Virtus e Fortitudo Bologna scrivono alla LBA: Al Governo l’ultima parola, non alla FIP

Virtus e Fortitudo Bologna scrivono alla LBA: Al Governo l’ultima parola, non alla FIP

Virtus Bologna e Fortitudo Bologna provano a prendere tempo e chiedono di attendere prima di cancellare la stagione

Virtus Bologna e Fortitudo Bologna hanno scritto una lettera al presidente della Legabasket Umberto Gandini ed alle altre squadre, con l’ausilio dell’avvocato Mattia Grassani, esperto di diritto sportivo, chiedendo di attendere ancora prima della cancellazione della stagione attendendo l’evoluzione degli eventi ed un provvedimenti dell’autorità statale, scrivono i maggiori quotidiano sportivi nazionali (Gazzetta dello Sport, Corriere dello Sport e Tuttosport).

Per la Virtus e la Fortitudo deve essere il Governo, e non la FIP, a decidere la cancellazione della stagione.

Come scrive La Gazzetta dello Sport, un atto formale degli enti sportivi esporrebbe i club “a inadempienze contrattuali e quindi ad azioni di natura risarcitoria e restitutoria” da parte di tv, sponsor e abbonati.

Il tema verrà affrontato nella giornata odierna nel corso di una conference call tra tutte le squadre di Serie A, di cui molte irritate per il comportamento delle due bolognesi.

La cancellazione ufficiale della stagione dovrebbe avvenire già oggi, come confermato anche dal consigliere federale Marco Tajana, e comunque al massimo il 10 aprile, come detto da Umberto Gandini nel corso dell’ultima assemblea di lega.

Commenta