Treviso resiste al ritorno della Vanoli, Logan marchia la vittoria

Treviso resiste al ritorno della Vanoli, Logan marchia la vittoria

Punteggio mai in pericolo per Treviso nella prima mezz'ora, ritardata la reazione della Vanoli

De’ Longhi Treviso – Vanoli Cremona: 101-90

Trenta minuti di supremazia costante della De’ Longhi, prima del tentativo di rimonta della Vanoli messo in atto in ritardo nell’ultimo quarto, e non compiuto a causa di alcuni errori, anche ingenui, nelle battute finali dell’incontro.

Grandi giocate decisive di Logan, unita ad una migliore percentuale di realizzazione dalla lunetta, hanno determinato il successo trevigiano, nell’intero corso della gara.

1° QUARTO

Dopo un avvio di gara in equilibrio, al 5’ è la tripla di Logan a propiziare il primo mini allungo della partita , di marca trevigiana; 15-9.

Attese entrambe le formazioni allo schieramento difensivo a zona, è la De’ Longhi ad iniziare.

Tocca ancora a Logan, ripetersi dall’arco, con una bomba di rara difficoltà dinanzi alla quale nulla può la pur arcigna difesa di Palmi. 22-16 al 7’.

Due schiacciate di Lee fruttano 5 punti per il 22-21, parziale della prima sirena.

Percentuali di realizzazione non elevatissime, tra le quali si distinguono solamente quelle realizzate da Logan (10 punti) da una parte, e da J.Williams (9 con 4/4).

2° QUARTO

Arriva il turno della zona Vanoli, ma è la De’ Longhi a piazzare il parziale di 6-0, seppur con Logan in panchina: 28-21 al 12’.

I padroni di casa mantengono il vantaggio; un paio di conclusioni vincenti Cournooh preoccupano coach Menetti, che richiama i suoi a bordo campo. 34-30 al 15’.

Schiacciata portentosa di J.Williams; bomba perentoria di Logan; entrata di Russell, troppo comoda. Time-out Galbiati, preoccupato anche per la crescente supremazia a rimbalzo dei padroni di casa; 40-32 al 16’.

Dopo il canestro di Hommes, è spettacolo Russell/Mekowulu: 42-35 al 17’.

Logan e Mekowulu sono il problema della difesa Vanoli; Mian spende il terzo fallo e rientra in panchina.

Per converso, la difesa di casa ha ottimo gioco sugli esterni avversari; la Vanoli soffre la mancanza dei loro punti, e la De’ Longhi allunga. 49-35 al 18’.

Ancora una bomba di Logan, questa volta addirittura in condizioni precarie di equilibrio: 4/6 per lui

dall’arco e quindicesimo punto per lui.

Il sottomano di Poeta sulla seconda sirena fissa il punteggio sul 52-40.

Oltre alla supremazia a rimbalzo e dall’arco dei tre punti, è la differenza dalla lunetta a determinare il vantaggio trevigiano: 15/17 contro il 4/6 dalla lunetta, esclusivamente messo insieme da J.Williams, che conclude la prima frazione con 14 punti all’attivo.

3° QUARTO

Nell’immediato avvio di ripresa, si sbloccano dall’arco dei tre punti Mian e Hommes.

Sblocco, tuttavia, insufficiente allo scopo di ridurre lo svantaggio, stante la medesima efficacia di Akele e Russell sull’altro lato del campo.

A seguire, Mekowulu chiude il canestro, e Imbrò si invola per la tripla in transizione, che determina il massimo vantaggio Treviso: 72-55 al 24’. Time-out Galbiati.

Logan torna in panchina, e la Vanoli, specie per mano di Lee, recupera fino al 76-66 al 18’.

Tre errori colossali Vanoli e la tripla seguente del 4/7 personale di Imbrò, detrminano il parziale della terza sirena: 79-66.

ULTIMO QUARTO

Ci riprova, la Vanoli, a reimboccare la via della rimonta: sempre le schiacciate di Lee, come arma di punta, a cui seguono 5 punti di Hommes: 79-73 al 32’. Time-out Menetti, che reinserisce Logan, per poi chiamare di nuovo un minuto di sospensione.

Commenta