Spike Lee: Molestato da James Dolan. I Knicks rispondono

Il regista è fan dei Knicks da una vita

Storie tese tra il regista Spike Lee e i New York Knicks nella partita di ieri.

Il regista, notoriamente tifoso della franchigia, è andato questa mattina a First Take dicendo di sentirsi molestato da James Dolan, senza saperne il motivo.

Il motivo del contendere sarebbe il suo ‘vizio’di utilizzare un’entrata riservata solo agli impiegati, al posto di quella dei tifosi VIP.

Ieri sera la sicurezza del team lo ha invitato ad usare la giusta entrata, ma il regista non ha reagito benissimo, urlando contro alcuni impiegati.

La replica dei Knicks non si è fatta attendere: “L’idea che Spike Lee sia una vittima, solo perchè lo abbiamo ripetutamente invitato ad  utilizzare l’entrata dedicata ai VIP, è ridicola. Ed è deludente vedere come stia usando questa falsa controversia per creare un ‘Drama’. Sarà sempre il benvenuto al Garden se entrerà da lì o dall’entrata principale, ma non da quella dei nostri impiegati, aspetto su cui lui stesso era d’accordo ieri quando ha stretto la mano al nostro impiegato”.

Da parte sua Lee ha detto che non tornerà al Madison Square Garden in questo finale di stagione, ma sarà presente al Draft NBA 2020.

Commenta