Thomas Bach: No alle porte chiuse per i Giochi Olimpici. Lavoriamo su molteplici scenari

Il numero uno del CIO, Thomas Bach, sull’edizione 2021 dei Giochi Olimpici: Le Olimpiadi a porte chiuse sono chiaramente qualcosa che non vogliamo

Il numero uno del CIO, Thomas Bach, sull’edizione 2021 dei Giochi Olimpici per l’Ansa: «Le Olimpiadi a porte chiuse sono chiaramente qualcosa che non vogliamo. Stiamo quindi lavorando per i Giochi olimpici che, da un lato, salvaguardano la salute di tutti i partecipanti e, dall’altro, riflettono lo spirito olimpico».

 «La priorità è la sicurezza di tutti i partecipanti. Questo è il motivo per cui attualmente stiamo lavorando a molteplici scenari per l’organizzazione dei Giochi a seconda della situazione sanitaria che non sappiamo come sarà tra un anno».

Commenta