roma quando ero bambino e giocavo a basket in maniera…tragica. Lo sport è uno dei più grandi driver di crescita di una città, soprattutto di una come Roma e stiamo cercando di capire come trasformare questa Città in una città di sport. Quello che state facendo è importante, perché nulla supplisce all’iniziativa privata: avendo Roma una carenza di imprese, ha una difficoltà ad avere sponsor e imprenditori, credo che l’Amministrazione una mano la possa dare, sia nelle infrastrutture ma nel dialogo con le aziende pubbliche. Vi ringrazio molto e complimenti per il coraggio, che distingue chi vince da chi perde”.

Presentati anche i componenti dello staff tecnico: Claudio Carducci, responsabile settore giovanile, Costanza di Dato, responsabile minibasket, Luigi Mauriello che ricoprirà il ruolo di Club Manager e Fabiano Mocci e Lara Annichiarico, rispettivamente allenatore del settore giovanile e staff della prima squadra e istruttrice minibasket. 

Infine, presente anche una parte del roster della stagione 2021/2022: Mattia Giannini, che ricoprirà il ruolo di capitano, Matteo Pierangeli, Pierclaudio Di Bello, Adriele

Fonte: Ufficio Stampa Virtus Roma 1960.

Commenta