Udine ha vita facile a Milano, Urania battuta 81-54

Udine ha vita facile a Milano, Urania battuta 81-54

Successo numero 8 in stagione per la OWW, +20 già nel primo quarto contro l'Urania priva di Thomas

E’ successo esterno, ottavo in campionato, per la APU Udine, che ipoteca la sfida dell’Allianz Cloud nel primo quarto toccando subito il +21. Milano fa enorme fatica in attacco, priva di Thomas, e prova a rientrare con gli sforzi in difesa, non riuscendo però a ricucire oltre gli 11 punti di svantaggio. Il divario tra i due roster è troppo ampio, per l’Urania arriva così la sconfitta numero 7 in stagione.

Inizio favorevole alla squadra ospite con i punti di Walters e Cappelletti, Bossi corregge a rimbalzo ma dall’angolo Ebeling realizza l’11-3 che forza il timeout di coach Villa. Al rientro in campo Udine scappa sul +16 con un troppo comodo 8-0, Nikolic sblocca l’Urania dopo un altro minuto di sospensione ma dall’altra parte Pellegrino fa valere la stazza segnando i canestri del 24-5. Lo Sloveno dall’arco risponde a Walters, termina così il primo quarto sul 29-9 per Udine.
Piunti pesca bene Montano sul taglio, Milano alza l’intensità difensiva e dopo lo schiacciata di Pellegrino è Paci che prova a prendere per mano la squadra: tre canestri consecutivi e 17-31 a tabellone dopo 14 minuti. Lacey converte la rubata in due punti, Montano e Piunti guidano sul -12 e ci vuole un miracolo di Giuri per muovere lo score della OWW. Pesenato lavora bene a rimbalzo offensivo, gli sforzi in difesa pagano e l’Urania chiude in rimonta sul 25-38 all’intervallo, concedendo appena 9 punti agli uomini di Boniciolli.

Si rivede Ebeling in attacco con 2 canestri in fila, primo giocatore in doppia cifra del match. Paci impensierisce la difesa avversaria, Nikolic pesca la tripla frontale ma Italiano appoggia, dopo la bella finta, il nuovo +15 dopo tre minuti di terzo periodo. Cappelletti completa il 2+1, Walters segna il 50-30 e Udine approccia una nuova fuga per chiudere definitivamente la sfida. Con Nikolic e Bossi è 5-0 casalingo, Montano allunga il parziale con la bomba ma Mussini dall’angolo lo chiude, provando a spegnere l’entusiasmo dell’Allianz Cloud. Milano rientra sino al -11, la APU torna in controllo e con gli americani chiude sul 61-44 a 10 minuti dal termine.
I pochi canestri in avvio di quarto quarto permettono agli ospiti di amministrare l’ampio vantaggio, Lacey e Mussini costruiscono il +33 e Milano non riesce ad alzare le percentuali, 5/28 il dato dall’arco. Montano e Cipolla muovono lo score di casa, il play ex Reggio si scatena dall’arco e con 10 punti personali nell’ultimo periodo consegna ad Udine il netto successo esterno 81-54.

Milano: Montano 11, Nikolic 11, Bossi 11, Paci 9, Piunti 5, Cipolla 3, Pesenato 2, Abega 2
Udine: Mussini 15, Ebeling 14, Walters 13, Lacey 10, Pellegrino 9, Cappelletti 8, Giuri 7, Esposito 3, Italiano 2

Commenta