Varese, Conti: “5+5 frutto della continuità. Lavoriamo a ossatura degli italiani”

Credits Ciamillo-Castoria
Credits Ciamillo-Castoria

Le parole del GM dell'Openjobmetis nell'intervista a La Prealpina

Intervista su La Prealpina per il GM dell’Openjobmetis Varese Andrea Conti, che delinea le strategie di mercato per la prossima stagione.

“5+5 è figlio della continuità rispetto ad un gruppo di italiani sotto contratto che possono garantire solidità. Il motivo economico è secondario, la volontà è costruire un gruppo nel quale senso di appartenenza, fame e voglia di trasmettere entusiasmo ai tifosi siano la base. Stiamo lavorando sull’ossatura degli italiani per poi scegliere senza fretta gli stranieri. Vogliamo costruire una squadra con tre stranieri tra guardia, ala piccola e cambio degli esterni, proseguendo con la coppia Ruzzier-­De Nicolao in regia. Da decidere cosa fare con Ferrero, De Vico e Strautins. Tutti e tre non possono restare, fattori chiave saranno accettazione del ruolo e aspetto economico. Resterà chi sarà contento di ruolo e salario. Cerchiamo un giovane futuribile come cambio del pivot da sviluppare, che possa darci almeno 10 minuti oggi e crescere
con noi domani. Con Egbunu discorso aperto ma con cambio italiano forse servirà giocatore diverso. Su Jones discorso atletico, non tecnico. Su Beane ci penseremo bene prima di lasciarlo ma dipenderà dalla disponibilità ad uscire dalla panchina”, ha detto Conti.

Fonte: La Prealpina.

Commenta