Varese, parla Castelli: “I mancati ricavi dal botteghino ci stanno penalizzando pesantemente”

Foto Ciamillo
Foto Ciamillo

Le parole del presidente del Consorzio Varese nel Cuore: Sfido però chiunque a maggio 2020 ad ipotizzare una situazione di porte chiuse per mesi che a questo punto si protrarrà sino a fine stagione

Alberto Castelli, presidente del Consorzio Varese nel Cuore ha parlato della situazione economica del club in una lunga intervista a La Prealpina.

“La mancanza dei ricavi da botteghino ci sta penalizzando in maniera significativa, aggiungendo problemi ulteriori ad una situazione già di per sé non idilliaca. Sfido però chiunque a maggio 2020 ad ipotizzare una situazione di porte chiuse per mesi che a questo punto si protrarrà sino a fine stagione; abbiamo fatto di tutto per mantenere il principio della sostenibilità, ma questa variabile ha sparigliato le carte” ha detto Castelli. “ Tutti coloro che sono già coinvolti stanno facendo il massimo, compreso Gianfranco Ponti, col quale è in atto un lungo fidanzamento che prima o poi porterà da qualche parte” ha aggiunto Castelli. “Soluzioni per mutare la situazione? Ma ad oggi non ho problemi ad ammettere che non ho soluzioni nuove da proporre: non amo chi dice “bisognerebbe fare”, se qualcuno vuol farsi avanti le porte sono aperte”.

Commenta