Lettera Messina, il parere lombardo. Portaluppi: Serve Piano B. Bulgheroni: Modificare le coppe

Lettera Messina, il parere lombardo. Portaluppi: Serve Piano B. Bulgheroni: Modificare le coppe

In merito alla lettera inviata da Ettore Messina a Eurohoops, il QS ha interpellato le squadre lombarde di LBA. Della Fiori: Giusto parlarsi. Portaluppi: Il posto per il confronto è l'Assemblea

In merito alla lettera inviata da Ettore Messina a Eurohoops, il QS ha interpellato le squadre lombarde di LBA. Ecco i pareri:

Daniele Della Fiori, ds della Pallacanestro Cantù: «Occorre parlarsi, assolutamente» con riferimento alla nostra Serie A: «In una stagione in cui attendersi “normalità” è difficile, se non impossibile, il dialogo è atto propedeutico allo studio di strategie e nuove soluzioni». Sul format del campionato l’obiettivo si allarga: «Non entro nel merito. Messina ha portato una soluzione, possono essercene altre, basta che siano appunto figlie del confronto».

Flavio Portaluppi, GM della Vanoli Cremona: «Quella di Messina è una fotografia delle attuali difficoltà del basket europeo. In Italia la mobilità è certamente più agevole non essendo dipendente dai voli aerei». Il tema resta aperto: «La sua è un’uscita funzionale a quella che è la dimensione del club, in ottica italiana invece, ritengo che il luogo del confronto sia la Lega, dove peraltro si è tenuta un’assemblea solo pochi giorni fa». Nell’ultimo vertice di LBA il tema non è emerso: «Comprendo anche la necessità di utilizzare i media, visto che Olimpia non ha modo di sollecitare tutte le componenti chiamate in causa, ma resto sul punto che più mi è caro: anche in Italia siamo entrati in una situazione complicata guardando i rinvii, uno stato di cose che non si risolverà in fretta. Studiare un “piano B” è oggi essenziale».

Sandro Santoro, gm Germani Brescia: «Abbiamo istituzioni e strutture sanitarie preposte a prendere simili decisioni. Noi dobbiamo richiedere solo la massima sicurezza possibile, lavorando a nostra volta per assicurarla a tutti i nostri tesserati. Ovviamente ben consci di tutti i disagi che comporta una simile realtà».

Antonio Bulgheroni, dirigente della Pallacanestro Varese: «Sposo la visione circa una mediazione tra Fiba ed EuroLeague. Credo anche che le competizioni europee vadano al momento interrotte e riprese in primavera, ma al momento, pur tra mille difficoltà, sarei per rispettare l’attuale calendario del nostro campionato nazionale».

Commenta