Tessitori: “Varese è una squadra molto giovane che mette in campo tanta energia”

Tessitori: “Varese è una squadra molto giovane che mette in campo tanta energia”

Le dichiarazioni di Amedeo Tex Tessitori alla vigilia della partita con Varese

Amedeo Tessitori, uno dei grandi protagonisti dell’Italbasket nelle partite che hanno permesso agli Azzurri di qualificarsi ai mondiali 2023, torna al Taliercio per prepararsi ad affrontare con la sua Reyer la sfida di Masnago con Varese.

“Domani ci aspetta una partita difficile, Varese è una squadra molto giovane che mette in campo molta energia e dovremo essere bravi a contestarla con altrettanta energia cercando di mettere in pratica le cose che stiamo provando in allenamento. Dovremo essere bravi a seguire il piano partita che l’allenatore ha studiato e cercare di fare del nostro meglio”

 Varese è il miglior attacco del campionato, in un campo molto caldo come quello di Masnago.

“Sicuramente Varese è una piazza dove il basket conta tanto e giocare là non è mai facile. Dovremo essere bravi anche nei momenti difficili a rimanere tutti uniti e difenderci nella la miglior maniera possibile”.

Sulla Nazionale Azzurra e la gioia della qualificazione al mondiale.

“Andare in Nazionale è sempre un onore, giocare per la propria nazione ti dà sempre una grande energia: questa volta ancora di più perché c’era in palio un obiettivo importante come la qualificazione al mondiale. Averlo raggiunto è un bellissimo traguardo sia personale e di squadra, ma anche per tutto il movimento della pallacanestro perché erano tanti anni che l’Italia non si classificava per due volte di fila ai mondiali. Siamo stati bravi e abbiamo dato un bel segnale al movimento del basket italiano”.

Con quale entusiasmo ha ripreso l’allenamento e che gruppo ha ritrovato alla Reyer?

“Andare in nazionale e ottenere una qualificazione così importante dà un lato è stancante, ma dall’altro dà grandi soddisfazioni. Sono contento di essere tornato nel gruppo perché qua sto molto bene e si lavora veramente bene e quindi ritorno con più energia e ancora più voglia di fare per cercare di portare a compimento gli obiettivi anche del club”.

Ha parlato con Caruso, suo compagno di Nazionale, della partita di sabato dove sarete avversari?

“Non abbiamo parlato di queste cose in Nazionale con Caruso. Guglielmo è un ottimo prospetto, un giocatore molto talentuoso e dovremo prestare molta attenzione a lui nel match di Masnago”

Da qui a febbraio c’è solo la Reyer e quasi sempre si gioca in infrasettimanale. Cosa si aspetta e che cosa prevede per questo periodo?

“Sarà un periodo molto particolare pieno di partite, dovremo essere bravi a gestire le nostre energie. È comunque una parte molto importante della stagione ed è il momento in cui bisogna iniziare a dare qualche segnale e prova del lavoro che stiamo facendo: quindi una fase molto impegnativa”.

Commenta