Non c’è storia a Torino, la Reale Mutua batte l’Orlandina 110-76

Non c’è storia a Torino, la Reale Mutua batte l’Orlandina 110-76

Netta vittoria di Torino sui siciliani

Il recupero della quarta giornata della Serie A2 Old Wild West, girone verde, è come da pronostico preda dalla Reale Mutua Basket Torino che batte agevolmente l’Orlandina Basket Capo d’Orlando per 110-76. non c’è stata quasi mai storia al Pala Gianni Asti, dove i padroni di casa hanno sin da subito imposto la loro superiorità nonostante i tentativi dei giocatori ospiti. I torinesi con questo successo guadagnano aritmeticamente l’accesso alla Coppa Italia ed al girone bianco.

Taflaj e Moretti lanciano subito Capo d’Orlando col parziale di 0-4 al quale la Reale Mutua risponde immediatamente con un controbreak di 6-0 di Cappelletti e Pinkins. Di qua fatica in attacco l’Orlandina, mentre Torino va a bersaglio con Penna e Diop che portano coach Sodini a ricorrere ad un timeout sul 15-6 del 5’. I sabaudi continuano ad aggredire il ferro con Diop, mentre Alibegovic e Clark sparano da tre ed al 10’ è 26-12 lo score che sorride ai padroni di casa.

Diouf, Floyd e Johnson provano a tenere l’Orlandina attaccata ai sabaudi, che invece si tengono ben distanti grazie a Bushati, Cappelletti e Campani. Al 14’ Capo d’Orlando ha già esaurito il bonus quando i gialloblù conducono di 22 punti (46-24), timeout ospite. La squadra di Cavina non toglie il piede dall’acceleratore ed al riposo lungo gode dell’ampio vantaggio di 64-39 con il buzzer beater di Alibegovic.

Al rientro dagli spogliatoi le maglie difensive torinesi si allargano, Floyd e Johnson provano a ridurre le distanze con la collaborazione di Gay ed i siciliani trovano il -14 (74-60 al 28’). Clark dà una scossa ai suoi assieme a Toscano ed al 30’ Capo d’Orlando rincorre i subalpini sul 82-64.

L’Orlandina non smette di provarci ma la squadra di coach Cavina la tiene ben distante. L’ultimo quarto è pura amministrazione del vantaggio per Torino, quando Johnson commette il quinto fallo personale al 35’, con la Reale Mutua in vantaggio di venti lunghezze scorrono i titoli di coda ed i gialloblù mettono la ceralacca sui due punti senza mai abbassare il ritmo in fase offensiva. Le ostilità terminano sul 110-76 piemontese.

 

Reale Mutua Torino – Orlandina Basket 110-76 (28-12, 36-27, 18-25, 28-12)

Reale Mutua Torino: Ousmane Diop 21 (6/10, 0/0), Mirza Alibegovic 17 (3/6, 3/7), Jason Clark 15 (0/1, 4/7), Alessandro Cappelletti 14 (2/3, 3/4), Daniele Toscano 12 (1/3, 3/4), Kruize Pinkins 9 (2/3, 1/2), Lorenzo Penna 7 (1/3, 1/3), Franko Bushati 7 (2/4, 1/2), Luca Campani 4 (2/5, 0/1), Alessandro Origlia 3 (0/0, 1/1), Giordano Pagani 1 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 21 / 26 – Rimbalzi: 41 9 + 32 (Ousmane Diop 11) – Assist: 27 (Alessandro Cappelletti, Franko Bushati 5)

Orlandina Basket: Jordan mailk Floyd 22 (6/15, 1/4), Xavier alexander Johnson 22 (4/7, 0/4), Celis Taflaj 10 (2/6, 2/4), Samuele Moretti 7 (2/7, 0/0), Flavio Gay 6 (0/1, 2/3), Baye modou Diouf 6 (3/4, 0/0), Alberto Conti 3 (1/2, 0/1), Andrea Del debbio 0 (0/1, 0/2), Alberto Triassi 0 (0/0, 0/0), Mattia Raví 0 (0/0, 0/0), Matteo Laganà 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 25 / 29 – Rimbalzi: 30 7 + 23 (Baye modou Diouf 9) – Assist: 12 (Samuele Moretti 4)

Commenta