Jayson Tatum sugli effetti del COVID-19: “Ci si affatica più in fretta del normale”

La stella dei Celtics è tornato in campo lo scorso 25 gennaio dopo quasi un mese di assenza.

Parlando con i giornalisti, la stella dei Boston Celtics Jayson Tatum ha condiviso la sua esperienza con il COVID-19 e le conseguenze ereditate dal virus: “Sento che causa dei problemi alla mia respirazione, ho vissuto partite dove mi sono affaticato molto più in fretta del normale. È qualcosa su cui sto lavorando, ne ho parlato anche con coach Stevens, ultimamente va meglio ma a volte succede”.

Tatum è tornato in campo a fine gennaio, e in 11 partite dal suo rientro ha registrato 24.5 punti di media a partita.

Commenta