Messina: Umiltà e coesione per provare a vincere anche in mezzo a un playoff storico

Credit: Ciamillo & Castoria
Credit: Ciamillo & Castoria

L’Olimpia impegnata a Pesaro per l’ultima trasferta della regular season di LBA

Nel mezzo di una serie di playoff di EuroLeague molto combattuta e quindi nell’imminenza della trasferta di Monaco per giocare mercoledì prossimo Gara 3 venerdì l’eventuale Gara 4, l’Olimpia si trasferisce a Pesaro per l’ultima trasferta della regular season del campionato italiano. Con la vittoria nel turno precedente sulla Virtus Bologna, ora Milano ha almeno il secondo posto al sicuro. Pesaro invece resta in corsa per un posto nei playoff, ma per conquistarlo ha bisogno assoluto di una vittoria in quella che è una grande classica del basket italiano. Si gioca a Pesaro alle ore 12:00 con diretta su Eurosport Player.

COACH ETTORE MESSINA – “Giochiamo contro una squadra che ha prodotto una stagione bellissima, come ha dimostrato anche nelle Final Eight di Coppa Italia, grazie al grande lavoro della società, di Coach Repesa e dei suoi giocatori.  Sono una squadra che gioca veloce, con l’uso di molti pick and roll, e tanto movimento. E’ una partita che vogliamo provare a vincere, giocandola con umiltà e coesione, anche trovandoci nel mezzo di una serie di playoff storica. Finché avremo speranza di conquistare il primo posto in regular season, cercheremo di fare quello che è possibile fare per raggiungerlo. Colgo l’occasione di rivolgere un pensiero ad un grande campione come Carlos Delfino: siamo tutti dispiaciuti per l’infortunio che ha sofferto e speriamo di ritrovarlo presto in campo”.

NOTES – Gigi Datome con il 53.5% è primo nel tiro da tre. Con il 50.0%, Sergio Rodriguez è terzo assoluto e Michael Roll è quarto con il 48.2%. L’Olimpia è prima nel tiro da tre con il 43.0%. Rodriguez è anche quinto nella classifica degli assist con 5.5 di media. Michael Roll è primo nel plus/minus medio con +8.9 davanti a Shavon Shields con +8.6. Zach LeDay è quinto con +7.2, oltre che secondo nella valutazione media con 20.7. Andrea Cinciarini ha raggiunto nella gara contro Varese quota 3.000 punti segnati in carriera. Cinciarini ha anche distribuito 473 assist in maglia Olimpia, secondo di sempre dopo Mike D’Antoni (1138) e davanti ad Alessandro Gentile (470). Vlado Micov ha segnato 1992 punti nel campionato italiano con 190 presenze in campo. Attualmente, si trova a otto punti di distanza dai 2000 in carriera.

GLI ARBITRI – Beniamino Attard, Gianluca Sardella, Christian Borgo.

LA VUELLE PESARO – Il playmaker Justin Robinson, l’ala forte Marko Filipovity, un nazionale ungherese, e Tyler Cain, veterano della lega italiana, rappresentano l’asse portante della squadra, quasi sempre schierati in quintetto. Robinson segna 12.1 punti per gara con 4.8 assist; Filipovity è il top-scorer con 13.0 punti e 6.2 rimbalzi a partita, tira da due con il 59.2%, ma sa segnare anche da fuori (ha il 36.2% su 4.8 tentativi di media); Cain segna 11.6 punti a partita con 9.0 rimbalzi, ha il 58.1% da due.  La guardia titolare è Frantz Massenat (11.6 punti per gara), la cui stagione è stata condizionata da una lunga assenza per infortuni. Nel reparto esterni hanno spazio anche Matteo Tambone (6.6 punti di media), Ariel Filloy (7.8 punti a partita), e l’estone Henri Drell. Un ruolo importante lo ricoprono tra i lunghi anche Simone Zanotti, 7.3 punti e 3.2 rimbalzi per gara, e Paul Eboua, camerunense di formazione italiana rientrato da un’esperienza in America, che sta segnando 6.0 punti a partita in circa 12 minuti di utilizzo. Non è disponibile per infortunio il campione olimpionico di Atene 2004 Carlos Delfino.

I PRECEDENTI VS. PESARO – 120-46 per l’Olimpia i 166 precedenti tra due dei club più ricchi di storia e antichi del basket italiano. A Milano il bilancio è 71-11 per l’Olimpia. A Pesaro, le squadre si sono affrontate finora 79 volte con 45 successi milanesi e 35 adriatici. 4-0 per l’Olimpia in campo neutro, inclusa l’ultima finale di Coppa Italia disputatasi però a Milano e finita 87-59. L’allora Scavolini stabilì nella stagione 1981/82 il record per il maggior scarto di questa sfida vincendo all’epoca 110-65, 45 punti di scarto. Ma le stesse squadre si affrontarono in finale e l’allora Billy Milano vinse lo scudetto imponendosi 2-0 (allora le serie erano al meglio delle tre partite). Olimpia e Victoria Libertas sono state due delle squadre che hanno vinto di più negli anni ’80, il decennio d’oro della squadra di Milano e in parte anche di quella pesarese. Le due squadre si sono incontrate nella finale scudetto del 1982 (vinta da Milano 2-0) poi di nuovo nella finale del 1985 (vinta da Milano 2-0) e per l’ultima volta in quella del 1988 quando invece si impose la Scavolini vincendo il primo scudetto della sua storia, 3-1 contro una squadra che aveva vinto i tre titoli precedenti ed aveva appena conquistato la Coppa dei Campioni. Le stesse squadre sono state protagoniste di tre finali di Coppa Italia nel 1986, 1987 e 2021 sempre con vittoria Olimpia. In tutto le due squadre si sono incontrate nei playoff nove volte. In sette occasioni ha prevalso l’Olimpia. Nel 2012 Milano e Pesaro si affrontarono in tutto sei volte, in regular season ci fu una vittoria a testa, nelle semifinali dei playoff l’Olimpia vinse 3-1, imponendosi nelle due gare interne e perdendo gara 3 in trasferta prima di chiudere in gara 4 sempre in trasferta.

LA PESARO CONNECTION – Per Andrea Cinciarini, pesarese figlio d’arte (Franco Cinciarini è stato un eccellente giocatore negli anni ’70, ma anche la mamma Cristina ha giocato) con un passato nella Victoria Libertas prima di spiccare il volo, è ovviamente una partita speciale. Cinciarini è solo l’ultimo pesarese della storia ad essere approdato a Milano. Il più famoso di tutti è stato Sandro Riminucci, Hall of Famer Olimpia, detentore del record di punti del club in una singola gara di serie A con 77. Da segnalare che Andrea Cinciarini fece il suo debutto in Serie A proprio con la squadra di Pesaro contro l’Olimpia il 5 ottobre del 2003. Pesaro vinse 81-56 e nell’ultimo minuto ci fu spazio per l’esordio del 17enne Cinciarini. Tra gli ex figura anche Ariel Filloy, 18 presenze in Serie A in maglia Olimpia.

LA REPESA CONNECTION – L’allenatore della Vuelle, Jasmin Repesa ha allenato a Milano due anni nelle stagioni 2015/16 e 2016/17. Ha vinto lo scudetto nel 2016, ma anche due Coppe Italia e la Supercoppa del 2016. Tra i giocatori attualmente all’Olimpia ha guidato solo Andrea Cinciarini per due stagioni e Kaleb Tarczewski per un breve periodo.

Commenta