Treviso deve alzare forzatamente bandiera bianca, l’Olimpia vince in scioltezza

Credits Ciamillo-Castoria
Credits Ciamillo-Castoria

108-60 il finale

Non c’è storia tra Olimpia Milano e Treviso. La squadra di Ettore Messina passeggia contro una Treviso “giovane”, priva di Imbrò, Russell, Sims, Dimsa, Sokolowski e Akele dopo il QR di Champions League. Sarà semifinale con Brindisi per una squadra, quella biancorossa, che segna 36 punti nel primo quarto e se ne va. Da segnalare, le assenze per infortunio di Daniels e Moraschini (botta alla schiena per quest’ultimo, che potrebbe recuperare per lunedì), oltre che di Tarczewski e Grant per turnover.

108-60 il finale.

QUINTETTI INIZIALI

Milano Delaney, Shields, Datome, Melli, Hines

Treviso Poser, Bortolani, Casarin, Chillo, Jones

PRIMO QUARTO

Parte con orgoglio Treviso, con 3 punti di Jones, Chillo e Bortolani, 5 di Shields e 12-12 dopo 4’. I biancorossi producono tuttavia molto in attacco, e in un sistema difensivo che pare ancora da costruire, 30-20 a 43’’ con antisportivo a Jones e il Chacho fa 2/2 seguito dalle giocate di Mitoglou e Ricci. Treviso, partita 6/9 da 3, chiude a -16.

SECONDO QUARTO

Olimpia che tocca il +22 rapidamente (47-25 a 7.12), dominando a rimbalzo (12-3), e giocando anche tratti di buon basket in attacco. 49-25 a 6.49 e Max Menetti costretto a chiamare timeout. La gara è virtualmente già chiusa, anche perchè Treviso ha 0’ da Sokolowski e Akele. Alviti la allarga con 5 punti e una rubata (66-27 a 2’). 69-34 a fine primo tempo, 12 di Shields, 10 di Casarin.

TERZO QUARTO

Milano tocca l’83-43, con 22/33 da 2, 7/17 da 3, ma soprattutto 30-17 a rimbalzo. 13 palle perse per Treviso, in una gara che non poteva essere mai iniziata. Messina può così ruotare tutti gli uomini. 86-47 dopo 30’, 15 di Mitoglou, 14 di Shields, 12 di Alviti, per Treviso 16 di Bortolani e 12 di Casarin.

QUARTO QUARTO

Non ci può essere gara. Riccardo Moraschini è nei 12 solo per onor di firma dopo una botta alla schiena subito nell’ultimo allenamento. Il giocatore potrebbe rientrare lunedì per la semifinale con Brindisi. Melli scollina quota 100 a 4’ dalla sirena, da segnalare allora il prodotto dei giovani di Treviso: 4 per Pelizzari, 2 per Ronca, 5 per Poser, 16 per Bortolani, 15 per Casarin, 4 per Faggian e 4 per Vettori.

Commenta