Venezia vince il derby con Treviso. Decisivo lo strappo nell’ultimo quarto

Venezia vince il derby con Treviso. Decisivo lo strappo nell’ultimo quarto

Venezia vince il derby con Treviso per 89-75. Per la Reyer, risulta decisiva l'ultima frazione di gioco.

Al via anche il Girone C della SuperCoppa 2020 targata Eurosport  con la partita disputata, al Taliercio a porte parzialmente aperte, tra Umana Reyer Venezia e De’ Longhi Treviso. Un derby da sempre molto sentito vinto dagli orogranata per 89-75 grazie ad un ottimo ultimo quarto. Rimane la buona prestazione della truppa di Menetti che ha giocato per 30 minuti alla pari con gli avversari. Al di là del risultato oggi è stata una nuova ripartenza e un nuovo giorno per tutti con la speranza di poter tornare al più presto possibile alla normalità. Venezia ritrovava il parquet in una partita ufficiale dopo 180 giorni, Treviso addirittura dopo quasi sei mesi. Si sono rivisti anche gli spettatori contingentati nel numero di 648 ovvero il 20% di quanto può contenere il palazzetto di via Porto di Cavergnago. Coach De Raffaele all’ultimo recupera tre giocatori fondamentali nel reparto lunghi: Valerio Mazzola, l’ex di turno Isaac Fotu e Austin Daye. Coach Menetti può contare sul roster al completo, compreso Jeffrey Carroll che si è unito al team la settimana scorsa per gli allenamenti dopo la quarantena obbligatoria. Sul fronte giocatori per l’Umana quattro giocatori in doppia cifra: 16 punti di Chappell, 14 di Daye, 13 Tonut e 10 Fotu. Per la De’ Longhi ottime le prestazioni di Mekowulu autore di 20 punti con 8 rimbalzi, Carroll 18 punti, Vildera doppia-doppia da 13 punti e 10 rimbalzi e Akele con i suoi 14 punti. Il finale 89-75  

Primo periodo.

Il quintetto di partenza per Venezia è quello solito: De Nicolao, Tonut, Chappell, Mazzola e Watt. Treviso risponde con: Russell, Cheese, Akele, Chillo e Mekowulu. I primi 10 minuti sono caratterizzati dall’ottima partenza di Treviso con Mekowulu. Coach Menetti piazza una difesa allungata i suoi ragazzi mettono tanta aggressività su ogni pallone, De’ Longhi avanti 9-8 al 3’. Ci pensano Chappell, con una tripla frontale, e Tonut a portare avanti i lagunari sul 13-11 al 5’. De Raffaele inserisce Fotu e Bramos, Menetti Vildera e Carroll. Il nuovo innesto americano per Treviso produce una tripla del 16-15 ospite. Negli ultimi 4 minuti del tempo esordisce anche Austin Daye. I biancoblù provano l’allungo con Vildera, ma dalla parte opposta Austin Daye sigla, con un bel gioco da tre punti, il 20-18 al 8’, Carroll è letteralmente scatenato e, ancora una volta dalla distanza, riporta avanti TVB. Fotu si fa largo sotto i tabelloni, ma l’ultimo canestro del quarto lo mette a segno uno stratosferico Carroll. La prima frazione termina 26-26.

Secondo periodo.

Treviso si affida ancora a Carroll, Venezia risponde con Daye, è un botta e risposta con capitan Imbrò e poi Casarin con la bomba dall’angolo 31-31 al 12’. Il match rimane equilibrato nei primi 2 minuti; poi un ottimo Austin Daye segna i punti del +5 orogranata. Complici alcune palle perse dell’Umana, la De’ Longhi ritrova i canestri del pareggio, 36-36 al 15’. Scendono leggermente le percentuali e il derby rimane in perfetto equilibrio con gli ospiti che lottano sui ogni pallone, Ci pensa Mazzola, con una tripla dell’angolo, ad allungare sul 44-38 al 18’. Vildera continua a fare male alla Reyer, terminando il primo tempo con 11 punti e 8 rimbalzi, piazzando anche altri 2 punti che ricuciono lo svantaggio sul -3. Il tempo si chiude sul 46-43.

Terzo periodo.

Si rientra dall’intervallo lungo con Treviso velocemente avanti 47-46 grazie ai 4 punti consecutivi di un redivivo Akele. Il match rimane in linea di galleggiamento con il botta e risposta tra Daye e Mekowulu, 51-51 al 24’. Menetti rigioca la carta Carroll, ma prende anche un fallo tecnico per proteste mentre Venezia si trova con Watt gravato di quattro falli. Austin Daye firma il canestro del 60-55. La De’ Longhi ha sette vite e ancora, con l’ex Cremona, Nikola Akele trova la via del canestro con continuità fino ad arrivare alla fine del terza frazione sul 62-62.

Quarto periodo.

Venezia ingrana la quarta marcia e produce, dopo 4 minuti, il +5, 69-64. Gli uomini di Menetti non si arrendono con il solito Mekowulu a farsi largo sotto le plance, ma serve a poco perché i padroni di casa allungano la forbice con un parziale letale di 11-0 -mentre TVB perde anche Cheese per doppio antisportivo ossia espulsione- e portano il punteggio sull’81-66 al 35’ con la tripla di Mazzola e il liberi di un ottimo Tonut. La bomba di Chappell manda i titoli di coda della partita. Finale 89-75.

Commenta