Vazzoler sulla nuova Nutribullet: Credo che questa squadra possa far innamorare i trevigiani

Credit: Ciamillo & Castoria
Credit: Ciamillo & Castoria

Vazzoler: Sulla carta (con chi spende di più) c'è una differenza abissale, ma poi il canestro è sempre alto 3.05 metri, il campo è grande uguale e si gioca sempre in cinque.

Paolo Vazzoler, presidente della Nutribullet Treviso, parla con fiducia delle prospettive del roster costruito in estate.

(Via Il Gazzettino di Treviso)

“Non vinceremo lo scudetto, ma credo che questa squadra possa far innamorare i trevigiani. Mi piacerebbe che fossimo la rivelazione del campionato. Personalmente sarò comunque contento nel vedere che i ragazzi mettono in campo tutto quello che hanno: e se lo faranno, secondo me, potranno dare fastidio a molti”.

“Abbiamo cercato di costruire una squadra che rispondesse il più possibile ai desideri di coach Marcelo Nicola. Compatibilmente con il nostro budget, esiguo rispetto ad altre società, abbiamo preso giocatori che avessero prospettive di crescita o di rivalsa, magari affiancati a qualche senatore esperto. Mi pare un roster brioso e composto da giocatori con peculiarità diverse, in grado di completarsi a vicenda e consentire all’allenatore di mettere in campo molteplici quintetti”.

La chiusura con alcune considerazioni sul campionato.

“La capacità di spesa è assolutamente disarmonica, perché ci sono proprietà che, individualmente, mettono sul piatto molti soldi, non in proporzione alla capacità di generare ricavi del movimento. Anche se quest’anno avremo maggiori introiti dai diritti televisivi, ma si tratta di passare da 100 a 150mila euro l’anno. Buon per chi ha alle spalle un imprenditore mecenate, poi per il resto vedo le altre più o meno sui
nostri parametri. Sulla carta c’è una differenza abissale, ma poi il canestro è sempre alto 3.05 metri, il campo è grande uguale e si gioca sempre in cinque. È quanto chiediamo ai nostri ragazzi: giocarsela sempre con tutte, dalle più blasonate a quelle con meno favori nel pronostico. Senza regalare punti”.

Commenta