Durant prende parola sul caso Irving: A cosa serve arrabbiarsi? Non cambierebbe il suo pensiero

Foto Ciamillo
Foto Ciamillo

KD parla della decisione di Kyrie e di quella dei Nets: Noi giocatori che siamo nello spogliatoio ed in campo lavoreremo gli uni con gli altri. La vita è meravigliosa. Non posso essere arrabbiato con qualcuno che prende delle decisioni personali.

Kevin Durant ha preso parola in merito al compagno di squadra Kyrie Irving, attualmente fuori squadra per non essersi vaccinato.

“Non è la situazione ideale per iniziare la stagione ma è una cosa che non possiamo controllare. Quello che possiamo fare è andare ogni giorno agli allenamenti ed essere sul pezzo. A cosa servirebbe arrabbiarsi? Non cambierebbe il suo pensiero” ha detto KD. “Gli lasceremo il tempo per capire cosa vuole e noi come squadra useremo il tempo per capire di cosa abbiamo bisogno. Noi giocatori che siamo nello spogliatoio ed in campo lavoreremo gli uni con gli altri. La vita è meravigliosa. Non posso essere arrabbiato con qualcuno che prende delle decisioni personali. Cosa cambierebbe se mi arrabbiassi?” si è domandato Irving.

“Voglio Kyrie in squadra e speravo non accadesse nulla del genere. Kyrie ha preso una decisione su quello che vuole fare. Ha scelto di fare quello che voleva e la squadra anche ha preso la sua decisione”.

Fonte: NETSDAILY.

Commenta