Zach LeDay: Non credo che giocare per Zeljko Obradovic sia un passo indietro

Credit: Ciamillo & Castoria
Credit: Ciamillo & Castoria

LeDay ha firmato al Partizan insieme a Kevin Punter, altro protagonista nell'ultima stagione dell'Olimpia Milano

Zach LeDay, power forward ex Olimpia Milano ora in forza al Partizan, ha concesso un’intervista a Basketinside.

Ne riportiamo alcuni passaggi:

Sulla squadra e i primi giorni con Obradovic.

Cerchiamo di migliorare ogni giorno, ascoltando l’allenatore e il modo in cui vuole giocare, cercando di farlo al più alto livello possibile.”

“(il coach) pensa 24h su 24h alla pallacanestro. Io cerco sempre di imparare da ogni allenatore e ovviamente voglio imparare molto da un Coach come lui. Coach Obradovic pensa molto al gioco e a come giocare ai massimi livelli, vede che siamo giovani quindi vorrebbe giocare correndo molto e sta a noi apprendere al massimo i suoi insegnamenti

Sull’importanza per la sua carriera della stagione a Milano.

Sì, lo è stata assolutamente! Ma penso che ogni stagione della mia carriera sia fondamentale per la mia crescita come giocatore. Nella mia mente, ogni anno cerco di migliorare.. fare ciò che vuole l’allenatore, lavorare il più possibile e cercare di ottenere il meglio. La scorsa stagione è stato un grande passo nella mia carriera, essere alle Final Four per la prima volta! Amico, è stato fantastico. Ho imparato molto da questa esperienza e voglio continuare ad essere umile e affamato.”

Se il passaggio da Milano al Partizan in Eurocup è un piccolo passo indietro.

Non credo che giocare per Zeljko Obradovic sia un passo indietro nella tua carriera (ride ndr). Cerco solo di migliorare ogni giorno e continuare la mia crescita… e quello che voglio ottenere è vincere il più possibile. Sono contento di poter imparare da un allenatore leggendario come Obradovic.”

QUI l’intervista completa, in cui ha parlato anche di tutti i coach da cui è stato allenato in Europa, del rapporto con Punter e di tanti altri argomenti.

Fonte: Basketinside.

Commenta