Trieste-Treviso, Menetti: “Non possiamo essere contenti di una partita giocata così”

Trieste-Treviso, Menetti: “Non possiamo essere contenti di una partita giocata così”

Le parole del coach di Treviso in sala stampa nel dopo-gara.

“E’ evidente che non abbiamo giocato la partita che dovevamo giocare.” – inizia così coach Menetti il suo intervento – “Non ho niente da dire ai miei ragazzi sotto l’aspetto dell’impegno e dell’abnegazione, è evidente che c’era la voglia di fare una partita migliore ma purtroppo il dato è che abbiamo fatto troppi errori, soprattutto in una partita così importante e di fronte ad un avversario che dopo ha trovato la maniera di punirci. Quindi non possiamo dire che non abbiamo mollato fino in fondo, non è sufficiente, non possiamo essere contenti di una partita giocata così, seppur abbiamo dato tutto. Ho sempre la grande impressione che i miei ragazzi anche oggi con tutti i loro difetti e con tutti i nostri errori abbiano veramente dato tutto: questo da un lato è una cosa importante, però è evidente che quando fai così tanti errori soprattutto gratuiti e soprattutto su tutti e due i lati del campo, dopo diventa difficile vincere una partita e cercare di mettere il tuo desiderio dentro una partita attraverso delle cose tecniche; questo non siamo riusciti a farlo e anche la nostra intensità è stata troppo “up and down”, facevamo tre minuti fatti per bene, due azioni fatte per bene ed è stata una partita dove abbiamo veramente alternato troppe volte delle cose buone a degli errori pacchiani o a dei momenti in cui l’energia non c’era.”

“Piano piano ci siamo arrivati in fondo a questo 2020, non abbiamo nemmeno tanto tempo poi di pensare a quello che è successo oggi, ma dobbiamo solo pensare a quello che avremmo voluto fare. Abbiamo una grande partita che ci aspetta contro la Reyer al Palaverde, il modo migliore di cominciare un 2021 che speriamo sia per tutti quanti un anno migliore di quello che sta per finire.”

Commenta