Rimonta torinese a Verona, il 56-61 vale il 3-0 nella serie e la finalissima

Foto Ciamillo
Foto Ciamillo

Torino in finale promozione

Gara3 della semifinale playoff tra la Tezenis Scaligera Basket Verona e la Reale Mutua Basket Torino viene conquistata dal team piemontese che espugna nel finale, in rimonta, l’Agsm Forum per 56-61. Non è stata la miglior partita dell’anno dei torinesi, ma come in gara1, conquistano il successo nell’ultimo quarto. È quindi un secco 3-0 a consentire l’accesso in finale dei gialloblù subalpini.

Partenza molto contratta delle due squadre, il riferimento offensivo casalingo è Tomassini in compagnia di Jones e gli scaligeri trovano il primo allungo al 5’ sul 10-2. Col secondo fallo commesso da Pinkins ed in svantaggio di 8 lunghezze, coach Cavina è costretto al timeout. Le maglie difensive torinesi si stringono, Cappelletti sale in cattedra e prova a ricucire lo strappo con la collaborazione di Diop ed Alibegovic. Sul 12-8 suona la prima sirena.

La Reale Mutua prende a soffiare forte sul collo della Tezenis, così Penna e Toscano firmano il primo vantaggio sabaudo al 12’ (14-15). Al parziale ospite rispondono gli scaligeri con Tomassini e Candussi, il +7 veneto vale la sospensione richiesta da coach Cavina a metà frazione sul 22-15. La ruvidità difensiva lascia spazio ad una ritrovata vena realizzativa delle due compagini e la gara guadagna in spettacolarità. Al riposo lungo la Tezenis Verona conduce per 33-29.

Al rientro dagli spogliatoi Tomassini e Greene da un lato, Diop e Pinkins dall’altro si danno battaglia a distanza. È sempre la squadra veronese a tenersi avanti, mentre gli avversari tornano a difendere a zona. Greene, in compagnia di Jones, va a bersaglio per il +11 che vale il 48-37 del 27’, timeout torinese. Campani e Toscano usano l’esperienza approfittando di un paio di leggerezze commesse da Sacchetti. Sul 50-43 scaligero termina il terzo quarto.

Ultima frazione di gioco in cui Campani prende per mano i suoi, Penna lo coadiuva e trovato il 53-49, al 34’ c’è il minuto richiesto dai veronesi. Clark si accende e trova la collaborazione preziosa di Diop, i subalpini ci credono e trovano quindi il pareggio al 37’ per il 55-55, sospensione di coach Ramagli. Clark mette a segno il sorpasso piemontese, Pinkins lo incrementa mentre Verona perde lucidità, il tempo non l’aiuta e la Tezenis ricorre al fallo sistematico. A 20” dalla fine la Reale Mutua è avanti 56-60. L’ultima sirena suona sul 56-61 che vale il pass in finalissima per la Reale Mutua Torino. Verona ha sventolato bandiera bianca solo negli ultimi minuti di gioco, la squadra torinese è stata brava nel crederci fino all’ultimo.

Commenta