Una organizzazione no-profit chiede alla NBA di forzare la vendita dei Pistons

Una organizzazione no-profit chiede alla NBA di forzare la vendita dei Pistons

Worth Rises, la no-profit che ha comprato la pagina sul NY Times, dice che uno dei business di Gores è contrario a Black Lives Matter.

Un gruppo di attivisti ha comprato una pagina sul New York Times chiedendo alla NBA ed ai proprietari delle varie franchigie di forzare la cessione dei Detroit Pistons, attualmente nelle mani di Tom Gores.

“Se Black Lives Matter, cosa fate nei confronti del proprietario dei Detroit Pistons Tom Gores?” recita la pubblicità.

L’annuncio si riferisce ad un sito che dichiara Tom Gores proprietario di Securus Technologies, società di Beverly Hills acquistata nel 2017, che fissa il prezzo delle telefonate dei detenuti in centinaia di contee negli Stati Uniti arrivando ad addebitare anche 14 dollari per 15 minuti di chiamata.

“Il business di Tom Gores è in assoluto contrasto con Black Lives Matter ed è qualcosa che deve essere detto” dice Bianca Tylek, fondatrice e direttrice esecutiva di Worth Rises, la no-profit che ha comprato la pagina sul giornale.

Commenta