Khimki, parla Pavel Astakhov: In Euroleague tutti i team dovrebbero essere uguali, e invece…

Il club russo ha giocato le ultime 3 partite di Euroleague nonostante le numerose assenze a causa del COVID 19

Le parole di Pavel Astakhov, direttore generale del Khimki Mosca, dopo la decisione di Euroleague di rigiocare tutte le partite che sono state annullate a causa dei problemi con il COVID 19 dei vari team.

“L’Eurolega viola il principio sportivo quando, dopo l’introduzione del nuovo regolamento, annulla retroattivamente i risultati delle partite di alcune squadre, e si rifiuta di riprogrammare partite per altre squadre in condizioni simili….Rispettiamo l’Eurolega, rispettiamo i nostri tifosi ed amiamo molto il basket. Abbiamo preso i nostri giovani e li abbiamo portati con noi alle partite in Spagna, che abbiamo giocato al meglio delle nostre possibilità. E ora si scopre che avremmo potuto fregarcene, potevamo prenderci lo 0-20, e ora avremmo avuto la possibilità di recuperare queste partite. Come è stato fatto ad altre squadre. Mi sembra che in questo caso il principio sportivo sia violato. Tutti dovrebbero essere uguali nel torneo, ma si scopre che alcune squadre in Eurolega sono più uguali di altre….In questo senso, sarebbe logico che l’Eurolega cancellasse i risultati delle ultime tre partite del Khimki, in cui la nostra squadra non ha giocato al massimo a causa del COVID, e le riprogrammasse in altre date. una cosa equa. Se ciò non accadrà, ci sarà un doppio standard. Tali decisioni non aggiungono credibilità alla competizione”

Fonte: Rsport.

Commenta