Venezia torna a sorridere superando Varese: decisivi Tonut e De Nicolao

Venezia torna a sorridere superando Varese: decisivi Tonut e De Nicolao

Venezia batte Varese 86-77.

Nel dodicesimo turno di campionato Venezia torna alla vittoria superando una mai doma Varese per 86-77. Sono Tonut con 21 punti e 8 rimbalzi e De Nicolao con 18 a trascinare gli orogratata al successo. Non bastano agli ospiti i 16 di Beane e i 14 di Strautins.

 Alla palla a due Venezia scende in campo con De Nicolao, Tonut, Chappell, Stone e Watt. Varese replica con: Ruzzier, Douglas, Strautins, De Vico e Scola.

Primo periodo

Il primo canestro su azione lo mette a segno il rientrante Watt. Le triple degli ospiti siglate in sequenza da Ruzzier, Douglas e De Vico portano l’Openjobmetis a doppiare gli avversari, 6-12 al 4’. L’Umana torna a solo due lunghezze di distanza grazie ai punti di Tonut, mentre Watt commette il terzo fallo costringendo De Raffaele al cambio con Fotu. Arriva il debutto da una parte per Varese di Beane e dall’altra per Venezia di Campogrande. L’Umana trova il nono punto personale di De Nicolao che vale il primo vantaggio veneziano, 21-19 al 9’. L’ultimo minuto è tutto di marca orogranata con il canestro di Daye con cui si chiude il primo quarto sul 27-23.

Secondo periodo

La squadra di Bulleri rimette la testa avanti grazie a due triple di fila di Jakovics, 29-30 al 13’. Venezia si affida ai soliti assalti al ferro di Tonut ridando il +3 ai suoi nonostante l’1/11 complessivo di squadra da oltre l’arco. La sfida rimane in grande equilibrio, con Varese che ha pessime percentuali da due punti, ma rimane vicino all’avversario grazie al gioco perimetrale, 38-38 al 17’. Il finale di tempo è un botta e risposta tra De Vico e Andrea De Nicolao, con Beane che firma, sulla sirena, i punti del 46-48 di fine primo,

Terzo periodo

Varese parte bene con la tripla aperta siglata da Luis Scola che vale il +5 per gli ospiti, ma dalla parte opposta d’autorità Chappell piazza il pareggio e poi Stone mette la bomba del +3. Il parziale veneziano continua grazie alle stoppate in difesa di Watt e in attacco ai canestri di De Nicolao fino al 13-0, con gli ospiti che per quasi 4 minuti non mettono punti a referto. Con il canestro dell’ottimo Tonut arriva il nuovo massimo vantaggio per i padroni di casa, 62-53 al 26’, ma Varese non si arrende e Ruzzier griffa il -4 grazie ad una bella tripla dell’angolo. Gli uomini di Bulleri ottengono altri due punti con Beane e il break diventa di 7-0. All’ultimo intervallo il punteggio è di 64-62.

Quarto periodo

Watt si esibisce con un canestro dalla lunga distanza, ma poco dopo commette il quarto fallo su un tentativo di tiro da tre punti di Strautins. La formazione di De Raffaele tiene un minimo vantaggio grazie alla grinta di Chappell, Vidmar e il talento offensivo di Daye, 73-67 al 33’. È ancora Austin Daye a piazzare il +9 con una tripla di pura classe. La partita sembra prendere la via di Venezia, ma i biancorossi ottengono un break di 8-0 e riaprono i giochi, 76-75 al 27’con Beane che ha anche la tripla del sorpasso. Entriamo negli ultimi 2 minuti di gioco, Reyer avanti 80-77. I liberi siglati da Stone a 30” dalla sirena chiudono al contesa. Il finale 86-77.

 

Commenta