Simone Fontecchio: Da straniero una responsabilità maggiore rispetto a quella da italiano in LBA

Simone Fontecchio: Da straniero una responsabilità maggiore rispetto a quella da italiano in LBA

Simone Fontecchio, uno dei simboli della nazionale italiana qualificata a Tokyo 2020: L'esempio di Polonara, che al Baskonia ha fatto bene prima di andare in Turchia, mi guiderà

Simone Fontecchio, uno dei simboli della nazionale italiana qualificata a Tokyo 2020, ha rilasciato una lunga intervista a Andrea Tosi de La Gazzetta dello Sport. Ecco alcuni passaggi.

SULL’ESTERO

«Da straniero all’estero avverti una responsabilità maggiore rispetto a quella da italiano in Serie A. Devi essere performante, altrimenti ti rispediscono a casa. Invece, da italiano, anche se giochi male sei sempre a casa tua».

SUL BASKONIA

«Sinceramente non me l’aspettavo. Il fatto che mi abbia voluto un club storico dell’Eurolega è un grande stimolo per continuare a migliorarmi. L’esempio di Polonara, che al Baskonia ha fatto bene prima di andare in Turchia, mi guiderà».

SU TOKYO

«Vogliamo continuare a stupire. Non andremo a Tokyo in vacanza».

SULL’NBA

«Adesso penso solo al Vitoria.La Nba la guardo poco. E da quando Lebron è uscito dai playoff non la guardo proprio».

Commenta