Umana Venezia, i nuovi esterni Phillip e Sanders: ‘Siamo qui per giocare nel sistema Reyer’

Umana Venezia, i nuovi esterni Phillip e Sanders: ‘Siamo qui per giocare nel sistema Reyer’

I due nuovi esterni americani della Umana Reyer Venezia hanno rilasciato le prime dichiarazioni da giocatori dell’Umana Reyer

I due nuovi esterni americani della Umana Reyer Venezia hanno rilasciato le prime dichiarazioni da giocatori dell’Umana Reyer.

“Sono molto contento di essere arrivato qui – così si è presentato Tarik Philips – Mi ha impressionato soprattutto il prestigio dell’organizzazione, come dimostrato dai banner con i trofei appesi al soffitto del Taliercio: l’obiettivo di tutti è quello di aumentarli. Penso di poter dare un contributo di energia in difesa e, in attacco, mettere in ritmo le nostre bocche da fuoco, che sono tante, perché abbiamo grandi tiratori. Questa è una squadra di sistema: noi dobbiamo farci trovare pronti perché vogliamo continuare il lavoro portato avanti negli anni passati. Il campionato italiano? Ci sono almeno un paio di squadre da Eurolega e il livello è molto alto, per cui dovremo essere pronti ogni sera, aspettandomi grandi battaglie. Quanto all’EuroCup, sarà bello giocare in tante nazioni diverse, con tanti che ci potranno vedere. Siamo entusiasti di poterlo fare”.

Ed ecco Victor Sanders: “Sono molto motivato a vincere ed è uno dei motivi per cui sono venuto qui. E poi la città di Venezia l’ho già vista molto in tv: adesso potrò viverla quasi quotidianamente. Già l’anno scorso mi hanno inorgoglito le giocate difensive personali e punto soprattutto su quelle. Offensivamente penso invece di essere molto versatile, con tante soluzioni, dal tiro al pick and roll. In una squadra così profonda, in cui tutti possono essere titolari e protagonisti, bisognerà però prima di tutto giocare l’uno per l’altro. Affrontare la Reyer, da fuori, era partita da circoletto rosso per la sua difficoltà. Affrontare i miei ex compagni di Trento da avversario, adesso, sarà entusiasmante ed è una partita che aspetto con molta impazienza. La nuova formula di EuroCup, infine, mi piace molto, con viaggi molto sfidanti. E penso che potremo fare qualcosa di speciale”.

Fonte: legabasket.it.

Commenta