Udine conduce, Forlì rimonta ma la OWW vince 67-62 e vola in semifinale

Udine conduce, Forlì rimonta ma la OWW vince 67-62 e vola in semifinale

La squadra di Boniciolli si rialza nell'avvincente finale e batte la capolista del girone rosso

Secondo quarto di finale decisamente avvincente al palasport di Cervia: Udine parte forte con Foulland (13+13 alla fine), conduce a lungo ma subisce la rimonta avversaria, guidata da Rush. Forlì, avanti 62-58 a due minuti dalla fine, smette di segnare e vanifica tutti gli sforzi fatti. La Old Wild West torna avanti nel punteggio, con il decisivo canestro del lungo americano che vale il pass per le semifinali di F8. Male Roderick che chiude con appena 5 punti e 2/9 dal campo.

Avvio targato Foulland in casa Udine, con 7 punti e blocchi granitici per liberare le penetrazioni dei suoi compagni di squadra. Forlì si affida a Rush ma non basta, sotto 4-9 entrando nella seconda metà del quarto iniziale. Landi segna dall’arco, Foulland schiaccia in tap-in ma una disattenzione, che porta al canestro di Bruttini, convince la APU a chiamare timeout. Giachetti pareggia a quota 11, gli avversari dalla lunetta non sbagliano ed è +4 dopo dieci minuti.
La Unieuro parte bene con un parziale di 5-0 che vale il vantaggio, Giuri risponde in transizione e la sfida resta in equilibrio, con il play ex Virtus ed Olimpia scatenato e Johnson a segnare i primi punti personali. Mobio mette a referto canestri importanti (ma anche il terzo fallo), Antonutti regala il +4 ed il primo tempo si chiude sul 29-25, con una Forlì nervosa (tecnico a Dell’Agnello) ed imprecisa (9/30 dal campo).

Canestro ed assist a Natali per Erik Rush, Boniciolli esagera con le proteste ma la squadra ‘di casa’ non capitalizza a fondo, punita due volte da Mobio. Landi segna da tre, Johnson replica e Roderick perde palla, aggravando la situazione con il fallo antisportivo che lancia la OWW sul +5. L’ex Napoli segna i suoi primi canestri dal campo (dopo 6 errori), Bolpin impatta a quota 38 ma Nobile completa la giocata da tre punti, importante per confermare gli uomini in maglia nera avanti nel punteggio. Foulland torna segnare e raggiunge la doppia-doppia, Johnson la doppia cifra con la bomba sulla sirena dei 24 ed è 48-44 ad un quarto dal termine.
Rush è carico e riporta i suoi sul -1, Giachetti sorpassa e lo svedese segna ancora, 12-2 il parziale dell’ultimo periodo in favore di Forlì, con Udine totalmente in palla in attacco. La Unieuro spinge gli avversari all’ennesimo errore, Bolpin segna il +8 ma dall’altra parte Johnson non ci sta, tripla del 58-53 e timeout in campo. Giuri esce dal blocco ed infila dall’arco, Schina, con due canestri consecutivi, riduce il gap ad un possesso e Foulland riporta Udine avanti, con poco meno di 30 secondi da giocare. Giachetti manca il contro-sorpasso, Johnson ed Antonutti sono precisi dalla lunetta e la APU rimonta nel finale vincendo 67-62 e guadagnando la semifinale di Final Eight.

Forlì: Rush 14, Giachetti 11, Bruttini 8, Bolpin 7, Landi 6, Roderick 5, Natali 5, Campori 4, Dilas 2
Udine: Johnson 15, Foulland 13, Mobio 11, Schina 9, Antonutti 7, Giuri 5, Nobile 5, Deangeli 2

Commenta