Trento, Brienza: “Partita estremamente importante. Cantù ferita è un pericolo”

Credits Ciamillo-Castoria
Credits Ciamillo-Castoria

Il coach della Dolomiti Energia sfida il suo passato.

Intervista a La Provincia per Nicola Brienza, coach della Dolomiti Energia Trentino che ritrova la sua ex Acqua San Bernardo Cantù, reduce da due pesanti ko consecutivi dopo la ripresa del campionato e a caccia del riscatto.

“Per noi è una partita estremamente importante. Fortunatamente dopo le prime tre giornate abbiamo trovato la nostra identità. Ma abbiamo perso in casa contro Varese prima della sosta e non l’abbiamo affatto digerita. A questo punto, per noi diventa quindi importantissimo sfruttare le partite in casa. Quindi pretendo massima concentrazione contro Cantù, anche perché vogliamo lottare fino all’ultimo per qualificarci alle Final Eight di Coppa Italia. Mi aspetto da Pancotto e dalla squadra una reazione d’orgoglio, prima ancora che tecnica e fisica. Non c’è niente di più pericoloso che affrontare una squadra ferita. Dovremo stare molto molto attenti, pure noi siamo un po’ in difficoltà a livello di uomini e dovremo farci trovare pronti. Prima della partita? Guarderò l’altra panchina: vedrò Lanzi che mi curava le caviglie, Visciglia e Gandini con cui ho allenato, Della Fiori che è stato mio compagno di squadra. La palla a due azzera tutto, ma poi tutto torna come prima, al netto dell’arrabbiatura se si perde. Spero che però questo sia un problema solo per Della Fiori…”, ha detto il coach bianconero.

Fonte: La Provincia.

Commenta