Verso Bertram Derthona-Happy Casa Brindisi: le parole di coach Ramondino e Daum

Verso Bertram Derthona-Happy Casa Brindisi: le parole di coach Ramondino e Daum

Vigilia di campionato per la Bertram Derthona, attesa dalla sfida casalinga (palla a due domani alle 20 al PalaFerraris) contro la Happy Casa Brindisi, valida per la terza giornata del campionato di LBA

Vigilia di campionato per la Bertram Derthona, attesa dalla sfida casalinga (palla a due domani alle 20 al PalaFerraris) contro la Happy Casa Brindisi, valida per la terza giornata del campionato di LBA.
Il Derthona è reduce dal primo successo nella massima serie, ottenuto sul campo di Brescia, e si appresta ora ad affrontare una formazione che ʺnegli ultimi anni si è confermata ai massimi livelli del torneo sia per qualità e talento diffuso del roster sia per consistenza – esordisce coach Marco Ramondino -. Quest’anno si è rinnovata molto ma ha trovato fin da subito una identità precisa tra gioco in velocità e a metà campo. Nel roster ci sono giocatori di rendimento e continuità come Nick Perkins, Chappell, Zanelli, Gaspardo, Udom e di talento come Adrian, Josh Perkins e Redivo che lo scorso anno ha imperversato in A2. Dal nostro punto di vista servirà una partita di equilibrio e gestione dei possessi in attacco, mentre in difesa dovremo essere bravi a lavorare sui loro punti di forzaʺ.
L’allenatore del Derthona è poi tornato sullo storico successo di domenica contro la Germani Brescia, sottolineando come ʺla vittoria sia arrivata al termine di una settimana di lavoro molto buona e grazie al contributo di tutti i giocatori. La crescita di consistenza nella gara è stata importante e ha testimoniato la consapevolezza e la maturità che siamo riusciti ad acquisire con il passare dei minutiʺ.
Al fianco di coach Ramondino, Mike Daum ha introdotto così la gara contro la Brindisi: ʺAffrontiamo una squadra molto forte, che sarà affamata e vogliosa di giocare contro di noi dopo la sconfitta all’esordio in Champions League. Noi abbiamo preparato la partita seguendo le indicazioni fornite dallo staff. Il nostro focus deve essere sempre sugli aspetti del gioco che possiamo controllareʺ.
L’ala americana, tra i protagonisti di questa fase iniziale della stagione, ha poi parlato del suo impatto con il campionato italiano e del suo ruolo, affermando che ʺil livello della competizione è molto simile a quello che si trova in Spagna, in Liga ACB. Anche in Serie A ci sono roster molto forti e io sono felice di essere qui e potermi confrontare con i migliori. Credo di avere molti margini di crescita, ma quello che più mi interessa è essere di aiuto alla squadra per provare a vincere quante più partite possibili, non solo segnando ma facendo tutte le cose necessarie per ottenere il successoʺ.

Commenta