Ty Lawson si scusa: Non volevo offendere nessuno

L'ex playmaker dei Nuggets di recente è stato bandito a vita dalla Chinese Basketball Association a causa di alcune sue Stories su Instagram.

Ty Lawson affida a un video le scuse dopo  essere stato bandito a vita dalla Chinese Basketball Association a causa di alcune sue Stories su Instagram.

Ne riportiamo alcuni passi: “Ho aspettato qualche giorno per capire bene il motivo per cui tutti sembravano avercela con me….Non volevo mancare di rispetto, ma mi rendo conto che poteva sembrare così, per questo chiedo scusa a tutti, non vedrete mai più una foto come quella sui miei social…Trump parla sempre male della Cina, nemmeno a noi piace Trump…La foto era di un’amica, noi usciamo spesso,  i media hanno equivocato, io dicendo ‘cakes’ volevo dire che ha un bel corpo, niente di più e niente di meno, non era mia intenzione offendere.

Commenta