Tarczewski e precisione dall’arco: Milano domina e piega Varese 96-70

Tarczewski e precisione dall’arco: Milano domina e piega Varese 96-70

Secondo quarto da 35-14 e l'Olimpia bombarda la squadra di Bulleri, 10 su 10 in LBA

Derby Lombardo in un piovoso pomeriggio di dicembre, sul campo di coach Bulleri e dell’ex Luis Scola è di scena l’imbattuta Milano.

Tutto facile per l’Olimpia, dominante sul campo di Varese e capace di chiudere con largo anticipo la sfida, sfruttando una serata al limite della perfezione dall’arco (12/22, percentuale sporcata nel finale). Sono 35 i punti a referto nel secondo quarto, 5 giocatori in doppia cifra alla fine ed un Tarczewski positivo sin dalle prime battute del match, decisivo nell’allungo del secondo parziale per costruire il +23 dell’intervallo. Varese soffre le ampie rotazioni avversarie, sono troppo soli Scola e Douglas in attacco per poter competere alla distanza con la squadra di Euroleague.

Avvio in favore della squadra ospite, i veterani Olimpia Micov-Cinciarini guidano sul 5-0 con difese reattive e già 3 falli spesi nei primi 3 minuti di gioco. Punter allunga dalla distanza, Scola sblocca i suoi e con le triple Varese è nuovamente a contatto, un solo possesso pieno di svantaggio nonostante l’ottimo lavoro di Tarczewski sotto i tabelloni (già 4 rimbalzi a referto). Shields e LeDay entrano bene nel match, il danese regala però qualcosa in difesa e Strautins-Douglas ne approfittano per portare la squadra al pareggio. E’ di Moraschini l’ultimo canestro del quarto, 20-18 nei primi dieci minuti a Masnago.
Resta in equilibrio il match in avvio di secondo periodo, l’AX trova un nuovo +5 con la bomba di Shields e Tarczewski inchioda in tap-in, 29-22 con timeout per coach Bulleri al 14′. Il centro è dominante con stoppata e schiacciata, l’ex Trento realizza per il +10 ed arriva il primo strappo della serata, con Varese ad affidarsi alla sua stella Argentina (doppia cifra personale). La terza tripla di Douglas dà respiro ai padroni di casa, Tarczewski non si ferma e LeDay segna il 40-28, quattro minuti all’intervallo. Punter da lontanissimo risponde a Strautins, Datome chiude in transizione la perfetta circolazione di palla e Milano non si ferma più: altra tripla della guardia, 2+1 di LeDay e 35 punti segnati nel secondo quarto, sulla sirena Micov per il 55-32 di metà gara.

Punter riprende da dove aveva lasciato, il serbo risponde al solito Scola e l’Openjobmetis non riesce a trovare altre soluzioni in attacco, con 30 punti su 39 di squadra per il lungo e Toney Douglas. Gli uomini di Messina si confermano in controllo sul 65-41, Strautins raggiunge la doppia cifra e con il grande ex di giornata i padroni di casa rientrano sul -20, minuto 26 del match. Roll dall’angolo si iscrive alla gara, Shields segna il 75-47 e gli ospiti archiviano di fatto la pratica, 77-50 il punteggio dopo tre quarti di gioco.
Esordio e subito punti per Moretti, Roll dall’arco regala il +30 e a metà ultimo periodo è 88-54 il punteggio, in un inevitabile e ormai prolungato garbage time. Scola raggiunge quota 21 punti, la gara volge al termine senza intoppi e la squadra di Messina ottiene il decimo successo in altrettante partite di campionato. 96-70 il finale in favore di Milano a Varese.

Varese: Scola 23, Douglas 20, Strautins 16, Jakovics 4, Ruzzier 3, Andersson 2, Morse 2

Milano: LeDay 18, Punter 15, Micov 12, Tarzcewski 12, Shields 11, Roll 8, Cinciarini 7, Biligha 4, Moraschini 4, Datome 3, Moretti 2

Commenta