Simone Zanotti: Il motivo del momento no non lo si capirà mai

Foto Ciamillo
Foto Ciamillo

Le parole del giocatore di Pesaro: Io migliorato? Sì. Quando la squadra fa bene, anche il giocatore rende, è una conseguenza

Simone Zanotti ha parlato a Il Corriere Adriatico della stagione della VL Pesaro che ha raggiunto la finale di Coppa Italia ma che dopo l’evento milanese non è stata (quasi) più in grado di vincere.

“A livello di squadra sono contento per come è andata. Dato l’inizio si poteva pensare di poter raggiungere obiettivi più ambiziosi ma nel ritorno ci siamo persi per le tante mancanze, il coach, il Covid, gli infortuni… Ci hanno tolto l’equilibrio che c’era prima” ha detto Zanotti.

“Io migliorato? Sì. Quando la squadra fa bene, anche il giocatore rende, è una conseguenza. Si gioca in cinque nel basket e penso sia più bello e stimolante giocare bene rapportato a squadra. Inoltre a 28 anni sono nel pieno della maturità”.

“”Il motivo del momento no non lo si capirà mai, è dipeso da una serie di cose. Dopo la Coppa Italia è partito Gerald Robinson, ci eravamo abituati a lui, si era creata molta intesa. Dopo la sosta, abbiamo fatto tanta fatica, infortuni e Covid ci hanno destabilizzato, insomma una serie di cause” ha continuato Zanotti.

“Futuro? Ho contratto. . Io spero rimangano tutti, mi sono trovato bene con il gruppo. Intanto a fine campionato mi piacerebbe restare qui e fare una settimana di mare”.

Commenta