Milano annuncia Troy Daniels

Milano annuncia Troy Daniels

Daniels firma a Milano

La Pallacanestro Olimpia Milano annuncia di aver raggiunto un accordo con Troy Daniels, nato a Roanoke, Virginia, il 15 luglio 1991, 1.93 di statura, guardia, proveniente dai Denver Nuggets “Abbiamo scelto Troy Daniels perché è un giocatore fortemente motivato, adatto al nostro progetto, e con le caratteristiche tecniche che cercavamo per occupare il ruolo di guardia”, dice il general manager Christos Stavropoulos. “Prima di tutto voglio ringraziare l’Olimpia Milano per avermi dato questa opportunità. Non vedo l’ora di venire a Milano, immergermi nella cultura, unirmi alla tifoseria e fare tutto il possibile per vincere il maggior numero di titoli. Mi sento un uomo fortunato, ho solo voglia di venire e dare alla squadra tutto quello che posso”, dice Daniels.

LA CARRIERA – Troy Daniels ha frequentato la William Fleming High School di Roanoke vincendo il titolo di giocatore dell’anno della Regione nel 2009, poi è stato quattro anni a Virginia Commonwealth con la quale ha raggiunto le Final Four nel suo secondo anno. Nel 2012/13 ha segnato 12.3 punti per gara con il 40.3% nel tiro da tre (quarto di conference, ma per primo per canestri da tre segnati) e 3.1 rimbalzi. Ha vinto la gara di tiro da tre alle Final Four del 2013. Non è stato scelto nei draft NBA e ha trascorso la stagione 2013/14 nei Rio Grande Vipers della G-League segnando 21.5 punti di media, primo per tiri da tre realizzati e tentati, primo quintetto stagionale, arrivando a Houston per i playoff del 2013/14 e rimanendovi la stagione seguente prima di passare a Minnesota. Ha giocato anche due anni a Charlotte, Memphis, due anni a Phoenix, ai Lakers (ha fatto parte della squadra che ha vinto il titolo NBA anche se non ha finito la stagione) e infine a Denver. Nella NBA ha giocato 339 partite con 2.232 punti segnati, il 39.5% da tre in carriera.

NOTE – Troy Daniels ha segnato il canestro da tre della vittoria quando giocava a Houston contro Portland nel primo turno dei playoff del 2014. Ha segnato 22 punti in un quarto quando giocava a Memphis; otto triple inclusa quella della vittoria con Charlotte contro Sacramento; a Phoenix ha avuto una striscia di 32 gare consecutive con almeno una tripla e una gara da sei triple in un quarto contro Houston che erano record di franchigia. Ha anche un primato di 11 canestri da tre in una gara a VCU contro East Tennessee State.

Commenta