De Raffaele: “Domani partiremo, cercando di fare la conta dei giocatori”

De Raffaele: “Domani partiremo, cercando di fare la conta dei giocatori”

Le dichiarazioni di Walter De Raffaele in vista del match con la Virtus Roma.

“È un prepartita un po’ particolare, innanzitutto per presentare Roma, mi verrebbe da partire dalla grande vittoria che hanno fatto domenica scorsa a Brescia, in una situazione, come si legge, di difficoltà societaria. Credo che questo sia potuto avvenire soprattutto grazie all’abilità di chi lavora, il coaching staff nella figura di Piero Bucchi ma anche tutto il management, perché sono riusciti a ricompattarsi e andare a cogliere una vittoria importante. Roma può contare anche su giocatori di qualità e quindi sono quelle situazioni in cui, quando c’è questa compattezza, dovremo fare molta attenzione, perché si reclutano poi nuove energie e nuove motivazioni, visto che si cerca di fare sempre il meglio possibile. Quindi è una partita per questo aspetto qui molto difficile, anche perché giocata fuori casa. Detto questo, oggi non faremo allenamento perché non ci sono abbastanza giocatori disponibili. Siamo rientrati dalla Russia con Mazzola che ha subito uno stiramento all’adduttore e quindi starà fuori per un po’, Watt non sappiamo quando rientrerà, Fotu ha riportato una distorsione e in questo momento la caviglia è molto gonfia, poi c’è sempre il problema di Vidmar e Daye e si è aggiunto un problema alla caviglia per Cerella. Domani partiremo, cercando di fare la conta dei giocatori: purtroppo è un momento così, difficile. Se devo guardare al bicchiere mezzo pieno, cerco di guardare alla partita condotta a Kazan con grande sacrificio: mi prendo certamente lo spirito di squadra e la disponibilità di tanti giocatori a dare il massimo”.

“La Virtus Roma è una squadra che se non avesse avuto l’infortunio di Chris Evans avrebbe avuto una rotazione certamente più ampia. Il loro quintetto è di tutto rispetto perché Dario Hunt e Jamil Wilson sono due lunghi che conosciamo bene, Anthony Beane è una guardia esplosiva con esperienza europea e dalla panchina escono giocatori come Campogrande e Cervi. Certamente hanno una rotazione più corta dovuta agli infortuni, ma una squadra che ha qualità anche se costruita alla gli ultimi giorni di mercato. Per quanto ci riguarda sicuramente Luca Possamai sarà nei 12 a referto”.

Commenta