Westbrook: Non voglio che i miei figli crescano vedendo la polizia come un qualcosa di negativo

La stella dei Rockets finanzierà una docu-serie sul massacro di Tulsa del 1921.

Russell Westbrook è uno dei giocatori NBA più attivi nella lotta al razzismo e alla brutalità della polizia verso le persone di colore negli Stati Uniti.

Di recente ha annunciato di aver messo a disposizione dei fondi per una docu-serie sul massacro di Tulsa del 1921.

Alcune delle sue dichiarazioni in merito, riprese da Alykhan Bijani, fanno davvero riflettere.

“Credo che il mio dovere sia quello di educare le persone sul perché si dovrebbe votare, e far capire per cosa si sta votando. Ecco dove voglio essere in grado di apportare un cambiamento nella nostra società”.
“Non voglio che i miei figli crescano vedendo la polizia come un qualcosa di negativo, come un qualcosa potenzialmente in grado di ucciderli … È una situazione che dobbiamo cambiare”
“Votare, trovare modi per combattere il razzismo e per riformare il sistema delle forze dell’ordine sono tre cose fondamentali se vogliamo veramente essere in grado di cambiare le cose”

Commenta