La Reyer controlla e passa facile a Cremona

La Reyer controlla e passa facile a Cremona

Venezia, in vantaggio di 8 lunghezze già in avvio di gara e per lunghi tratti, incrementa il vantaggio nei minuti finali

Vanoli Cremona – Umana Reyer Venezia: 66-83

La Reyer scende al PalaRadi di Cremona con l’intenzione di controllare la partita, e riesce nell’attuazione del piano partita: guadagna un margine rassicurante di vantaggio in avvio di gara, mantenendolo per l’intera durata dell’incontro, attingendo ad ampie mani dalla panchina, ed amplificando il vantaggio nei minuti finali dell’incontro, allorquando la Vanoli è apparsa particolarmente stanca.

Buoni segnali in riferimento all’atteggiamento messo in campo dalla Vanoli, rispetto alla traumatizzante trasferta di Trieste, anche se occorre rilevare come l’avversario odierno ha profuso il massimo impegno limitatamente ai minuti iniziali dell’incontro, a differenza di quanto fatto dalla formazione triestina nel turno precedente di campionato.

Rimangono difficoltà palesi nell’organizzazione collettiva della manovra, di conseguenza nella percentuale di realizzazione, oltre a svarioni difensivi necessariamente da limitare per ambire a qualcosa di più.

PRIMO QUARTO

Coach De Raffaele inizia con Bramos e Daye in panchina.

Dopo soli due minuti e mezzo di gioco, 0-7 Reyer.

Ciascuno degli attacchi intentati dai biancoblù di casa, si concludono con palla persa; coach Galbiati richiama tutti in panchina.

All’uscita dal time-out, Lee firma i primi due punti Vanoli: 2-7 al 3’.

Buone giocate individuali a rotazione, da ambo le parti; Vanoli volonterosa, cessano i palloni persi, ma la formazione ospite si porta in scioltezza sul 15-23 del 10’.

SECONDO QUARTO

Coach De Raffaele non gradisce i 7 punti realizzati da Palmi nei 4 minuti acavallo dei due quarti, e chiama time-out: 22-25 al 12’.

Dopo la tripla di Fotu, il contropiede di Poeta, concluso in schiacciata da Hommes, induce di nuovo coach De Raffaele al time-out: 28-34 al 15’.

Terzo fallo di Lee, in 7 minuti di gioco: torna in panchina il lungo americano.

Chappell raggiunge quota 10, con percentuale praticamente immacolata; Sul ripiegamento tardivo della difesa di casa, Daye segna la tripla del 31-41 al 17’. Time-out Galbiati.

Decimo punto (tre schiacciate) pure per Hommes.

Formazioni al riposo sul 37-45.

Venezia mantiene gli otto punti di vantaggio guadagnati già in avvio di gara; ogni tentativo di riagguantare la gara da parte della Vanoli, rimane velleitario in funzione di un solo canestro da tre punti messo a segno, contro i sei degli avversari, fattore che determina il solco tra le due squadre a metà partita.

TERZO QUARTO

Un paio di triple consentono alla Vanoli di portarsi a 5 lunghezze di disavanzo dalla Reyer: 49-54 al 27’. Time-out De Raffaele.

La Vanoli si appoggia alle iniziative individuali di TJ Williams.

La formazione ospite sèguita a mantenere gli otto punti di vantaggio, che al 30’ divengono dieci: 50-60.

ULTIMO QUARTO

Poeta porta a -6 i suoi, prima di vedersi sanzionare un dubbio fallo tecnico per flopping.

Immediato il ristabilimento delle distanze (8/10 punti), da parte della Reyer.

La stanchezza assale la Vanoli, e la Reyer, pur sempre al piccolo trotto, incrementa il vantaggio, concludendo l’incontro sul 66-83.

Commenta