Spike Lee: Siamo in guerra. NBA, baseball, sport, cinema devono fare un passo indietro

Le parole del regista e tifoso dei Knicks

Spike Lee ha parlato a Variety della pandemia da coronavirus chiedendo di fare un passo indietro “a tutte le cose che amiamo”.

Queste le sue parole.

“Le cose che amiamo come il cinema, la tv, lo sport, l’NBA, il baseball devono fare un passo indietro. Tante cose sono slittate e io sono d’accordo con questo cambiamento” ha detto Spike Lee a Vanity. “Siamo in guerra, siamo come in tempo di guerra. Tutti devono pregare, inginocchiarsi perché possiamo uscire da tutto questo, per trovare un vaccino e tornare in piedi dal punto di vista fisico, emotivo e finanziariamente. Non si tratta di uno scherzo, non parliamo di film. Le persone stanno morendo”

Fonte: Repubblica.

Commenta