Jeep Elite LNB: Digione cala la cinquina, Levallois doma Limoges, Le Portel sorprende Strasburgo

Jeep Elite LNB: Digione cala la cinquina, Levallois doma Limoges, Le Portel sorprende Strasburgo

Il recap della giornata di Jeep Elite

Prosegue tra recuperi ed rinvii anche la LNB transalpina. Digione continua la corsa in vetta dopo le nette vittoria con Chalons Reims e Gravelines, all’inseguimento Boulogne Levallois che doma Limoges. In difficoltà Strasburgo che cade in casa contro un Le Portel in salita, in coda primo squillo di Chalons Reims che passa a Le Mans.

BOULOGNE LEVALLOIS VS LIMOGES 82-76
Resiste l’imbattibilità di Levallois che doma Limoges. Sempre avanti ma mai con margini importanti i padroni di casa grazie a Tomer Ginat (23 alla sirena), tentano il recupero nell’ultimo quarto i beaublanc arrivando vicini al blitz con DeMarcus Nelson (18 punti) e Jerry Boutsiele (14 con 10 rimbalzi). Tiene nel finale il fortino di coach Jure Zdvoc con Anthony Brown (14 punti) in evidenza.

GRAVELINES-DUNKERQUE VS DIGIONE 67-81
Digione risponde ai parigini passando con autorità a Gravelines. Gara controllata dagli uomini di coach Legname che chiudono con 5 uomini in doppia cifra (top scorer Chase Simon a quota 18), non basta l’ex varesino Cameron Wells (14 punti) ai padroni di casa.

STRASBURGO VS LE PORTEL 83-94
Splendida impresa esterna di Le Portel che sbanca la Rhenus Sport Arena dopo una clamorosa rimonta. Sembra tutto facile per gli alsaziani che arrivano anche a comodi vantaggi in doppia cifra con Yannis Morin (22 con 15 rimbalzi) totalmente incontenibile in area colorata, 60-41 dopo la schiacciata di Leopold Cavaliere. Da quel momento calano le tenebre su Bonzie Colson (14 con 8 rimbalzi) e compagni che fanno totale naufragio negli ultimi 15 minuti. Benoit Mangin ispira (19 con 7 assist), un letale Mikyle McIntosh (24 con 9/13 dal campo) e Jamar Abrams (16 con 7 rimbalzi) che firmano recupero e sorpasso degli uomini di coach Girard.

PAU ORTHEZ VS BOULAZAC 89-60
Prosegue il difficile cammino di Boulazac che fa naufragio anche a Pau. Shannon Evans (26 con 9/12 al tiro) e Petr Cornelie (15 con 11 rimbalzi) scavano il solco già nel secondo periodo, inutile la prova del veterano Mouphatou Yarou (17 alla sirena finale) per gli ospiti.

LE MANS VS CHALONS REIMS 84-87
Impresa corsara di Chalons Reims che vince a Le Mans costringendo i padroni di casa alla prima sconfitta stagionale. Prima parte di gara con gli uomini di coach Delord in controllo grazie a due ex “italiani”, Ovie Soko (16 con 11 rimbalzi per l’ex brindisino) e Scott Bamforth (18 con 4/8 da tre per l’ex sassarese) ben assistiti da Valentin Bigote (18 con 7 assist). Dopo la pausa lunga la rimonta vincente dei ragazzi di coach Heitz: Arnas Velicka (25 con 5 rimbalzi e 10 assist per il giovane lituano) e Travis Leslie (23 con 5 rimbalzi 4 rimbalzi e 4 recuperi) i protagonisti del successo ospite.

DIGIONE VS CHALONS REIMS 87-72
Non si ripete Chalons Reims che si schianta contro la corazzata Digione nel recupero della terza giornata. Quinta in fila per gli uomini di coach Legname che controllano il match grazie a Alexandre Chassange (22 alla sirena) e Jaron Johnson (14 punti), non bastano agli ospiti i 17 di Jalen Adams ed i 15 dell’ex Capo d’Orlando Dominique Archie.

PAU ORTHEZ VS LE MANS 90-81 OT
Pau beffa Le Mans in overtime e si piazza alle spalle delle battistrada imbattute. Ospiti che guidano per gran parte della sfida, nel finale dei regolamentari due liberi di Shannon Evans regalano l’overtime ai padroni di casa. Nel prolungamento ancora Evans, ben spalleggiato da Vincent Sanford e Jeremy Leloup, spengono la resistenza di Bamforth (15 punti) e compagni.

Classifica: Digione 5-0, Boulogne Levallois 4-0, Bourg-en-Bresse 3-0, Pau e Nanterre 3-1, Monaco 2-1, Limoges e Le Portel 3-2, Orleans, Le Mans ed Asvel 2-2, Strasburgo 3-4, Roanne 1-3, Gravelines-Chalon e Cholet 1-4, Chalons Reims 1-5, Boulazac 0-3.

Commenta