Tuttosport: Le società vorrebbero un campionato senza retrocessioni per le prossime due stagioni

Foto Ciamillo
Foto Ciamillo

Petrucci ha già fatto sapere che la retrocessione sul campo resterà, anche in futuro

Piero Guerrini, nel suo editoriale su Tuttosport, ha parlato anche della questione retrocessioni.

Con la sconfitta di Bologna e la contemporanea vittoria di Brescia a Cremona, la Pallacanestro Cantù è matematicamente retrocessa in Serie A2.

Ma ci saranno le retrocessioni nella seconda serie? Ancora non è dato saperlo.

Nei giorni della sollevazione popolare contro la Superlega di calcio, il basket italiano continua a chiedere il bloc co delle retrocessioni. C’è addirittura chi parla dell’eventualità con una certa fiducia se non sicurezza (Bonetti, figura di riferimento di Brescia).

Passi che il basket abbia storia diversa e abbia soprattutto la Nba a governare il mondo, ma sembrerebbe un controsenso intempestivo.

Certo, le società sono in grave difficoltà economica, c’è la stagione segnata dal Covid, ma è bene ribadire che nessuno ha ordinato ai club di mettere a bilancio una parte di biglietteria in pandemia. Di peggio c’è che le società verrebbero un campionato bloccato anche per due stagioni prossime, al fine dì trovare stabilità. Ma questo è puro garantismo.

[…]

Poi sarà il momento ai analizzare il manuale delle licenze. E prima di qualsiasi decisione la Fip ha già detto per voce del presidente Petruccì che:

1. La retrocessione sul campo resterà, anche in futuro.
2. Ma soprattutto ha detto: 2 che prima di qualsiasi decisione occorrerà attendere l’analisi dei bilanci da parte della Com.Tec.

Dunque di prossima Serie A se ne parlerà per fine luglio. Come al solito. Cantù, scesa nell’anno del nuovo palasport, merita di restare o risalire, ma questo è un altro discorso.

Commenta