Shane Larkin: Non è il momento di tornare a giocare

La stella dell'Anadolu affida il suo pensiero ad un lungo post su Instagram

Shane Larkin, stella dell’Anadolu Efes e senza ombra di dubbio il miglior giocatore della stagione in Euroleague, affida ad un post su Instagram la sua opinione su un eventuale ripresa della competizioni.

Ne riportiamo i concetti principali.

“Non è un segreto che molti atleti non siano riusciti a rimanere al top della forma durante lo stop. In caso di ripresa, oltre alla possibilità di contrarre il virus, ci sarebbe un elevato rischio di infortuni.

Mentalmente e fisicamente non sarebbe una situazione ideale quella di scendere subito in campo senza il tempo necessario per prepararsi.

In Euroleague ogni team merita di potersi giocare le sue chance di vincere, non è possibile favorire magari il team che ha avuto più opportunità per allenarsi durante lo stop. Non penso che il titolo di campione di Euroleague debba essere influenzato da questo.

Questo lungo break ha creato un ingiusto vantaggio per alcuni team.

Avrei tante ragioni per continuare, il mio team era primo in classifica e molti pronosticavano un nostro successo prima della pausa. Vincere la competizione era il nostro obiettivo, ma credo che sia molto più importante la salute di tutti. Volevo esporre la mia opinione, perchè alla fine fra tutte le persone coinvolte, siamo noi giocatori quelli che dovrebbero scendere in campo e rischiare la propria salute. E’ giusto far sentire anche la nostra voce.

Parlo a titolo personale ma so che tanti altri giocatore la pensano allo stesso modo. Essendo un professionista accetterò qualsiasi decisione sarà presa, non è che non vogliamo giocare, anzi, probabilmente a nessuno manca di più il gioco che a noi.

Ma so che la grande maggioranza pensa che non sia il momento di tornare a giocare, e io la penso allo stesso modo.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Shane Larkin (@shanelarkin_0) in data:

Commenta