Trento, Trainotti: “La classifica ora non conta, la squadra ha trovato la sua strada”

Credits Ciamillo-Castoria
Credits Ciamillo-Castoria

Il GM della Dolomiti Energia ha parlato al Trentino.

Intervista a 360° sul Trentino per Salvatore Trainotti, GM della Dolomiti Energia Trentino e delle Nazionali azzurre, tanti i temi trattati.

Sulla stagione di Trento: “L’importante è che la squadra sia su un percorso, che da qualche settimana abbia trovato la sua strada, questo le permette di andare oltre la sfortuna e gli infortuni. Non ci piangiamo addosso, la stagione è ancora lunga. Da parte nostra c’è la continua ricerca del miglioramento, l’ossessione del miglioramento ogni giorno, i limiti ce li dirà la stagione, noi non ce ne poniamo. Williams dovreste vederlo in allenamento, prova sempre a migliorare: spero possa fare ancora meglio. Browne è un giocatore esperto a questo livello, ma sono contento anche di tutti gli altri: le loro prestazioni sono legate alla chimica di squadra, tutti hanno trovato la loro dimensione, merito dell’abilità nel reclutamento e del lavoro in palestra. Avremmo giocato con la Virtus Roma il 27 dicembre, riposeremo. Ma la classifica oggi non conta, due punti in più o in meno non fanno la differenza”.

Sul caso Roma: “È un dispiacere, per la storia della società, per l’importanza della città, è una grave perdita. È una delle conseguenze della difficoltà della situazione generale: soffrono tutte le aziende, anche quelle sportive”.

Sul ruolo in Nazionale: “Prima seguivo la Nazionale A, oggi coordino tutte le squadre nazionali, allo scopo di rendere omogeneo il lavoro, facendo lavorare al meglio gli allenatori azzurri”.

Sull’esonero in Fortitudo di Sacchetti: “Purtroppo sono le cose che succedono quando la chimica di squadra non c’è e i risultati non arrivano. Questa volta è toccato a Meo, ma non credo che ci sia qualcuno che possa mettere in dubbio il suo valore”.

Fonte: Trentino.

Commenta