Watt: “La nostra forza è quella che ognuno di noi si fida dell’altro”

Watt: “La nostra forza è quella che ognuno di noi si fida dell’altro”

"Tra di noi parliamo in modo diretto di quelli che sono i problemi e non lasciamo nulla in sospeso. È un rapporto vero e sincero che aiuta tutta la squadra"

Nella videoconferenza di ieri pomeriggio, in previsione della sfida con Pesaro, è intervenuto il centro dell’Umana Reyer Venezia Mitchell Watt. Ecco le sue dichiarazioni:

“Arriviamo a questa partita con Pesaro dopo una partita difficile come quella di Belgrado con il Partizan. Gli avversari di domenica sono una squadra totalmente diversa rispetto alla passata stagione. Alcuni giocatori li conosciamo bene, altri meno. Sicuramente sarà una battaglia perché loro verranno quei per giocarsela, ma non dovremo essere pronti”.

“Tornando alla partita di martedì in EuroCup, abbiamo affrontato un avversario molto forte fuori casa in un momento in cui loro avevano delle difficoltà ed erano con l’acqua alla gola. Si percepiva questa pressione che avevano, in un match che in tutti i modi dovevano vincere per non staccarsi troppo in classifica dalle altre squadre. Per quanto ci riguarda siamo stati molto bravi nel primo tempo ad impattare la loro aggressività e per 25 minuti la partita è stata positiva. Dobbiamo lavorare su quegli 8 minuti giocati male dove si è creato il divario tra noi e loro, ci deve essere d’insegnamento per le successive sfide ad iniziare con quella appunto con Pesaro. Avere un gruppo coeso come il nostro che gioca insieme da molti anni è un vantaggio soprattutto in questi momenti che arriva dopo una partita molto difficile. La vera nostra forza è quella che ognuno di noi si fida dell’altro. a. Le volte che abbiamo avuto brutte sconfitte, siamo sempre riusciti a fare bene la successiva partita, dando un risposta sul campo proprio per il motivo che sentiamo grande senso di appartenenza e senso di squadra”.

Sul duello con il lungo avversario della VL Pesaro Tyler Cain.

“Ho grandissimo rispetto di Tyler Cain; sono sempre felice di incontrare un avversario di tale valore. È un giocatore di grandissima solidità e ottimi fondamentali; magari non è il ‘cinque’ più veloce a correre il campo e non è dominante come altri lunghi però certamente sa giocare molto bene a pallacanestro e domenica non sarà facile da affrontare”.

Commenta